Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “I SEGRETI DI NEVERWOOD” di G.B. Lindsey

i segreti di nerverwood

TITOLO: I segreti di Neverwood
TITOLO ORIGINALE: The secrets of Neverwood: One door closes
AUTORE: G.B. Lindsey
TRADUZIONE: Eleonora Toselli
CASA EDITRICE: Harlequin Mondadori
SERIE: I segreti di Neverwood #1
GENERE: Romance
E-BOOK:
PREZZO: € 3,99 su Amazon e negli Store Mondadori
PAGINE: 174
USCITA: 31 Agosto 2015

 

TRAMAAppena giunto a Neverwood, deciso a portare a termine la ristrutturazione della casa che si è trovato in eredità, Calvin Ware scopre che il passato lo ha preceduto e sta per tendergli un’infida trappola: l’impresario chiamato a occuparsi dei lavori è Will Cabot, la sua fiamma del liceo e l’uomo che gli ha spezzato il cuore. Ma ogni promessa è debito, e Cal può sperare soltanto di non dover raccogliere i cocci della propria vita. Una seconda volta.

Mrs DarcyNeverwood è una casa, una bellissima, enorme casa vittoriana un tempo adibita a casa-famiglia per ragazzi in difficoltà a causa del loro orientamento sessuale e per questo abbandonati o rifiutati. Da poco è morta la proprietaria, Audrey, che per molti anni ha accolto questi ragazzini fino a che una malattia glielo ha impedito. Ora la casa è di proprietà di tre dei suoi ragazzi: Calvin, riflessivo e pragmatico, Devon silenzioso e sfuggente e Danny il più giovane e problematico. Loro sono i ragazzi che Audrey più amava ma che tra loro quasi non si conoscono perché la convivenza non è e non è mai stata facile, anche a causa dei mille problemi che la casa stessa comporta.
In questo primo romanzo incontriamo Calvin ormai trentenne ed è attraverso il suo punto di vista che conosciamo la casa e suoi fratelli acquisiti, il suo desiderio di riportare la vecchia e amata Neverwood alle condizioni di un tempo unitamente al progetto della casa-famiglia, sapendo che quello era il desiderio della loro madre adottiva.
Conosce solo superficialmente i suoi fratelli e a Devon in particolare rimprovera di essere praticamente fuggito da Neverwood e di non esservi mai più tornato. Di Danny invece, molto più giovane di lui, non conosce nulla ma sa che ha o ha avuto problemi in passato.
I progetti e le speranze di Calvin sulla casa si scontrano quasi subito con l’apparente disinteresse dei due fratelli e, soprattutto, con l’ostilità e l’ostruzionismo di Eric Angus, un meschino e arrogante agente immobiliare interessato alla casa, purtroppo gravata da ipoteche e prossima alla demolizione se non resa agibile entro breve tempo.
È in questo frangente che Calvin rivede Will, l’impresario edile chiamato per i lavori di restauro ma anche il suo primo e sfortunato amore, quello mai dimenticato e sempre rimpianto. L’incontro tra i due è molto imbarazzante e teso, gli equivoci e le cose mai dette si frappongono tra loro .
Su tutta la casa e i suoi abitanti aleggia la figura, anzi lo spirito di Audrey, una donna splendida che ci viene raccontata sia dai protagonisti che dalle lettere inviate ai suoi figli, oltre che dai sogni di Calvin che sono un mix di ricordi e di desideri suoi e della madre, questa donna straordinaria che ha speso buona parte della sua vita per aiutare bambini e ragazzini abbandonati e maltrattati a causa della loro diversità.
Gli altri due fratelli non sono svelati in questo romanzo, visto che avranno una storia tutta loro, ma già si intuiscono traumi infantili e molti problemi che hanno reso travagliata la loro vita, tutti spunti che mi spingono ad aspettare con trepidazione i prossimi due libri della serie. Tra i personaggi che più mi hanno colpito c’è Glenna/Greg, un ragazzino dalla sessualità ancora incerta che frequenta il gruppo di sostegno che si riunisce a Neverwood. I suoi pensieri e i suoi dubbi ci fanno intuire le difficoltà che questi ragazzi incontrano nel mondo reale e l’infelicità che a volte trovano e che provoca loro depressione e problemi comportamentali. Il lettore riesce senza fatica a immedesimarsi nei vari personaggi perché, nonostante gli argomenti trattati siano tutt’altro che leggeri, sono comunque presentati non in modo prolisso o noioso, ma avvincente e intenso.
L’intero romanzo in definitiva è molto coinvolgente e commovente, la storia tra Calvin e lo sfuggente Will (alla fine si capirà la ragione del suo comportamento ambiguo) è molto bella, romantica e passionale, la scrittura è fluida e la trama risulta suggestiva, oltre che per il resto, anche per alcuni piccoli misteri non svelati fino all’ultimo, o che rimangono in sospeso per i prossimi capitoli di questa bella serie. Inoltre, questo libro mi ha colpito perché pur non avendo molte scene hot, secondo me è molto sensuale.

2 commenti su “RECENSIONE: “I SEGRETI DI NEVERWOOD” di G.B. Lindsey

  1. taylorkinney
    3 settembre 2015

    Molto interessante, lo leggerò sicuramente ^_^

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 settembre 2015 da in Romance con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: