Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “IL RANCH BROKEN H” di J.L Langley

11947764_10207781655368210_7123443980853022597_o

TITOLO: Il Ranch Broken H
TITOLO ORIGINALE: The Broken H
AUTORE: J.L. Langley
TRADUZIONE: Claudia Milani
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
GENERE: Romance/ Cowboy
PAGINE: 250
FORMATO : Ebook
PREZZO: € 4,49 su Amazon e nei migliori store
DATA DI USCITA: 18 settembre 2015
LINK DI ACQUISTO: Il ranch Broken H

TRAMA: Un passato tormentato che ha costretto Shane ad abbandonare la sua famiglia e a cercare rifugio presso il ranch Broken H, lo ha anche tenuto lontano dall’unica persona a cui abbia mai davvero tenuto: Grayson.

È da molto tempo che lo sceriffo Grayson Hunter non sente di appartenere a qualcosa. Una volta amava il Broken H, la sua casa natia, e Shane Cortez con tutto se stesso; ora, invece, cerca di stare quanto più lontano possibile da entrambi, finché un imprevisto non li costringe a riavvicinarsi e Shane decide di lasciarsi il passato alle spalle e… reclamare ciò che gli appartiene: Gray.

12032337_10200896426449224_97093396_nE’ il primo romanzo che leggo di quest’autrice e sono rimasta piacevolmente sorpresa dalla prosa fluida, le perfette e mai noiose descrizioni degli ambienti circostanti e la maestria nel tratteggiare e approfondire i personaggi. La Langley non si sofferma solo sui protagonisti principali, ma ci regala anche eccellenti comprimari e proprio a questo proposito, non posso non nominare i fantastici genitori di Gray, una coppia veramente speciale. Naturalmente dovrò subito correre a leggere il primo libro della serie – “Il ranch Tin star” – i cui protagonisti ritroviamo brevemente anche in questo secondo capitolo, più felici ed innamorati che mai.
L’ambientazione di questa struggente storia d’amore è il profondo Sud dell’America rurale. Il Texas, patria di cowboy, tori, petrolio e Stetson d’ordinanza. Il Texas, uno dei pochi Stati americani dove ancora non sono legalizzate le unioni omosessuali e dove, mai e poi mai, un cowboy ed ancor meno uno Sceriffo, possono permettersi di fare coming out e non pagarne le conseguenze.  Fortunatamente, seppur esistente, l’ostracismo da parte degli abitanti della piccola cittadina è minore di quello che mi ero aspettata e i problemi peggiori derivano non tanto dall’omofobia, quanto da situazioni esterne. Non aggiungo altro per non spoilerare… ma in effetti, dal primo momento, ho capito che la piccola vipera avrebbe causato guai!! L’ombra dell’omofobia, pur non essendo fondamentale ai fini della trama, aleggia però per tutto il libro, incarnata nelle paure dei due protagonisti. Shane è stato cacciato di casa dai suoi genitori a sedici anni perché gay ed è terrorizzato dall’idea che Gray possa subire, per lo stesso motivo, ripercussioni sul suo lavoro di Sceriffo della contea.
Ma “Il Ranch Broken H” è sostanzialmente la storia di un sentimento che cela radici profonde e che perdura da più di vent’anni. Un sentimento che, con il tempo, ha subìto delle sostanziali modifiche e si è evoluto da tenero affetto in amicizia, fino a esplodere in un amore appassionato che nessuno dei due protagonisti può più nascondere o contenere. Shane e Grayson non si vedono da dodici lunghi anni, esattamente dal momento in cui, per un banale fraintendimento (che poi così banale non era), il ragazzo era fuggito sconvolto, convinto di essere stato respinto. Ma, a volte, le persone capiscono solo quello che vogliono capire e ricordano solo quello che desiderano ricordare e quegli stessi ricordi possono risultare confusi ed ingannevoli.
Ben presto scopriremo che le situazioni sono diverse a seconda della prospettiva dalla quale le si osserva. Detto questo, resto convinta che, probabilmente, in quel particolare momento della loro vita, i tempi non erano maturi per entrambi i protagonisti. Grayson doveva crescere e maturare, vivere la sua vita ed esplorare la sua sessualità per essere certo delle scelte fatte e dei suoi sentimenti. Shane, d’altro canto, doveva “staccarsi” fisicamente ed emotivamente, dall’immagine del Gray bambino. Quel piccoletto che aveva visto crescere e aveva protetto e viziato per così tanto tempo. Solo in questo modo, secondo me, a distanza di più di dieci anni, il loro sentimento si è potuto trasformare in un amore appassionato, maturo e carnale. E vi assicuro che le numerose scene di sesso sono incandescenti, molto hot e descritte con un linguaggio diretto e piuttosto esplicito. Non mancano stuzzicanti variabili, light bondage, hair massage ed un paio di occhiali che…. ne farà le spese!!
Il libro si avvale di un’ottima traduzione, anche se qui e là troviamo qualche piccolo refuso che comunque non inficia la bellezza e la qualità del prodotto. In definitiva un libro veramente gradevole che consiglio a tutti gli appassionati di romantiche storie d’amore e di bei cowboy.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 settembre 2015 da in Cowboy, Romance con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: