Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “ANIME ALLA DERIVA” di Annemarie De Carlo

anime alla deriva

TITOLO: Anime alla deriva
AUTORE: Annemarie De Carlo
CASA EDITRICE: Amarganta
GENERE: Romance/Fantasy
EBOOK:
CARTACEO:
PAGINE: 190
PREZZO: € 2,99 e-book  e € 14,00 sul sito dell’Editore
DATA DI USCITA: 30 Luglio 2015
Trama: Brian è una popstar londinese in crisi di identità di genere, folgorata dall’ascolto una demo anonima. Bianca è una studentessa emiliana dalla voce suadente. Una sfida soprannaturale per farli incontrare, una cospirazione planetaria che mira a dividerli per sempre. Entità angeliche e demoniache lottanno senza esclusione di colpi per raggiungere il proprio obiettivo: amore, seduzione, comprensione e sofisticate strategie si mescolano in un duetto in crescendo tra la vita e la morte. Perché ogni stella deve sollevarsi dalla polvere della vita terrena per poter brillare nel firmamento.

Al centro della storia ci sono due gruppi in conflitto, “loro” e “gli altri”, ovverossia gli Angeli e i Demoni, in perenne conflitto per il dominio degli uomini e delle anime. Johannes e Abel, angeli addetti alla Matrice delle anime commettono un errore rilasciando tre anime anomale sulla terra dando il via così a una ricerca forsennata per il loro recupero da parte delle due fazioni.

 

Mrs DarcyI protagonisti principali sono Brian e Bianca, ma molti personaggi ruotano attorno a loro e ognuno di essi descrive se stesso e la propria vita in prima persona. In questo modo, per tutta la durata del romanzo si passa da un punto di vista a un altro, dandoci una visione della storia a 360 gradi.
Brian è un cantante inglese molto famoso, l’idolo delle ragazzine che tiene però nascosta la sua relazione con Sasha, un modello molto quotato e spesso assente per lavoro. Bianca invece è una studentessa italiana fresca di laurea (voluta dal padre-padrone maschilista e prevaricatore), con la passione per il canto con cui si diletta sin da bambina grazie anche all’appoggio segreto di sua nonna Zoe.
Questi due giovani sono distanti sia nei luoghi che nelle esperienze e nei desideri, l’unica cosa che hanno in comune è il canto e l’essere seguiti e in fondo perseguitati, da loro e gli altri che cercano in ogni maniera di interferire nelle loro vite e nelle loro decisioni per impedirne, di fatto, l’incontro.
Brian, purtroppo per lui, sente nella sua mente queste entità mentre discutono tra loro o mentre cercano di convincerlo ad agire secondo i loro desideri e per questo pensa di stare impazzendo. Questo stato mentale borderline incide, peggiorandolo, anche sul suo rapporto con il bel modello, sempre più distante e in disaccordo con lui. Inoltre Sasha sembra cambiato: è solo perché stufo di essere sempre messo in secondo piano e nascosto come uno sporco segreto o qualche entità lo sta influenzando?
Tra i personaggi di contorno più interessanti abbiamo la perfida e omofoba Germana, coinquilina di Bianca e sorella acquisita del suo migliore amico Ermanno, un ragazzo timido e gentile forse gay e forse qualcos’altro. Poi abbiamo Giuliano, il proprietario del locale dove si esibisce Bianca, che è il cattivo della situazione essendo opportunista, falso e omofobo come sua cugina Germana. Menzione a parte per John Turner, assistente tuttofare di Brian, personaggio enigmatico e con una missione.
Nel complesso ho trovato questo romanzo discreto, la trama è buona e interessante anche se alcune cose mi hanno lasciata perplessa, prima di tutto il fatto che essendo un romanzo molto lungo (troppo per i miei gusti) i continui salti tra un personaggio e l’altro mi hanno disorientato, inoltre non c’è una storia d’amore vera e propria e la fine mi ha un po’ sconcertata… ma finisce così?
Alla fine della lettura, il pensiero che mi ha attraversato la mente è stato che questo avrebbe dovuto essere un romanzo con un seguito, ma che in corso d’opera l’autrice abbia deciso di ridurlo a uno solo ed è per questo che la fine mi è sembrata un po’ raffazzonata e troppo veloce, specie rispetto al resto del libro che è invece molto più lento (soprattutto la prima parte). L’epilogo è la parte che mi è piaciuta meno, troppo leggera e allegra e non in linea con gli ultimi capitoli.
Giudizio finale: adatto agli amanti del fantasy, dell’azione e del mondo della canzone, astenersi romantici, amanti delle scene hot e romanzi adult.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 agosto 2015 da in Fantasy, Romance con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: