Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

“Happy Birthday Cassidy” di Patricia Logan – Prima Parte

Questa settimana abbiamo una grandissima sorpresa da parte di Patricia Logan che ci ha regalato un racconto sul compleanno di Cassidy, suddiviso in due parti, la seconda la pubblicheremo la prossima settimana, che vi farà venire i brividi lungo la schiena. Lo so che non state più nella pella, per cui vi lascio alla lettura.

“AVVISIAMO CHE IL RACCONTO CONTIENE SCENE DI SESSO ESPLICITO”.

happy Cassidy

“Alzati ragazzo e fammi iniziare la tua festa di compleanno,” disse Zack. Lo sguardo del suo Dom, non era per nulla rassicurante.
Il compagno di Cassidy Ryan, un moro bellissimo, stava camminando verso di lui che era seduto sullo sgabello al tavolo della colazione in cucina, nella loro grande casa in Holmby Hills, un quartiere di Los Angeles. Onestamente, ogni anno che passava sembrava volare molto più velocemente dei precedenti, e ora che Cassidy aveva passato i quaranta, cominciava a odiare il fatto che i suoi capelli biondi si stessero ingrigendo sulle tempie, ricordandogli il trascorrere del tempo, e il suo corpo, di cui era sempre stato fiero fin da quando era nei Seal, cominciava a mostrare i primi segni dell’età.
Di sicuro non l’aiutava il fatto che l’uomo della sua vita, il suo Dom, Zachary Teak, fosse di due anni più giovane e continuasse a mostrare ancora le caratteristiche di un uomo di trent’anni. Entrerà nei quaranta quest’anno e giuro che non glielo farò dimenticare.

“Non compirò quarantadue anni ancora per ventisette minuti, Zack,” disse Cassidy cercando di mostrarsi il più innocente possibile.

Il suo Dom si accigliò e Cassidy deglutì visibilmente, ben sapendo che avrebbe rimpianto il fatto di aver risposto a tono a Zack. Come sottomesso, Cassidy avrebbe dovuto conoscere i suoi doveri ormai, e Zack sapeva bene come non lasciargli passare nessuna mancanza.

“Non stai dimenticando con chi stai parlando, vero ragazzo?”

Merda. “No, Signore”.

“Molto bene. Adesso alza il tuo bellissimo culo dallo sgabello. Ho una sorpresa per te nella stanza dei giochi,” ringhiò Zack.

Cassidy si illuminò. Le sorprese di Zack erano sempre molto divertenti, talvolta addirittura rassicuranti, quindi si alzò dallo sgabello seguendo Zack, che si girò e lasciò la stanza. “Quindi, cosa avete preparato, Signore? Spero che non abbiate speso molto denaro. So che avete organizzato una vacanza per noi. Lo sapete, mi state viziando,” disse Cassidy incontrando lo sguardo di Zack mentre, diretti verso la sala dei giochi, attraversavano il salone della grande casa arredata in stile spagnolo.

Zack sorrise. “Hai ragione, ti vizio e ho pianificato un breve viaggio al lago, ma prima … ogni compleanno deve avere la sua torta con le candeline, ragazzo, lo sai questo.”

Io amo le torte con le candeline. “Sì signore,” disse Cassidy fermandosi davanti alla porta della sala dei giochi, mentre Zack metteva la mano sulla maniglia. Si appoggiò alla porta e baciò Cassidy con tutto l’ardore possibile, attirandolo a sé e anticipandogli un po’ della sorpresa che aveva preparato per lui, poi interruppe il contatto con le sue labbra spostandosi di lato e aprendo la porta. Cassidy lanciò un’occhiata alla stanza dietro le spalle del Dom. Il grande letto piazzato in centro era circondato da un centinaio di candele bianche tutte accese, e mentre Cassidy si girava per guardare Zack, la realtà di quello che sarebbe accaduto lo colpì in pieno. Giochi con la cera. Figlio di puttana.

“Ci ho pensato fin da quando ho programmato questo week end tutto per noi. Non sono riuscito a pensare a nulla di meglio per festeggiare. Non sei d’accordo ragazzo?” Lo sguardo del suo Dom divenne pian piano sempre più diabolico. Era passato un po’ di tempo da quando Cassidy aveva lasciato che il suo Dom gli versasse della cera calda su tutto il corpo prima di scoparlo.

“Penso che le candele siano bellissime, Signore, ma non vedo nessuna torta,” rispose Cassidy. E nel momento stesso in cui disse quelle parole si accorse del lampo negli occhi di Zack.

“Questo perché la torta sei tu, ragazzo”.

Sexy Dom. Il suo gusto preferito!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 6 novembre 2014 da in BDSM con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: