Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “MOLTO DI PIU'” di Lane Hayes

12027209_903269423100122_4620495633232199053_o
TITOLO: Molto di più
TITOLO ORIGINALE: Better than good
AUTORE: Lane Hayes
CASA EDITRICE ITALIANA: Libro Aperto International Publishing​
GENERE: Romance
SERIE: Better than #1
E-BOOK:
USCITA: 5 Ottobre  2015
LINK PER L’ACQUISTO: Molto di più

TRAMA: Matt Sullivan è sicuro di sapere chi è e cosa vuole dalla vita: studente, atleta, eterosessuale, ansioso di laurearsi e d’iniziare la sua carriera di avvocato. Ma una sera come tante, incontra l’uomo più affascinante che abbia mai visto e da quel momento per lui non ci sarà più alcuna certezza.
Aaron Mendez lavora per una rivista di moda e sogna di fare il fotografo, è un uomo brillante e divertente, diffidente nei confronti di uomini etero che mostrano interesse per lui, da cui ha giurato di restare alla larga.
Nonostante non riesca a negare l’attrazione che lo spinge verso Matt, non se la sente d’iniziare qualcosa con chi è ancora alle prese con i dubbi e le incertezze, soprattutto se quel qualcuno ha già una fidanzata.

 SelvaggiaQuando ho cominciato questo libro ero assolutamente entusiasta. So che a molti non piace il genere gay for you, ma io lo adoro perché per me rappresenta il concetto dell’amore più puro, quello che non si incasella da nessuna parte. Mi innamoro, punto. Di chi? Non importa, non sono io a scegliere ma è lui, l’amore. Questo concetto mi fa ammattire tutte le volte, a voi no?

A ogni modo, è proprio così che comincia questo libro, con questo ragazzo etero di nome Matt che accompagnando un suo amico gay in una discoteca, rimane folgorato da quest’altro ragazzo di nome Aaron che si comporta (almeno all’inizio) proprio come uno stereotipo. Si trucca, si atteggia, anche se non sempre… insomma, un po’ effemminato via (lo ammetto, ho un debole per questo tipo di caratterizzazione e so che vi sta venendo in mente un altro personaggio che tutti quanti noi abbiamo adorato, la cui parola più ripetuta era… Ddddioooo!!). Ecco, non siamo proprio a quel livello ma comunque lo richiama abbastanza. In realtà Aaron è un uomo molto più orgoglioso e consapevole, un uomo da ammirare per la sua capacità di rimanere sempre fedele a se stesso. Di professione fotografo, rimane colpito da questo ragazzone che in un modo un po’ maldestro (in fondo è etero, non sa bene come muoversi) cerca di avvicinarlo e a me ha fatto tanta tenerezza leggere i discorsi esitanti che cercava di mettere insieme Matty, come lo chiama Aaron, per convincerlo a dargli un’opportunità. A volte era quasi supplicante… come mi è piaciuto questo pezzo.

Bisogna anche dire che Matt praticamente sta annegando in un mare in confusione, ha una ragazza, progetti, amici eppure non riesce a farci nulla, lui deve vedere Aaron, lui deve parlare con Aaron, lui deve avere Aaron. All’inizio è disposto ad accontentarsi della sua amicizia nella speranza un giorno di ottenere chissà che cosa, perché in effetti non lo sa neppure lui cosa vuole. Sa però che non vuole perderlo, non vuole privarsi di lui, la presenza di Aaron rallegra la sua esistenza, gli fa scoprire com’è piacevole a volte fermarsi e apprezzare ciò che lo circonda, vivere il momento che si presenta con tutti i sensi. Aaron invece… già alla metà del libro si ha l’idea di un uomo (è più grande di Matt, anche se non sembra) che sa esattamente quello che vuole e per quanto si affezioni a Matty, non è disposto a scendere a compromessi, non sarà lo sporco segreto di nessuno lui, o tutto o niente. Abbiamo un mare di personaggi secondari, alcuni molto belli, ma tra i tanti mi sono piaciuti particolarmente (per non dire alla follia e amerei tanto leggere la loro storia) Jay e Peter. Peter poi… awww!

Una storia molto dolce e tenera con la giusta dose di problemi e di sensualità, me la sono proprio gustata. Una lettura assolutamente consigliata che non può mancare sul vostro fedele e-reader.

 

2 commenti su “RECENSIONE: “MOLTO DI PIU'” di Lane Hayes

  1. cesanta
    9 ottobre 2015

    salve, qual’è il livello di sensualità?
    la lettura è adatta per un adolescente di 15 anni?
    mia nipote non fa che chiedermi titoli di romanzi m/m adatti alla sua età ed io sono sempre un pò in difficoltà…grazie

    Mi piace

    • selvaggia
      9 ottobre 2015

      Ciao gentile amica, no direi che non è adatto a un’adolescente, qui il livello di sensualità è medio alto. Io ti consignerei di provare con Ragazzi Kamikaze di Jay Bell che è uno young adult ambientato in una scuola, dove il sesso viene affrontato con la gradualità tipica degli ragazzini (…o almeno così dovrebbe essere), oppure anche Tigri e Diavoli, dove i protagonisti sono adulti ma il sesso non è presente, mentre vengono largamente affrontate dinamiche come il coming out e l’omofobia nell’ambiente sportivo. Secondo me quest’ultimo è l’inizio più adatto. Continua a seguirci e alla prossima.

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 ottobre 2015 da in Romance con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: