Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “BOB IL DISTRUTTORE DI GUINZAGLI” di Sue Brown – Serie Lyon Road Vets #2

BOB IL DISTRUTTORE
TITOLO: Bob il Distruttore di Guinzagli
TITOLO ORIGINALE: Bob the Destroyer of Leads
AUTORE: Sue Brown
CASA EDITRICE ITALIANA: Triskell Edizioni
TRADUTTORE: Victor Millais
SERIE: Lyon Road Vets #2
GENERE: Romance
EBOOK:Si
FORMATI: pdf, epub, mobi
PAGINE: 127
PREZZO: € 3,49 su Amazon
DATA USCITA: 6 Novembre 2015
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio alto

LINK D’ACQUISTO: Bob il distruttore di guinzagli (Lyon Road Vets Vol. 2)

 

TRAMA: Bob è un beagle con un gran brutto carattere. Mangia ogni guinzaglio acquistato dal suo disperato padrone, Will Duffy. Un attimo prima gli sta passeggiando accanto e l’attimo dopo sta correndo libero e trionfante lungo la strada, con Will che lo rincorre.

Questo è solo un gioco per Bob fino al giorno in cui, strappando il decimo guinzaglio, viene investito dall’auto di Lawrence Taylor. Lo scontro gli fa perdere conoscenza e lo lascia con la zampa posteriore rotta. Will deve chiedere a Lawrence un passaggio dal veterinario e sopportare che l’uomo lo rimproveri fino a destinazione. E cosa ancora peggiore, Will scopre che Lawrence è un addestratore di cani!

Bob viene ingessato ed è costretto a indossare il cono della vergogna. Naturalmente, Lawrence pensa che tutto ciò di cui Will e Bob necessitano siano alcune ore di addestramento, se non fosse che Bob non ha ancora incontrato un addestratore che non è riuscito a fare desistere. Lawrence ce la farà a portare a termine il lavoro?

elyNon sai mai quando il Destino ti mette sulla strada la tua ‘persona speciale’… giusto per prepararti al fatidico incontro, anche se qui è stato più che altro uno scontro. I nostri due protagonisti, infatti, si conoscono nel peggiore dei modi, cioè quando Lawrence Taylor investe accidentalmente quella tenera canaglia di Bob, il cagnolino di Will Duffy, mentre attraversa la strada inseguendo un gatto. L’inizio non è esattamente dei più rosei, come si può ben immaginare e dopo un grande spavento, Will si ritrova a fare i conti con la propria vita a dir poco scombussolata. Con la scusa di aiutare la convalescenza di Bob, infatti, Lawrence entra prepotentemente nella sua quotidianità, portandosi dietro una spiccata attitudine al comando e l’insana capacità di contrariare Will, a cui le forti emozioni non fanno bene.

Il nostro povero William, pur essendo molto giovane, è stato davvero sfortunato: ha perso entrambi i genitori in un incidente d’auto e questo trauma lo ha segnato indelebilmente, portandolo alla depressione e a crisi d’ansia. Il ragazzo è così chiuso in sé da aver perso, col tempo, tutti gli amici che aveva e solo di recente, dopo cinque anni, è riuscito a trovarsi un lavoro. Le sue uniche consolazioni sono Bob, il cane appunto, e l’anziana vicina che lo ha visto crescere e lo aiuta in tutti i modi.

Lawrence dovrebbe essere una ventata d’aria fresca, ma si comporta come un tornado e Will ha un sacco di freni da sganciare, non ama sentirsi dire cosa deve fare, anche se Lawrence cerca di farlo per il suo bene e in questo compito non sarà solo. Siccome Lawrence è un addestratore cinofilo, conosce molto bene il dr. Evan Wells, il veterinario di Bob e, ben presto, si scopre che il mondo è davvero piccolo, perché il capo di Will è il compagno di Evan. I tre uomini si prendono a cuore la triste situazione di William – che lui lo voglia o meno – perché vengono a conoscenza del suo tragico passato.

Will ammette le loro lodevoli intenzioni e apprezza l’aiuto, così come l’amicizia che gli offrono, ma presto le cose risultano essere troppo invadenti e lui si sente soffocare. In aggiunta a questo, i sentimenti e l’attrazione che nota in Lawrence e che sente di ricambiare lo terrorizzano, perché ha già perso i suoi amati genitori ed è convinto di portare sfortuna. L’unica strada è semplice quanto dolorosa: rompere tutti questi nuovi legami e tornare alla sicurezza della sua solitudine, dove solo Bob può aiutarlo. Ma è davvero questa la scelta giusta?

Anche se la storia tocca temi delicati come il lutto, la depressione e fa accenni al bullismo giovanile, il tono rimane alquanto leggero, alternando momenti seri ad altri scanzonati, con una buona dose di erotismo. In certi momenti viene voglia di dare un ceffone a Lawrence, perché è davvero borioso e autoritario, ma sotto sotto si vede quanto è dolce e premuroso nonostante anche lui, in passato, abbia sofferto e utilizzi questo atteggiamento solo come una protezione. Will fa tenerezza per la sua vista sfortunata, ma anche lui ha bisogno di ripartire e di rimettersi in gioco verso la felicità.

È stato piacevole ritrovare i protagonisti del primo libro di questa saga, che è composta in tutto da quattro volumi, perché sono stati degli adorabili aiutanti. Ma ovviamente il migliore è Bob, il beagle, perché questo cucciolotto pestifero è stato un ottimo cupido e saprà strapparvi più di un sorriso!

2 commenti su “RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “BOB IL DISTRUTTORE DI GUINZAGLI” di Sue Brown – Serie Lyon Road Vets #2

  1. stefania
    8 novembre 2015

    buonasera volevo una informazione sapete perché ad oggi non compare su amazon? grazie per la risposta

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 5 novembre 2015 da in Contemporaneo, Romance con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: