Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

ARTE E MUSICA: “Sam Smith”

Buongiorno amici e amiche, l’approfondimento della nostra Tonyella di questa settimana è dedicato a Sam Smith, cantante londinese di 23 anni.

Buona Lettura.

ARTE E MUSICA: SAM SMITH

Mentre facevo le ricerche per la mia rubrica è uscito il nome di questo cantante, ma io non sapevo che fosse gay e così eccomi qui a parlarvi di lui.

torniaSamuel Frederick Smith, noto come Sam Smith, ha raggiunto la fama nell’Ottobre del 2012 con il singolo “Latch” con i Disclosure, che si è piazzato al 10° posto della classifica UK. Il seguente singolo “La La La” con Naughty Boy ha raggiunto invece il primo posto della classifica dei singoli, nel Maggio del 2013. Nel Dicembre dello stesso anno è stato nominato per il Brit Critics’ Choice Award 2014 e per Sound 2014 della BBC, vincendo entrambi. Il suo album di debutto, “In The Lonely Hour” è uscito nel Maggio 2014 per Capitol Records.

Nato a Londra nel Maggio del 1992, Sam è cresciuto in un’antica casa del 1600 a Great Chishill, un villaggio nelle campagne inglesi vicino a Cambridge. Nato da Kate Cassidy e Frederick Smith, all’età di 9 anni ricevette in regalo dai suoi genitori un microfono e un amplificatore usato e ogni volta che invitavano amici a cena la serata finiva con lui che cantava. Iniziarono così, per lui, le lezioni di canto e recitazione e partecipò anche a una versione per bambini di “The Rocky Horror Picture Show”. Grazie al suo insegnante di teatro, arrivò nel West End di Londra dove cantava negli spettacoli per bambini e venne scritturato poi nel coro del musical South Pacific.

“La mia prima volta nel mondo dello spettacolo: il camerino, i complimenti… una sensazione da cui sono diventato dipendente”.

Sam fu alunno della Youth Music Theatre UK, dove ha studiato canto e songwriting sotto la guida della vocalist/pianista jazz Joanna Eden. Successivamente ha frequentato la St Mary’s Catholic School a Bishop’s Storford, è stato membro del Bishop’s Stortford Junior Operatics e del famoso coro Youth Choir. Dopo Joanna Eden, Sam si trovò sotto l’ala dell’artista rhythm and blues Maxwell ed è per questo che la sua musica pop è ricca di sfumature soul e rhythm and blues.

tonia2

Nel 2008, all’età di 16 anni, i suoi genitori divorziarono (nel prossimo album vorrebbe inserire una canzone che parla di questo) e a 18 anni Sam Smith si trasferì a Londra, trovando lavoro in un bar della City. In questo periodo registrò il pezzo “Little Sailor” che fece ascoltare a Elvin Smith, un cantante che aveva aperto un concerto di Adele, e che successivamente diventò il suo manager. Elvin lo mise in contatto con Napes, ma il vero successo arrivò con la collaborazione con il duo Disclosure.

Eletto miglior promessa dell’anno dal Brits Critcs’ Choice Award 2014, Sam ha scalato le classifiche di vendita in tutto il mondo con l’album “In The Lonely”. Nel Febbraio 2015 ha vinto ben 4 Grammy Awards nelle categorie di Registrazione dell’anno e Canzone dell’anno con “Stay With Me”, Miglior album pop vocale con “In The Lonely” e Miglior artista esordiente. In questo stesso anno è stato scelto come interprete della canzone principale del ventiquattresimo film di James Bond, Spectre. Il singolo, “Writing’s On The Wall”, è stato pubblicato questo settembre.tonia3

Con un’ intervista pubblicata questa estate, Sam ha deciso di fare coming out e devo dire che tutto ciò sembra essere passato abbastanza inosservato… forse qualcosa sta veramente cambiando all’interno della comunità musicale. Sam ha deciso di annunciarlo a tutti rivelando apertamente che il suo album di esordio era proprio incentrato e nato artisticamente sull’amore non corrisposto nei confronti di un uomo. Un uomo sposato a cui una notte, da ubriaco, aveva confessato quello che provava pensando di essere ricambiato, ma purtroppo non è stato così. Il tema è stato anche affrontato con il video che accompagnava il brano “Leave Your Lover”, in cui si vedeva il cantante romanticamente attratto da un uomo che però stava già uscendo con qualcun altro.

tonia4Il suo album di debutto “In the Lonely Hour” è entrato nella Top10 in tutto il mondo e ha venduto 3,5 milioni di copie, procurandogli 6 nomination ai Grammy, lanciandolo così nel primo tour in America con date sold out ovunque, dal Minnesota al Madison Square Garden di New York.

Sam non ha mai nascosto la sua omosessualità. Quando a 13 anni un ragazzo a scuola gli chiese se era gay risponse semplicemente di sì e da quel momento la sua vita cambiò. Venne accettato dai compagni di scuola e ebbe un’adolescenza felice. Decise anche di scrivere una lettera d’amore molto intensa a un ragazzo più grande, ma quello era eterosessuale. Il ragazzo però rispose con una lettera molto gentile in cui gli diceva che lo vedeva solo come amico. “Mi commuove ancora oggi a pensarci. Si è preso cura di me e mi ha sempre protetto dagli altri. Avrebbe potuto rendermi la vita impossibile”.

I problemi però non mancarono, anche Sam infatti fu vittima di bullismo. Una volta, a scuola,  chiese in prestito una gomma da cancellare a un compagno e qundo glie la restituì, quest’ultimo corse in bagno a lavarla. Un secondo episodio si verificò in presenza di suo padre, quando venne chiamato “Frocio” da qualcuno che era in una macchina e che stava passando loro accanto. Sam raccontò così quel momento: “Ero imbarazzato per mio padre, posso solo immaginare cosa significhi per un genitore. Vorresti ucciderli. Mi sono sempre preoccupato più delle persone che mi stanno intorno, gli insulti non mi feriscono. Ho imparato a ignorarli.”

tonia6L’episodio più sgradevole però accadde  subito dopo aver lasciato la sua piccola città di provincia. Mentre camminava per le strade di Londra truccato, venne aggredito con un pugno sul collo, alle spalle.

Dopo il suo coming out, Sam ha ricevuto critiche che sono arrivate dall’interno della comunità gay, soprattutto quando ha dichiarato di essere contrario alle App come Grindr e Tinder. E’ una persona molto romantica e crede che con queste App si perda tutto il romanticismo, scorrendo via la faccia di una persona in un attimo. Molti degli uomini che ha amato non erano belli e su Gridr o Tinder li avrebbe sicuramente scartati.

Sam, con le sue canzoni dolci e sensuali, ha ammesso di voler essere non solo un’icona per il pubblico gay, ma per il pubblico in generale e in un’intervista con NME ha dichiarato: “Sono fiero di essere come sono, ma non voglio che la mia musica raggiunga solo il pubblico più vicino a me, voglio che raggiunga tutti. Voglio che chiunque, gay o etero che sia, possa apprezzarmi per quello che faccio e non per quello che sono. Ho sempre detto di voler essere un cantante, non un cantante gay perché sono gay. Mi piacerebbe essere ricordato un giorno come Stevie Wonder o John Legend. Vendo album in paesi in cui ancora oggi i gay vengono discriminati e uccisi e questa è una cosa molto importante per me. Magari una persona che compra il mio album sa che sono gay e di conseguenza cambia opinione pure sugli altri che sono come me.”

tonia5Fino a due anni fa, Sam lavorava in un bar nel distretto finanziario di Londra e quando non era al lavoro cercava il coraggio di andare in un gay bar da solo. Ha raccontato la solitudine di quel periodo nella canzone “Stay With Me”, una confessione in stile gospel sulla sensazione che provava dopo il sesso occasionale.

Qualche mese fa, Sam è stato fotografato durante una vacanza in Australia, vacanza che ha passato in compagnia di Jonathan Zeizel (insieme nella foto), un ballerino che ha conosciuto sul set del videoclip di “Like I Can”. Purtroppo l’ufficio stampa della sua etichetta ha diffuso la notizia che non stanno più insieme.

tonia7

“Ho fatto entrare nel mio letto qualcuno per più di due o tre volte, era da tempo che non succedeva”.

Vi lascio con il video di “Writing’s on the Wall (from Spectre)“:

Tonyella

fonti: https://it.wikipedia.org/wiki/Sam_Smith

http://www.105.net/news/music-biz/189072/Sam-Smith—Voglio-che.html

http://www.rollingstone.it/musica/interviste-musica/liberazione-sam-smith/2015-11-01/

http://www.queerblog.it/post/134319/sam-smith-e-gay-coming-out-del-cantante-inglese

 

6 commenti su “ARTE E MUSICA: “Sam Smith”

  1. sandra q
    12 novembre 2015

    non sapevo fosse gay dichiarato,anche se non mi stupisce di certo. bell’articolo complimenti

    Liked by 1 persona

    • tonyella
      12 novembre 2015

      Ciao Sandra e grazie! In realtà come ho detto all’inizio dell’articolo neanche io lo sapevo. A me un po’ a stupito perchè non lo avrei mai detto e inizialmente quando ho letto il suo nome non l’ho ricollegato al cantante.. (sono un po’ una frana con i nomi -_-” ) Incuriosita dal nome che mi suonava leggermente famigliare ho approfondito la ricerca ed eccoci qui. Buona serata

      Mi piace

  2. Manuela
    12 novembre 2015

    Bell’articolo, interessante, ho imparato qualcosa di più su questo ragazzo anche se non impazzisco per lui.. Purtroppo devo smentirti riguardo al cambiamento in atto nel mondo musicale riguardo all’omosessualità, Sam ha fatto coming out dopo essere salito ai vertici delle classifiche musicali e questo perché la sua immagine è stata ripulita e per i primi tempi è stato accuratamente nascosta la sua omosessualità, mi pare che la madre abbia una grossa influenza in tutto questo, ma, credimi, un cantante dichiaratamente gay è ancora ostacolato nel suo cammino verso il successo dalle grosse case discografiche ..
    Io sono dell’opinione che un artista dovrebbe essere apprezzato per quello che fa e non per chi si porta a letto, ma nella realtà non è così e mi dispiace vedere che molti prima di poter vivere serenamente la loro vita devono aspettare la fama vedi Ricky Martin, Tiziano Ferro, lo stesso Sam, Attualmente c’è un personaggio che non si è mai nascosto e nonostante l’innegabile bravura non decolla perché non ha mai accettato compromessi e non ha mai fatto mistero di quello che era ed è Adam Lambert, magari potreste dedicare un articolo anche a lui la sua storia è interessante perché mostra come un cantante apertamente gay da sempre non riesca ad avere il successo che merita, perché lo merita davvero!!
    Grazie

    Liked by 1 persona

  3. tonyella
    13 novembre 2015

    Ciao Manuela..scusa se rispondo solo ora. Anche io sono dell’opinione che un artista dovrebbe essere apprezzato per quel che fa e non per chi ama a prescindere se sia gay o etero..e il fatto di dichiararsi è una cosa prettamente personale e in questo caso forse è anche una scelta dell’etichetta discografica e non penso che il successo di una persona dipenda dal suo orientamento sessuale. Ci sono molti artisti che non riescono ad affermarsi, oppure lo fanno per un breve periodo e poi diventano delle meteore a prescindere da chi amano…
    Per quanto riguarda Adam Lambert invece ti dico che non lo conosco..non so chi sia, ma mi hai incuriosita e sicuramente farò delle ricerche…quindi continua a seguirci!!

    Mi piace

  4. Manuela
    13 novembre 2015

    continuare a seguirvi? ma assolutamente si…i vostri articoli sono interessantissimi come le vostre recensioni… mi scuso se poteva sembrare una polemica la mia, non voleva esserlo😉

    Mi piace

    • selvaggia
      14 novembre 2015

      No no, non preoccuparti Manuela, non sembrava assolutamente una polemica. Anzi, a noi fa solo piacere quando ci lasciate dei commenti che stimolino il dibattito, quindi ben venga il tuo parere diciamo “contrario”. Un abbraccio

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12 novembre 2015 da in Arte e Musisca con tag , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: