Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

POESIA DI UN UOMO PER UN UOMO

banner poesia

Buon pomeriggio amici e amiche, oggi per la rubrica “Poesia di un uomo per un uomo”, vi proponiamo un componimento di Umberto Saba.

2716_UmbertoNon tutti sono al corrente della omo-bisessualità di Saba. L’attenzione della critica si è concentrata soprattutto sul suo romanzo del 1953 “Ernesto”, rimasto incompiuto e pubblicato postumo nel 1975, dove l’elemento omosessuale è praticamente sbattuto in faccia al lettore, mentre quasi nessuno si è occupato delle ampie zone omoerotiche affioranti con diverse modalità nelle varie parti del Canzoniere.

Il Canzoniere, per chi lo ha studiato, è strutturato come una sorta di romanzo in versi, piuttosto che come un contenitore di raccolte poetiche. Ogni nucleo psicologico importante viene dunque ripreso a diverse altezze cronologiche e con diverse modalità che manifestano lo sviluppo intervenuto nel frattempo nella personalità di Saba.

Oggi vi proponiamo un componimento facente parte della tarda poesia di Saba, senza addentrarci troppo nella vita del grande poeta. A partire dalla raccolta Ultime cose (1932-45), il Canzoniere si arricchisce di un nuovo personaggio, un ragazzo reale, unico, per il quale il poeta manifesta un’intensa passione. Il giovane in questione (Saba era già sulla sessantina) si chiamava Federico Almansi ed era nato nel 1924 da Emanuele, piemontese di famiglia ebrea, librario antiquario legato a Saba da rapporti professionali e d’amicizia. Le poesie di Ultime cose testimoniano di una passione che esplode prorompente in un contesto storico sempre più cupo e che Saba sembra non solo voler dire, ma addirittura urlare al mondo. Federico, anche lui poeta, diverrà ben presto la musa fondamentale in un periodo, per Saba, di totale inaridimento poetico. Durante la guerra Saba e Federico saranno separati, l’uno perseguitato in quanto ebreo e l’altro partigiano. Si rincontreranno nel dopoguerra, quando Saba si stabilirà per lunghi periodi a casa Almansi a Milano nella speranza di trovare un lavoro in campo editoriale. Federico continuerà a essere la sua musa, apparendo trasfigurato nelle figure mitologiche di Ganimede o Telemaco di Mediterranee (1946-47), il figlio-amante a cui il poeta continua a rivolgersi, sino allo struggente epilogo di Epigrafe (1947-48, apparsa postuma nel 1959). In questa raccolta testamentaria (l’unica che Saba non volle pubblicare in vita), si intuisce una oscura crisi che determinò la fine del rapporto e che fu probabilmente ricollegabile alla grave malattia mentale (la schizofrenia ereditata dalla famiglia del padre) che colpì Federico, portandolo all’internamento in istituto nel 1949. Il giovane non uscì più dal suo stato e morì nel 1979.

Buona lettura.

ANGELO

O tu che contro me vecchio nel fiore
dei tuoi anni ti levi, occhi che all’ira
fiammeggiano più nostra come stelle,
bocca che ai baci dati e ricevuti
armonizzi parole, è forse il mio
incauto amarti un sacrilegio? Or questo
è fra me e Dio.

Alto cielo! Mio bel splendente amore!

 

 

fonti: http://www.absolutepoetry.org/

 

Il romanticismo non è prerogativa femminile. Le parole d’ amore sono di tutti proprio perchè l’ amore non ha sesso. Per chiunque voglia segnalarci delle poesie e condividere con noi e con i nostri lettori pensieri e parole rivolti alla persona amata, scriva a: 3librisoprailcielo@gmail.com.

Selvaggia

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 26 ottobre 2015 da in Poesia con tag , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: