Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “MIO” di Mary Calmes

COVER
TITOLO: Mio
TITOLO ORIGINALE: Mine
AUTORE: Mary Calmes
TRADUZIONE: Livin Deverel
CASA EDITRICE ITALIANA: Dreamspinner press
GENERE: Romance
COVER ARTIST: Reese Dante
E-BOOK:
PREZZO: $ 6,99 su Dreamspinner press
PAGINE: 273
USCITA: 6 Ottobre  2015
LINK PER L’ACQUISTO: Mio

TRAMA: Trevan Bean ha un lavoro che da illegale sta diventando spaventoso, un ragazzo che potrebbe non essere sano di mente, un angelo custode che in realtà potrebbe essere l’incarnazione del male. A questo si aggiunge la ricomparsa della famiglia che aveva allontanato il suo ragazzo, minacce di morte, un rapimento e il tentativo di mettere soldi da parte per realizzare un sogno. Trevan ha davvero molte gatte da pelare, ma si sente all’altezza della sfida: ha promesso a Landry un lieto fine e Landry lo avrà, sempre che qualcuno non lo uccida! E potrebbe accadere.

Landry Carter era una bambola rotta quando si erano conosciuti due anni prima, ma è diventato un compagno in grado di stare accanto a Trevan… almeno per la maggior parte del tempo. Ora che la vita di Trevan ha preso una piega spaventosa – e Landry viene rapito – Trevan deve continuare a sperare che l’amore di Landry rimanga saldo di fronte a questa nuova sfida, perché non ci sarà lieto fine se Trevan dovrà proseguire da solo.

Mrs DarcyLeggendo questo romanzo bello e particolare, con sorpresa mi sono accorta che, tra i romanzi m/m letti finora, si possono contare sulle dita delle mani quelli con protagonisti non bianchi-caucasici, tra questi 4-5 con afroamericani, qualche orientale e qualche nativo americano o meticcio non ben definito. Qui il protagonista principale è figlio di un afroamericano e una cubana, dunque di un bel color caramello e anche il suo miglior amico, Conrad, è un afroamericano, anche se con gli occhi verdi (un bel gnocco aitante e muscoloso: gnam!). Anche l’ambientazione non è consueta. Siamo a Detroit, con il suo giro di traffici illeciti gestiti dalla malavita organizzata e dove Trevan è un esattore di scommesse clandestine, sotto il controllo del capo-amico Gabriel, vice di Adrian, il boss della città. Il suo lavoro è al limite del crimine, non ha mai ucciso o malmenato nessuno anche perché non è il suo compito, ma ha pur sempre un piede in bilico tra illegalità e il crimine vero e proprio.

A vegliare su di lui c’è un amico particolare, Conrad, un killer spietato e pericoloso temuto da tutti, sia dalle persone comuni che dai criminali, conosciuto per caso e che lo ha preso a benvolere. Forse Trev è l’unico amico che ha… o forse no, a volte anche il giovane non capisce il perché di questa strana ma leale amicizia e anche noi lettori non sappiamo cosa pensare di questo personaggio, ma ammetto che a me è piaciuto tantissimo nel bene e nel male.

Poi c’è Landry, il grande amore di Trev, un ragazzo bellissimo ma fragile, pieno di paranoie e probabilmente bipolare, soggetto ad attacchi di panico o di gelosia improvvisi che solo il suo compagno riesce a sedare, conoscendolo e prendendosi cura di lui da ormai due anni, con alti e bassi ma anche con un amore e una dedizione reciproca rare. Landry ha un passato burrascoso. Proveniente da una famiglia benestante, è stato da loro cacciato per la sua omosessualità e, solo e instabile, ha avuto una vita da sbandato e da “puttana”, come si descrive lui stesso, ma l’incontro con Trevan l’ha salvato e ora con lui è felice, ha un lavoro creativo che lo appassiona e molti progetti con il suo compagno, almeno finché non incominciano i guai.

Trevan, trovandosi in mezzo a una lotta per il potere tra il suo capo e un “pretendente” al posto di comando dell’organizzazione, deve sparire per un po’, guardandosi comunque le spalle. Nello stesso momento Landry vede ricomparire il suo passato sotto forma del fratello minore Chris che gli chiede di ritornare a casa. Per Trevan è l’occasione che aspettava. Convinto il riluttante Landry, Trevan lo accompagna a casa dalla sua famiglia dopo un’assenza durata molti anni, ma è una visita che riserverà molte sorprese, alcune non certo positive. Infatti, i genitori e i fratelli di Landry cambieranno atteggiamento e comportamento durante tutto il resto del racconto, che si complicherà in un crescendo di tensioni, scontri e pericoli e un evento particolare colpirà Landry, mettendo a dura prova il suo fragile equilibrio, ma anche quello del suo compagno .

Questo romanzo è molto particolare, ma l’unione tra i protagonisti è bella e appassionata ma anche ossessiva, caratterizzata sì dal loro grande amore ma anche dai problemi psicologici di Landry, che solo la devozione e la pazienza di Trev possono tenere a bada. La partenza è forse un po’ lenta, ma a ogni capitolo la trama si complica e diventa sempre più coinvolgente e appassionante, con questi protagonisti insoliti e fuori dagli schemi, con anche personaggi minori ben delineati e credibili. La famiglia di Landry è costituita da un bel gruppo di persone che si evolvono e che non mancano di stupire. Una menzione a parte per Conrad che è eccezionale, vorrei un romanzo solo su lui perché mi ha colpita veramente e un approfondimento sulla sua storia e i sui suoi sentimenti nascosti sarebbe molto interessante.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 30 settembre 2015 da in Romance con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: