Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “LEGATO” di Marie Sexton e L.A. Witt

51cb2EHNt2L._AA324_PIkin4,BottomRight,-54,22_AA346_SH20_OU29_

Titolo: Legato
Titolo originale:Roped
Autrici: Marie Sexton & L. A. Witt
Traduzione: Emanuela Graziani
Casa Editrice: Triskell Edizioni
Genere: Bdsm
Collana: World/ Rainbow
Formato: Ebook
Pagine: 127
Prezzo: € 3,49 su Amazon e nei migliori store
Data uscita: 6 marzo 2015

Trama: Graham e il suo partner hanno dominato la scena del rodeo per dieci anni consecutivi, ma ultimamente il cuore di Graham non è più coinvolto. È stanco dei lividi, della mentalità dei cowboy e degli attivisti per i diritti degli animali che fanno picchetti a ogni evento. E poi c’è Jackson.
Graham e Jackson sono amici da quando sono ragazzini. Ma dopo un incontro sessuale dovuto a una sbornia avvenuto un anno prima, le cose tra loro sono diventate impacciate. Graham ha accettato di poter essere gay, ma non importa quanto possa sentirsi attratto da un uomo, nel momento in cui i vestiti iniziano a cadere si fa sempre prendere dal panico e scappa.
Poi Graham conosce uno degli attivisti e tutto cambia. Kaz è giovane, idealista e sexy da morire. E Kaz ha un’idea su come far sì che Graham superi le sue paure.
Tutto ciò di cui hanno bisogno è un po’ di corda.

Selvaggia…

AnnaDicono che gli opposti si attraggono. L’abbiamo visto accadere molte volte, non solo nella letteratura ma anche nella vita reale e in questo breve romanzo, due delle nostre autrici preferite, ci regalano una deliziosa storia d’amore.
Non potevano scegliere due persone più diverse di così. Ve lo immaginate? Un cowboy fatto e finito e un attivista per i diritti ambientali, un animalista convinto.
Persino i loro nomi sono all’opposto, almeno secondo il mio giudizio. Il cowboy si chiama Graham (un nome un po’ retrò) e l’attivista si chiama…Kaz (non ridete, cercate di controllarvi come ho fatto io).
I due si incontrano ad un rodeo dove uno partecipa e l’altro strepita, urla e fa una gran confusione.
Personalmente non ho niente contro il rodeo, anzi. Penso che gli animali che vi partecipano siano più curati di tanti animali “domestici” purtroppo in mano a persone indegne. Sono anche convinta che il cowboy, il vero cowboy, abbia lo spirito del west, dove l’animale che gli sta accanto per tutta la vita come compagno di lavoro o di svago, sia trattato quasi come un membro della famiglia (come per me, la mia gatta).
La storia, narrata in prima persona dal nostro cowboy, comincia davvero in modo curioso, con il ricordo di qualche bacio appassionato che Graham ha scambiato con il suo storico compagno di rodeo, Jackson.
Perbacco, ho pensato, cominciamo bene. Non ci sarà mica un triangolo? Ammetto di non amare molto certi ménage per il semplice fatto che non ci capisco niente. Già è difficile far funzionare un rapporto a due, figuriamoci a tre.
Mi ero allarmata per nulla. Quell’evento, che poteva in effetti trasformarsi in una bella storia d’amore, era stato rovinato proprio da Graham, che non era riuscito a lasciarsi andare nell’intimità. Era stato talmente preso dal panico da scappare in modo brusco, rovinando forse per sempre il rapporto con quello che, fino a quel momento, era stato anche il suo migliore amico.
Proprio a causa di questo, Graham si avvicinerà a Kaz. All’inizio sarà solo per cercare di convincerlo che lui è una brava persona e che non maltratta gli animali, ma poi dovrà ammettere con sé stesso che questo ragazzo è proprio stupendo e che lo attira come un magnete, grazie anche ad un’autorità che esce in momenti ben specifici.
Kaz è un ragazzo intelligente, è attratto dal bel cowboy, ma è in conflitto con ciò che lui rappresenta. Cercherà di passarci sopra, almeno all’inizio, visto che grazie a poche parole ben studiate e a qualche sguardo mirato, capirà il problema di Graham (la seduzione verbale che mette in atto è davvero molto stuzzicante).
Graham è un sub naturale. Non lo sa, non capisce neanche cosa dovrebbe fare un sottomesso. Sa solo che nel momento in cui Kaz gli dà degli ordini, esclusivamente in camera da letto, e questo va sottolineato, tutti i suoi dubbi e le sue paure spariscono magicamente.
E non solo. Il nostro bell’attivista lo inizierà anche al bondage. Non aspettatevi cose troppo trasgressive, qui sarà praticato in modo piuttosto leggero, ma sarà sufficiente ad arricchire di qualcosa in più questo libro davvero godibile.
Non è infatti sempre necessario che il sesso alternativo sia per forza pieno di plug, fruste o altalene, giusto? Se fosse stato così, le scene hot di questo libro, secondo me, sarebbero state fuori contesto, mentre invece sono sensuali ed appassionate.
I nostri eroi però sono molto testardi e hanno convinzioni agli antipodi. Vi basti sapere che Kaz, oltre a tutto il resto, è pure vegano, dove il “pure” è usato di proposito!! E tutto ciò causerà loro parecchia sofferenza.
Per fortuna un episodio in cui Kaz si troverà costretto a chiedere l’aiuto di Graham li riavvicinerà e voi, come me, urlerete: “E ma era anche ora!!!”
Jackson per fortuna si farà da parte in maniera molto elegante e si riscatterà per delle parole molto offensive rivolte a Kaz proprio all’inizio del libro.
Anzi, alla fine è venuto fuori che Jackson è un personaggio interessante e quindi sarebbe bello poter leggere qualcosa anche su di lui.
Insomma un libro delizioso, a tratti inaspettato per i caratteri e gli stili di vita così contrapposti dei protagonisti, ma non per questo meno avvincente.

6 commenti su “RECENSIONE: “LEGATO” di Marie Sexton e L.A. Witt

  1. mokina
    8 marzo 2015

    Bisogna ammettere che la trama può trarre in inganno, anche io pensavo che ci fosse un mènage all’orizzonte e pur non censurando assolutamente tale pratica (sono convinta che ognuno in camera da letto possa fare esattamente quello che gli pare), preferisco le storie a due e inoltre mi sembrava fuori contesto dati i personaggi. Infatti ero in dubbio se acquistare o no il libro, anche perchè su amazon c’è una recensione che lo stronca. Ma a questo punto hai stuzzicato la mia curiosità e anche io sono convinta che gli opposti si attraggono (basta vedere quanto è magro mio marito ahahah!!)

    "Mi piace"

    • luisa
      9 marzo 2015

      Ciao Mokina, io ho appena finito di leggerlo e ti assicuro che una bella storia;
      Io di solito non leggo quasi mai le recensioni di Amazon se ho dei dubbi scarico l’estratto dei primi capitoli.

      "Mi piace"

  2. selvaggia
    9 marzo 2015

    Guarda, a me è piaciuto molto, ma ti dò ragione: la trama ma anche la copertina sono fuorvianti. Vedrai, non ti deluderà

    "Mi piace"

  3. Maria
    9 marzo 2015

    L’ho letto tutto d’ un fiato è un libro delizioso unica pecca troppo corto .

    "Mi piace"

  4. Maria
    9 marzo 2015

    Scusate ho una curiosita come mai non mettete piu le stelline alle recensione ?
    grazie e complimenti per il bellisimo blog.

    "Mi piace"

    • 3librisoprailcielo
      9 marzo 2015

      Grazie Maria per i complimenti, fa sempre molto piacere riceverli. Per quanto riguarda le stelline, abbiamo deciso che non ci sembrava corretto ridurre ad una valutazione numerica il duro lavoro di uno scrittore, dei traduttori e degli editor, per cui preferiamo dare un consiglio generale tenendo conto un po’ di tutti i fattori.

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 8 marzo 2015 da in BDSM con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: