Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

TI RICORDI DI… TRISTAN E CHARLES di “CUORI AFFINI” di Rowan Speedwell

 

CUORI AFFINI
TITOLO: Cuori affini
TITOLO ORIGINALE: Kindred Hearts
AUTORE: Rowan Speedwell
TRADUTTRICE: Martina Volpe
COVER ARTIST: Reese Dante
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
GENERE: Romance
EBOOK:Si
PAGINE:422
PREZZO: $ 6,99 su Dreamspinner
DATA USCITA: 25 Settembre 2012
LINK PER L’ACQUISTO: Cuori Affini

TRAMA: L’affascinante mascalzone Tristan Northwood sembra avere tutto: un nome antico, un titolo ereditario, un’amabile moglie, e un figlio che adora. Le donne lo amano, gli uomini lo ammirano, e sembra che non ci sia niente che non possa fare, che sia sedurre una moglie dell’alta società, o vincere una corsa con i carri. La Società non sospetta affatto che il nome non significhi niente per lui, la sua fortuna sia sotto il controllo di suo padre, e che lui non abbia interesse nella moglie tranne per un’amicizia davvero distante. La Società lo annoia, e accetta le sfide perché si sente vivo solo quando si trova sul limite… fino a quando il fratello di sua moglie torna a casa dalla guerra.
Charles Mountjoy, decorato eroe di guerra, tira fuori Tris dalla sua disperazione, inspirandogli sentimenti di passione che non aveva mai sospettato di essere in grado di provare.
Quasi terrificanti quanto questi sentimenti per Charles sono i segni che Charles potrebbe ricambiare il suo affetto – o anche peggio, che Charles vede l’uomo che Tristan ha cercato così tanto di nascondere al mondo.

Mrs DarcyTristan è l’erede di una nobile famiglia, ha quasi trent’anni ed è ricco, bellissimo e scapestrato, sempre alla ricerca di avventure, feste e mille modi per fare arrabbiare il padre, un uomo duro e apparentemente senza cuore. In realtà, Tristan ha perso la madre e la sorellina in tenera età e questo evento ha segnato in maniera profonda sia lui che il padre il quale, sentendosi inadeguato nell’allevare il figlio senza l’aiuto della moglie, ha usato con lui il pugno di ferro, anche se più dal punto di vista morale che materiale. Esasperato dal comportamento di Tristan, lo obbliga a sposarsi e a procurare un erede alla casata promettendogli che, dopo il secondo figlio, sarà libero di fare quello che vorrà della sua vita.

Qui entra in scena la moglie Charlotte, bellissima ma apparentemente vacua ragazza che accetta di sposarlo senza amore e con la quale Tristan sviluppa una buona amicizia (decisamente non sono riuscita a inquadrare questa donna: anaffettiva? una mente un po’ anomala? gay a sua volta?). Ad ogni modo, questo matrimonio così inconsueto funziona e la nascita del piccolo Jamie è una epifania per il superficiale e insoddisfatto Tristan, almeno fino all’entrata in scena di un nuovo personaggio che sconvolge il suo fragile equilibrio, già minato da un uso smodato di alcool.

Charles, il cognato che si è appena dimesso dall’esercito, è la versione maschile di sua moglie (non per niente è il suo gemello) e colpisce Tristan al primo sguardo, lasciandolo stranito e imbarazzato, ma anche il più navigato e sicuro ex-ufficiale rimane affascinato dall’uomo bellissimo che si trova davanti e capisce in pochi giorni di essersene innamorato.

La trama prende da questo momento una svolta drammatica, commovente e molto coinvolgente con la quale la scrittrice riesce pienamente a descrivere gli animi e i pensieri dei due protagonisti e, soprattutto, dell’epoca in cui si svolge la storia, con tutti i pregiudizi e le negazioni (anche da parte del protagonista) dell’omosessualità, con tutti i pericoli derivanti non solo dall’ostracismo della società ma anche dalla legge visto che l’omosessualità, o meglio la sodomia, era un reato punibile con la prigione, alcune volte anche con la pena di morte. Le parti più toccanti di questo splendido romanzo per me sono state l’amore di Tristan per il figlio ma soprattutto la dedizione dei due amanti l’uno per l’altro, prima di Charles verso il disperato Tristan e, più tardi dopo la battaglia di Waterloo, quella di Tristan per il ferito Charles.

Gli altri personaggi di contorno sono tanti e molto interessanti, dal padre di Tristan al valletto Reston, fedele e affezionato al padrone nonostante tutte le sue mancanze. Ellen la dama di compagnia di Charlotte, che si rivelerà una fedele alleata, la stessa Charlotte che, per quando insolita, si rivelerà un’amica preziosa e poi ancora i commilitoni di Charles, tra cui lo sfortunato Gregory e il crudele Warren, e infine la guerra con tutti i suoi orrori, vera protagonista dell’ultima parte del romanzo.

Questa autrice l’avevo già apprezzata per il bellissimo e drammatico “Alla ricerca di Zach”, ma vi consiglio la lettura anche di questo suo libro perché, pur ambientato in un periodo completamente differente, l’ho trovato magistralmente costruito, con una cura particolare nelle descrizioni della società dell’epoca, con la sua morale e le sue consuetudini, i suoi abiti e i suoi rapporti umani.

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14 settembre 2015 da in Romance, Storico con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: