Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “IL MIO COINQUILINO E’ UNO SPORTIVO? OH, CAVOLO! ” di Wade Kelly

myroommatesajockitlg

TITOLO: Il mio coinquilino è uno sportivo? Oh, cavolo!
TITOLO ORIGINALE: My roommate’s ajock? Well, crap!
AUTORE: Wade Kelly
TRADUZIONE: Veronica Rotondo
CASA EDITRICE ITALIANA: Dreamspinner press
GENERE: Romance
COVER ARTIST: Anne Cain
E-BOOK:
PREZZO: $ 6,99 su Dreamspinner press
PAGINE: 306
USCITA: 28 Luglio 2015

 

TRAMA : È facile diventare cinici quando la vita non rema mai dalla tua parte.
Cole Reid è un asociale recluso dall’età di quindici anni, quando uno spiacevole episodio negli spogliatoi della sua squadra di baseball del liceo ha rivelato la sua omosessualità. Da allora, il suo comportamento ossessivo-compulsivo e la sua natura sarcastica lo hanno tenuto lontano dalla maggior parte della gente; tutti gli altri invece lo odiano perché è gay. Per come la vede lui, è condannato ad allontanare qualsiasi potenziale amico, per non parlare dei fidanzati, quindi perché sforzarsi?
Quando Cole arriva al college, è ormai diventato un perfezionista solitario; la cosa diventa un problema quando il suo coinquilino si laurea e l’ufficio alloggi assegna Ellis Montgomery all’appartamento di Cole. Ellis è maldestro, magnifico, etero e, peggio di tutto, uno sportivo!
In un anno scolastico popolato di confratelli, escursioni in campeggio e genitori ficcanaso, tra Cole ed Ellis nasce un’amicizia che capovolge la mentalità da bicchiere-mezzo-vuoto di Cole. In Ellis c’è dell’altro oltre allo sportivo amante del divertimento, e forse la risvegliata libido di Cole ha riacceso in lui la speranza di sperimentare qualcosa di più del cameratismo.

Mon reveMi piacciono i Romance divertenti e di solito cover e titolo fanno abbastanza capire l’orientamento del libro. Poi nei ringraziamenti leggo : “E a Lena, spero che questo libro ti faccia ridere; so che hai bisogno di una sana risata.”, per cui ho pensato… ecco il mio libro… sennonché, e ve lo dico subito, io ho riso ben poco. Ma attenzione! Non sto dicendo che il libro non è gradevole, solo che non è cosa mi aspettavo.
Allora, abbiamo due ragazzi, uno problematico, l’ altro di più.
Cole è uno studente di fisica che parte dal presupposto che le cose nella sua vita sono sempre andate male e sempre lo faranno e continuerà a pensarlo fino all’ ultima riga, anche se le cose belle succedono e i desideri si avverano. Fosse però tutto li il problema! Soffre di un disturbo ossessivo compulsivo (prova dolore e panico se una bottiglietta viene appoggiata al di fuori del sottobicchiere), ogni cosa deve essere pulita e al suo posto onde evitare stati di soffocamento, palpitazioni e contrazioni dello stomaco. Ha un’ironia pungente, che a parer mio, tende spesso alla maleducazione.
Cole è gay e non nasconde né ostenta la cosa, anche perché la sua vita affettiva è pari a zero, (a parte qualche incontro occasionale umiliante e deleterio) con nessuna aspettativa e con la convinzione di non meritare nulla. È il classico nerd con episodi di bullismo omofobico alle spalle che gli hanno provocato una vera avversione per gli sportivi.
Finché non arriva Ellis, il suo nuovo coinquilino, ovviamente sportivo, con amici esuberanti ma comunque dedito allo studio e allo sport più che al divertimento, di pochissime parole e vergine. Lui non sa ancora bene se preferisce i ragazzi o le ragazze (ha comunque una vaga idea) e quando lo scopre non sa bene qual è il suo posto nel mondo del sesso.
I due ovviamente, tra alti e bassi, (tanti bassi) si innamorano e quando finalmente Ellis capisce il ruolo che vuole giocare in questa partita (sto parlando proprio di “quello”) la relazione finalmente decolla.
Tutto bene quel che finisce bene dunque.

Giammai!!!!

Io me li immagino fra 20 o 30 anni ancora lì a farsi una quantità spropositata di film mentali (e film non è proprio la parola che vorrei usare).
Due parole le vorrei spendere anche per la mamma di Ellis che a “film mentali” è addirittura da Oscar, perché se dopo 20 anni non ha ancora capito che il figlio è un tipo taciturno (per dirne una) un problema ce l’ha.
Eccome se ce l’ha!!!
Dulcis in fundo, a metà libro avrei inserito uno psicologo in special modo per Cole. Se non altro si poteva evitare che rovinasse l’ultima scena.
E adesso, se vi ho incuriosito abbastanza… Buona lettura.

2 commenti su “RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “IL MIO COINQUILINO E’ UNO SPORTIVO? OH, CAVOLO! ” di Wade Kelly

  1. mokina
    22 luglio 2015

    Sinceramente non mi hai incuriosito molto, anzi dalla tua ottima recensione, mi sono resa conto che questo libro (senza nulla togliergli, sono gusti strettamente personali) non è proprio il mio genere. Meno male che con voi almeno riesco a fare una prima scrematura… se no sarei rovinata ahahah

    Mi piace

    • Mon Reve
      22 luglio 2015

      Il titolo in effetti è un pò ingannevole.Per i gusti concordo in pieno, io ho intere categorie di Romance M/M che non leggerò mai.
      Non scartarlo comunque a priori, è meglio di tanti altri.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22 luglio 2015 da in m/m news, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: