Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “UNA COSA PERICOLOSA ” di Josh Lanyon

una cosa pericolosa
TITOLO: Una cosa pericolosa
TITOLO ORIGINALE: A dangerous thing
AUTORE: Josh Lanyon
TRADUZIONE: Chiara Beltrami
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
GENERE: Suspanse
E-BOOK:
PREZZO: € 4,99 su Amazon
PAGINE: 238
USCITA: 7 Agosto 2015

 

TRAMA: In preda al blocco dello scrittore e frustrato dalla sua problematica relazione con Jake Riordan, fascinoso ma non ancora dichiaratamente gay detective della polizia di Los Angeles, il libraio e scrittore di gialli Adrien English decide di andare a trascorrere un po’ di tempo a nord, nella tenuta lasciatagli dalla nonna materna, dove trova un cadavere ad attenderlo nel vialetto d’ingresso. All’arrivo dello sceriffo, però, il corpo è scomparso e Adrien si trova ancora una volta a improvvisarsi investigatore. Ma quando la situazione si fa pericolosa e potenzialmente letale, Adrien è costretto a rivolgersi a Jake.
Jake potrà avere le idee confuse riguardo a un mucchio di cose, ma è disposto a tutto pur di tenere in vita l’uomo per il quale sta cominciando a provare qualcosa.

Mon reveEd eccolo qua il secondo libro di questa serie.
Ci eravamo lasciati con sguardi e niente più tra Adrien, il libraio scrittore, e Jake, aitante poliziotto e ci ritroviamo dopo qualche mese con sguardi e poco più.
Qui c’è un problema di fondo, un problema di Jake. Lui “vuole” essere etero, va a letto con le donne e si fa qualche maschietto solo in veste di Dom in un club BDSM.
Direi che Jake ha un grosso problema. Sì, perché i due si frequentano, si piacciono, guardano film insieme, parlano tanto, il poliziotto si sente impegnato, ma… niente, Jake non riesce neanche a baciarlo, è affascinato da Adrien, cerca di stargli lontano (non ci riesce molto bene) ma non vuol cedere (fisicamente) a questa attrazione finché Adrien, che vorrebbe mooolto di più, decide di andarsene per salvaguardare la sua salute mentale e quella del suo cuore ballerino (ha un problema cardiaco, ricordate?).
Quindi fa le valigie e parte verso il ranch che gli ha lasciato la nonna e… iniziano i guai.
Infatti, manco arrivato e tadààà… il primo cadavere. E qui giù tutti a pensare la stessa cosa “mi ricorda qualcuno!” beh, sappiate che questa cosa la pensa anche lo sceriffo della città. Comunque, dicevamo, primo cadavere (morto ammazzato) che compare e scompare. Le forze dell’ ordine non lo prendono sul serio e Adrien che fa? Ovvio chiama Jake per chiedere un “consiglio”. Ovviamente Jake si precipita (per me aspettava solo quello), d’ altronde si sente molto protettivo nei confronti del suo “piccolo” e ne ha motivo perché quando arriva lo trova in ospedale.
Il giallo è un tantino complicato e Adrien deve scavare in quasi due secoli di storia e districarsi tra scavi archeologici, leggende, guardiani dei boschi e coltivazioni di “erba” illegale. I morti ammazzati crescono come funghi e il nostro protagonista oltre che a farsi prendere a randellate in testa riesce anche a farsi sparare (ma colpiscono…) e in questa occasione credo che riesca finalmente ad ammettere (con se stesso) i suoi sentimenti per Jake.
In mezzo a tutto ciò i due si chiariscono (a modo loro):
«Qual è il tuo tipo?»
«Una ragazza.»
«Stronzate.»
La sua testa si alzò di scatto e lui mi diede un’occhiata chiaramente ostile.
«Stronzate,» dissi nuovamente. Forse avevo bevuto troppo perché non tornai sui miei passi nonostante riuscissi a vedere attraverso il cervello di Jake che stava per darmi una scoccata.
Invece, disse in modo chiaro e tetro: «Non ho niente da offrirti, Adrien.» Queste non erano le parole che anticipavano a una proposta.
«Non ho chiesto nulla.» Per essere preciso aggiunsi: «Al diavolo, sei tu che mi sei venuto dietro, Jake.»

C’è dell’ altro ma non vi anticipo niente, non vi dico se succede qualcosa , lo scoprirete cercando di capire chi è l’ assassino.
Io ovviamente lo so.
Al prossimo cadavere… hem… libro.

5 commenti su “RECENSIONE: “UNA COSA PERICOLOSA ” di Josh Lanyon

  1. Anna
    18 agosto 2015

    Di solito Lanyon mi piace molto. Di solito. Ma ho letto il primo di questa serie e la storia, per così dire sentimentale, in sè, non mi è affatto piaciuta. Da quel che leggo qui il secondo mi sembra ancora peggio. E’ come se ci mancasse del tutto l’ingrediente fondamentale. La magia, insomma..

    Mi piace

    • Mon Reve
      19 agosto 2015

      Non ho detto che non c’è l’ ingrediente fondamentale Anna, ho detto “non vi dico se succede qualcosa”, fossi in te lo leggerei…….

      Mi piace

  2. Silvia71
    18 agosto 2015

    Il primo non mi è proprio dispiaciuto però di romance quasi non c’è traccia, un buon giallo, interessati i personaggi, ma per chi si aspetta qualcosa tipo “Terreno pericoloso” forse è un pochino deludente.

    Questa serie è molto famosa e sinceramente mi aspettavo qualcosa di più nella parte romantica e dalla recensione mi sembra di capire che siamo sempre allo stesso punto. Aspetterò qualche spoiler prima di prenderlo.

    Mi piace

    • Silvia71
      18 agosto 2015

      “InteressaNti” i personaggi🙂

      Mi piace

    • Mon Reve
      19 agosto 2015

      Proprio allo stesso punto …non direi Silvia….ti consiglio di leggerlo.😉

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 agosto 2015 da in Suspence con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: