Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “PECCATO E SEDUZIONE” di Allison Cassatta

peccato e seduzione
TITOLO: Peccato e Seduzione
TITOLO ORIGINALE: Sin & Seduction
AUTORE: Allison Cassatta
TRADUZIONE: Ugo Telese
CASA EDITRICE ITALIANA: Dreamspinner press
GENERE: Romance
COVER ARTIST: Allison Cassatta
E-BOOK:
SERIE: Peccato e Seduzione Libro 1
PREZZO: $ 6,99 su Dreamspinner press
PAGINE: 259
USCITA: 16 Giugno 2015

TRAMA:Dorian Grant è il re della malavita di New Orleans, ma non è un mafioso e non gli piace essere considerato tale. È semplicemente uno spietato uomo d’affari che chiunque con un po’ di cervello ci penserebbe due volte prima di tentare di fregare. La vita a New Orleans si fonda tutta sul peccato e il violento e irascibile Dorian i peccati li ha commessi tutti.

Ma non tutti i peccati a New Orleans lasciano l’amaro in bocca: una notte Dorian scopre un uomo, dal nome d’arte di Sweet Heat, che entra nella sua vita ballando in un locale chiamato Peccato e Seduzione. Dorian si aspetta un incontro piccante. Sicuramente non sta cercando una relazione, e di certo non con qualcuno come Jansen, che mette sottosopra il cupo mondo organizzato di Dorian.

Ora Dorian si trova a fare pressione su Jansen perché questi lasci il suo lavoro, dal momento che non riesce a sopportare il pensiero che altri uomini tocchino ciò che è suo. Ovvio, Jansen vuole un compromesso – dopotutto, anche il lavoro di Dorian è pericoloso. Ma il ballerino si renderà conto di quanto lo sia davvero solo quando sarà troppo tardi.

 

SelvaggiaCome posso parlarvi di questo romanzo? Posso dirvi senz’altro che non piacerà a tutti, perché è un libro molto particolare e il motivo della sua particolarità è che sembra, almeno all’inizio, senza speranze di nessun tipo, nessuna redenzione, nessun amore eterno, nessun riscatto.
Non spaventatevi, c’è l’happy end ma è inusuale non solo perché è aperto, ma perché lo è in tutti i sensi. Mi spiace non potervi dare maggiori dettagli al riguardo, ma dovrete portare pazienza e fare un tentativo.
Questo è un romanzo dove i cattivi sono veramente cattivi, si comportano da cattivi e vivono come cattivi. Quindi troverete violenza, droga, sesso, tutto quello che nell’immaginario comune fa parte della vita dei “malvagi” e la scelta dell’autrice di ambientare un romance in questo contesto mi ha fatto molto riflettere (lo so che vi stresso, con tutti i miei trip mentali), perché diversamente dagli altri romance, il punto di vista principale è proprio quello del protagonista cattivo.
Queste domande me le sono poste perché, mentre la trama si sviluppava sotto i miei occhi, il protagonista buono, Jensen il ballerino, un ragazzo puro nell’animo, capace nonostante tutto di un amore romantico, si comportava in un modo che poche volte, anzi direi mai finora, ho trovato in un romanzo mm. Mi ha fatto pensare spesso a quelle donne vittime di uomini violenti che, nonostante tutto, rimangono loro accanto.
Jensen è un ragazzo che ha avuto una vita molto difficile, sbarca il lunario come può, anche facendo lo spogliarellista. Non vuole essere considerato una puttana, ma suo malgrado si lascia trascinare nel mondo corrotto di Dorian, un malavitoso locale, che si incapriccia di lui come può farlo un malavitoso, cioè inizialmente comprandone i servigi.
Jensen è incredibile a volte. Ti viene voglia di entrare nelle pagine e prenderlo a schiaffoni perché nonostante venga trattato male da Dorian, almeno all’inizio, accetta ogni cosa e non perché ne sia innamorato, questo succederà più avanti, ma per una sorta di inadeguatezza che sente dentro di sé e che lo fa comportare come qualcuno che si merita certe brutture. In certi momenti fa tanta tenerezza, povera creatura, gli piove addosso una sfortuna incredibile e lui è un ragazzo così dolce…
Dorian invece… che dire? Non è un buono travestito da cattivo, a volte è proprio cattivo. Ha ancora una coscienza, ma ormai pensa di non avere più via di scampo. Anche i cattivi si innamorano, o qualcosa di simile, ma provare questi sentimenti e capirli sono due cose molto diverse, specie per chi vive un certo tipo di vita.
Ecco, forse è questo il messaggio di questo libro, che devo dire mi ha spiazzato e intrigato. Dorian non si accorge subito di avere a fianco la persona giusta per tentare di cambiare e quando questo messaggio finalmente gli arriva si rende conto di non poterlo fare, di non poter scappare dalla propria vita e dai proprio errori. Dispiace a volte sentirlo ragionare in modo tanto distruttivo, dispiace vederlo bere e farsi di coca per accettare l’orrore di ciò che fa, anzi per sopportarne la puzza. Non fraintendetemi, non sto giustificando il suo operato in nessun modo, ma a volte fa male vedere fin dove un essere umano può spingersi.
Ci saranno brutti eventi, qualcuno storcerà il naso anche perché la prosa è particolare, ma ci saranno anche momenti teneri e dolci, momenti in cui la consapevolezza di un amore, possibile magari in un futuro, porterà serenità a queste due anime perse che, senza aspettarsi nulla, un giorno si sono incontrate e si sono riconosciute.

7 commenti su “RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “PECCATO E SEDUZIONE” di Allison Cassatta

  1. anyamsilver
    10 giugno 2015

    Lo leggerò sicuramente, bella recensione! 🙂

    Mi piace

    • selvaggia
      10 giugno 2015

      Ti ringrazio Anya, spero che ti piaccia com’è piaciuto a me. Alla prossima

      Mi piace

  2. mokina
    10 giugno 2015

    La recensione è bella come sempre e la trama mi aveva intrigata da subito. Ma ammetto che questo finale aperto e questa mancanza di una seppur minima redenzione mi lasciano qualche dubbio. Non sulla bellezza del libro, ma sul fatto se sia o no nelle mie corde. Mi ricorda un pò Sotto copertura, però lì, nonostante tutte le brutture, alla fine il confine tra buoni e cattivi era molto labile (se non inesistente). Qui invece il cattivo, da quello che dici, è proprio cattivo cattivo e non cambia nemmeno con l’amore. Caso mai aspetto qualche altro commento 😉

    Mi piace

    • selvaggia
      10 giugno 2015

      Ti ringrazio Mokina. In effetti, è un libro insolito. Il finale aperto era inevitabile, visto il tipo di vita di Dorian e giustamente l’accenno a Sotto copertura viene automatico, ma sono proprio due libri differenti. Non volevo mentire dicendo che all’improvviso Dorian diventava buono, perchè questo non era per niente vero. Diciamo che ci prova ecco, ma anche lui fa fatica a trovare una strada alternativa, vuoi per la famiglia d’origine, vuoi per la vita condotta fino all’incontro con il suo ballerino. Francamente, è difficile anche farmi capire bene perchè, e mi ripeto, è un libro davvero particolare. Poi sai com’è i gusti differiscono. A me è piaciuto molto perchè mi ha trasmesso molte emozioni e mi ha costretto a pormi delle domande, e per me questo è fondamentale. Alla prossima

      Mi piace

  3. Pingback: Nuova uscita: 16 giugno – Peccato e seduzione di Allison Cassatta | Dreamspinner Press - Italiano

  4. Silvia71
    20 giugno 2015

    La recensione dà un’idea abbastanza appropriata ma non del tutto, capisco che non potete spoilerarci la trama e la mia non è una critica negativa, però vorrei avvisare chi deve ancora leggerlo che il romanzo è molto più crudo di quanto sembri, infatti sono una di quelle che ha storto il naso dall’inizio fino alla metà, dove ho dovuto lasciarlo perché infastidita dagli eventi.

    Per amare una storia devo amarne i personaggi e qui mi è stato impossibile, non ci sono eroi in questo romanzo e tantomeno coprotagonisti interessanti, solo un prepotente tossicodipendente e una vittima consenziente, lo lascio a metà perché nulla potrà giustificare la brutalità di Dorian nei confronti del ragazzo o il continuo uso di coca ed Extasy e tantomeno accetto la remissività di Jansen che anche a me ha fatto pensare subito ai maltrattamenti sopportati in silenzio dalle donne.
    Diciamo che cocaina, prostituzione e pestaggi non li vedo bene in un contesto romance, preferisco il “vecchio” stile.

    Mi piace

    • selvaggia
      20 giugno 2015

      Cara Silvia, capisco perfettamente il tuo punto di vista. Avrei voluto anche io dire qualcosa di più, dare qualche avviso più mirato, perchè immaginavo che non sarebbe stato un libro facile da digerire, proprio per la mancanza di eroi positivi e soprattutto di riscatto (o almeno un tentativo di riscatto). Purtroppo più di così non potevo fare, le case editrici sono molto severe con chi spoilera e gli avvisi, in teoria, sono di loro competenza. Comunque, mi fa piacere che hai letto almeno la recensione. Personalmente non mi è dispiaciuto, non tanto per i personaggi (sono d’accordo con te su tutto), quanto per la storia insolita e una narrazione sopra le righe. Un bacione e alla prossima

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 10 giugno 2015 da in Romance, Suspence con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: