Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “LIBERATO” di Aleksandr Voinov

Voinov-DeliveranceITA
TITOLO: Liberato
TITOLO ORIGINALE: Deliverance
AUTORE: Aleksandr Voinov
TRADUZIONE: Martina Nealli
CASA EDITRICE: 44 Raccoons LTD
GENERE: Storico
E-BOOK:
PREZZO: € 1,49 su Amazon
PAGINE: 26
USCITA: 10 Ottobre  2015
LINK PER L’ACQUISTO: Link Acquisto

TRAMA: Cavaliere imbattuto nei tornei e un tempo noto come “Leone di Kent”, William Raven si è unito alle file dei Templari in Terra Santa per sfuggire al passato e ai complotti dei suoi nemici. Chiamato a proteggere i pellegrini sulla via di Gerusalemme, qui si imbatte in Guy de Metz, suo amante del passato. Ma Guy non è più il damerino di allora.

Guy de Metz è riuscito a domare il famoso Leone, ma non a impedirne la fuga. Allontanato dalle voci e dagli intrighi, William finì per abbandonarlo senza l’ombra di un rimorso. Ora, dopo anni, l’uomo dichiara di aver dedicato la sua vita a Dio e Dio soltanto, ma Guy crede che nel cuore di William vi siano ancora la stessa fierezza e lo stesso orgoglio che conosceva lui, ed è deciso a dimostrarlo.

Liberato è un racconto storico a tema gay dell’autore vincitore dell’EPIC Award e finalista al Lambda Award Aleksandr Voinov.

SelvaggiaSubito una domanda: perché alcuni scrittori si divertono a farci soffrire? Io proprio non capisco.

Prendiamo questa novella, 26 paginette. Si legge in un’ora scarsa e quando sei arrivato alla fine vorresti prendere il tuo e-reader è gettarlo contro una parete. Non si può restare indifferenti al sistema nervoso che ti prende quando ti accorgi che in 26 pagine c’è una storia d’amore stupenda ambientata in uno dei periodi storici più cupi e tragici della storia umana, il Medioevo in Terra Santa.

Ma vi rendete conto di quante cose avrebbe potuto, avrebbe dovuto scrivere per accontentare noi lettori? Vorrei tanto che l’autore decidesse di riprendere in mano questo brevissimo racconto e lo rendesse un libro vero, non oso immaginare che meraviglia ne verrebbe fuori, visto come è riuscito a farmi immergere con estrema naturalezza nel pathos della vita dei Templari, la loro scelta di castità, il dolore per un antico amore creduto perduto e poi ritrovato, la scelta finale.

William e Guy… quanto di voi vorrei leggere ancora. Non posso ovviamente dire di più, tranne che tutto in questa novella per il mio gusto personale è perfetto. Ci sono battaglie, sentimenti, dolore, sesso e tutto in pochissime righe. Provo grande ammirazione per questo scrittore per quanto è riuscito a trasmettermi in così poco “spazio”.

Che dire? Se volete cimentarvi, secondo me non ne rimarrete delusi. A me non è successo.

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 16 ottobre 2015 da in Storico con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: