Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “INCURSION” di Aleksandr Voinov

Voinov_Incursion
TITOLO: Incursion
TITOLO ORIGINALE: Incursion
AUTORE: Aleksandr Voinov
TRADUZIONE: Martina Nealli
CASA EDITRICE: 44 Raccoons LTD
GENERE: Sci-fi
LIVELLO SENSUALITA’: Medio – Alto
E-BOOK:
PREZZO: € 3,49 su Amazon (Disponibile anche su Unlimited)
PAGINE: 82
USCITA: 7 Dicembre 2015

LINK PER L’ACQUISTO:Incursion

 

TRAMA: A volte ci si ritrova a combattere con le spalle al muro: l’importante è scegliere il muro giusto.

Quando le autorità locali gli ordinano di dare la caccia a una spia glyrinny capace di mutare forma, Kyle Juenger non ha alternative. Del resto, la ricompensa gli serve per sostituire le gambe paralizzate con un paio di arti cybernetici, e forse coi crediti rimasti riuscirà persino a fare ritorno al suo pianeta natio. Inoltre, ha un buon motivo per disprezzare i mutanti, mostri mangia-cervelli le cui armi gli sono costate le gambe.

Le uniche informazioni di cui dispone portano alla Scorpion, una navetta di ventura armata fino ai denti. Il pilota e capitano, Grimm, è un personaggio affascinante: incarna tutto quello che Kyle ha perso insieme alle gambe, ed è persino del suo stesso pianeta. In più, appartiene alla casta guerriera – in parte monaco, in parte salvatore. Ma la purezza e gli ideali di Grimm sono stati distorti dalla vita da mercenario, e Kyle è costretto a mantenere la copertura di criminale in fuga.

Questo non impedisce a Grimm di mostrare interesse, né lo dissuade dal ripetere che Kyle è molto più della somma del suo passato e delle sue inutili gambe. Ma Kyle ha altro a cui pensare: ad esempio, rintracciare un pericoloso mutante che potrebbe spacciarsi per chiunque. E come se la situazione non fosse abbastanza intricata, Kyle non riesce a capire se Grimm può aiutarlo a risolvere l’enigma… o se ne fa parte.

Mrs DarcyLa cosa che mi ha colpito maggiormente in questo romanzo breve è l’assenza di una collocazione temporale definita. La storia è ambientata in un futuro immaginario con una connotazione chiaramente fantascientifica, ma gli eventi avrebbero potuto svolgersi in mille altri contesti o in epoche storiche lontane tra di loro, come ad esempio su una nave di pirati, o durante uno scontro tra stati ed eserciti per l’egemonia del potere, o ancora durante le aspre battaglie degli antichi romani o nelle guerre medioevali, come pure tra cavalieri o moderni eserciti, e lo spirito del libro e la sua natura più intrinseca, sarebbero rimasti intatti.
Il protagonista principale del racconto è Kyle, un soldato ferito nel corpo ma soprattutto nell’anima, che di suo ha solo poche speranze, brutti ricordi e molti rimpianti, per il Mondo da cui proviene: la sua Patria è lontana e quasi irraggiungibile. La sua speranza per farvi ritorno è di trovare una spia nemica (un alieno mutante) consegnarla alle autorità e, con la ricompensa, avere la possibilità di curare il suo corpo gravemente compromesso e, forse, tornare a casa in un mondo guerriero, che non accetterebbe le sue attuali condizioni fisiche.
Le ricerche lo portano a viaggiare su una nave spaziale gestita da un eterogeneo gruppo di mercenari, capitanati da Grimm, un guerriero del suo Mondo che flirta con lui senza lasciarsi scoraggiare dalla sua menomazione e dai suoi rifiuti.
Il sospetto che il mutante non sia un ospite della nave ma uno dei membri dell’equipaggio, trasforma il viaggio quasi in un incubo per l’ex soldato e i suoi compagni di viaggio contribuiscono a minare la sua stabilità. La simpatia che prova per Inverno, un originalissimo personaggio femminile, forte e affascinante, e per la coppia Petrus e Jay, molto sexy e ammiccanti, lo rendono insicuro, mentre il corteggiamento sensuale del comandante a volte lo spiazza, a volte lo fa arrabbiare perché dalla sua non ha molte speranze di poter avere un amante o qualsiasi tipo di attività sessuale. Questa è una delle parti più intense e commoventi del libro in cui l’autore ci fa conoscere la vera natura di Kyle e ci concede di vedere stralci del suo passato.
Ci sono delle situazioni che si possono definire borderline e che innescano delle reazioni nel lettore. I confini tra bene e male sono labili, le reali intenzioni del governo sono occultate, così come quelle della fazione religiosa radicale che lentamente incombe. Abbiamo a che fare con dei temibilissimi mutaforma alieni, additati dal governo come il male peggiore, quasi uno spauracchio, ma in realtà usati per distogliere l’attenzione dai pericoli veri. O forse non è così e sono solo abili a depistare prove e menti umane?
Il protagonista, come anche il lettore, si interroga su quale sia la cosa giusta da fare, fin dove ci si possa spingere per trovare un mondo migliore o semplicemente in una nuova vita per sé.
Solo alla fine della storia Kyle capirà la verità, ma a che prezzo?
È il secondo romanzo che leggo di questo autore e ne sono molto colpita. Spero dunque vengano tradotte altre sue opere perché sono molto ben scritte e coinvolgenti, con storie d’amore intense sia sul piano fisico che sentimentale. Le descrizioni storiche o fantascientifiche sono molto curate e non appesantiscono il racconto, lasciandolo fluido e semplice, permettendo così al lettore di immergersi nella storia e immedesimarsi nei personaggi senza sforzo.

2 commenti su “RECENSIONE: “INCURSION” di Aleksandr Voinov

  1. Anna
    20 dicembre 2015

    Faccio una premessa… ho cominciato a leggere fantascienza circa…. 40 anni fa.
    E anche se ultimamente ho lasciato il genere, mi sento tranquillamente di dire, in virtù di questo, che questo E’ un romanzo di fantascienza (in una recensione l’ho persino trovato definito romanzo “fantasy”… cose da strapparsi i capelli).
    E sempre a mio parere questo è soprattutto un BUON romanzo di fantascienza… praticamente perfetto…. e l’unica differenza tra questo e tutti quelli che ho letto in vita mia è che c’è dentro una storia m/m invece che una m/f.
    E altra cosa che ho apprezzato, di questo romanzo, è il livello, perchè, fantascienza o meno, è scritto veramente MOLTO bene.
    Di quante autrici m/m potremmo dire lo stesso?

    Mi piace

  2. maria
    20 dicembre 2015

    Ho trovato molto interessante anche il precedente e mi piacerebbe molto leggere anche questo romanzo, ma il prezzo!!!
    Ci penserò

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 dicembre 2015 da in Novella, sci-fi con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: