Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “THE COWBOY QUEEN” – serie Westburg #3 – di Patricia Logan

queen
TITOLO: The Cowboy Queen
TITOLO ORIGINALE: The Cowboy Queen
AUTORE: Patricia Logan
TRADUZIONE: Francesca Giraudo
CASA EDITRICE: Westburg Publishing
GENERE: Romance
SERIE: Westburg #3
EBOOK: Si
PAGINE: 158
DATA USCITA: 29 Dicembre 2015
PREZZO: € 3,64 su Amazon
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto

TRAMA: Bellissimo e androgino, Ricky La Grange, drag queen straordinaria, ha un grande seguito al “The Red Room”, un famoso gay club in West Hollywood, California. Il suo ragazzo, il super modello Michael Francis, ha da sempre delle fantasie sui cowboy e Ricky decide di sorprenderlo con un viaggio in un dude ranch in Texas, completo di cowboy sudati in chaps. Una volta arrivati al dude, Ricky scopre che il fidanzato sembra più interessato a un particolare cowboy piuttosto che a lui.

Un vero cowboy texano, di quelli che si rollano a mano le sigarette, cattura l’interesse dei due uomini, ma Maverick Walker ha occhi solo per uno di loro, il dolce e biondo Ricky, uomo che lui sa già che sconvolgerà il suo mondo. Il cuore di Maverick batte per Ricky La Grange nell’attimo stesso in cui i suoi occhi si posano sul giovane uomo. Il suo sciocco desiderio per l’etereo biondo però, potrebbe farlo rivelare e Mav non ha intenzione di uscire allo scoperto così facilmente. L’unica opzione? Stare lontano il più possibile da un uomo che è impegnato con un altro e dimenticare in fretta il desiderio che suscita in lui. Oltretutto, la sua vita era già complicata a causa di un ex amante, Dmitri Hernandez, e dall’attrazione che prova sia per lui che per suo compagno Carlo.

Riuscirà Maverick a lasciare andare il passato per andare avanti o rimarrà per sempre nascosto, rinunciando così all’amore?

SelvaggiaAttendevo con molta ansia questo libro della nostra Patricia. Il personaggio di Ricky mi aveva affascinato da subito e proprio non vedevo l’ora di metterci sopra i miei rapaci occhietti.

Come sappiamo, la nostra Signora delle Catene ha la passione per i cross-over, quindi qualcosa già conoscevamo dei protagonisti, Mav e Ricky appunto. Mav con i suoi modi rudi e il cuore tenero, ma dalla “figaggine imperiale”… scusate scusate, lo so che non è molto politically correct ma rende perfettamente l’idea di come la sottoscritta ha percepito Mav durante la lettura del libro precedente (quello su Dmitri per intenderci). Ricky, dolcissimo e tenace, dai lunghi capelli biondi e dagli occhi viola. Come fai a non voler bene a questo ragazzo sfortunato, ma proprio tanto sfortunato, dalla famiglia infame e dalla bellezza eterea e sconvolgente?

L’autrice è stata bravissima a trasmetterci, almeno lo ha fatto con me, tutta l’angoscia che la nostra adorabile Drag Queen ha patito durante la sua giovinezza, tutto il dolore e lo scoraggiamento e la paura provata nell’essere alla mercé del mondo tutto da solo, nessuna famiglia e nessun amico ad aiutarlo. Non nego che qualche lacrimuccia me la sono lasciata scappare, ma devo dire che ancora di più mi ha incantato la sua tenacia, la sua forza interiore e la sua voglia di vivere nonostante tutto.

Quello che non mi aspettavo di incontrare, invece, è stato il famigerato, infame, brutta faccia di m***a del suo fidanzato Michael. Fidanzato è una parola grossa. Michael è la brutta copia di un uomo, un essere indegno di calpestare la terra di chiunque, tantomeno quella di Ricky. Leggendo il comportamento del verme, mi sono trovata a riflettere sul fatto che pare impossibile che esistano al mondo persone così becere, così senz’anima e senza cuore. Eppure ci sono e immancabilmente sembrano fiutare quegli esseri umani dolci e fragili che inseguono, anzi che bramano, un po’ di attenzioni e di amore. E’ incredibile come riescano sempre a trovare la vittima giusta su cui scaricare il loro rancore e il loro egocentrismo.

Eeeee oooocheeisss, dopo questa acuta osservazione torniamo al libro.

Vi ricordate Dmitri e tutta la storia del Dude Ranch? Beh, è tutta qui alla fine. Ricky regala al malefico M. (non merita neppure che scriva il suo nome per intero) una vacanza, con la speranza di ritrovare il romanticismo e la passione. Non penso che Ricky sia davvero innamorato, solo fuorviato dalla bellezza devastante del supermodello. Ovviamente Ricky non si aspetta di certo che M. si metta a fare il cascamorto con chiunque, a comportarsi da bestia e a trattarlo con tanta cattiveria e meschinità. Ma ecco che arriva sul suo stallone il cowboy per eccellenza, con tanto di chaps e di sigarette rollate a mano, tutto il pacco… ops, scusate, il pacchetto completo. Eccolo: Mav!

Allora, ogni volta che leggevo “Mav” da qualche parte, inevitabilmente mi veniva in mente un giovane Tom Cruise nell’apoteosi del testosterone, il film Top Gun. Mi ero anche un po’ stufata, in effetti, perché è vero che il nostro piccolo Tom ha ancora il suo perché, però si è un po’ imbolsito, non trovate? Quindi tanta gratitudine a Patricia che ha sostituito nella mia mente a senso unico il Mav pilota con il Mav stallone… ehm ehm, scusate ancora, il Mav cowboy.

Mav e Ricky si avvicinano e si allontanano, ancora e ancora, ed è stato molto incoraggiante leggere di uomini che si mettono in gioco per il motivo giusto, che non hanno paura di loro stessi e che si sforzano di migliorare. Loro fanno tutto questo, in questo bel romanzo ricco sì di tensione sessuale (a volte, anche troppa), ma anche di sentimenti profondissimi che ti fanno sperare che certe situazioni e certe relazioni non esistano solo sulla carta.

Quindi, bando agli indugi: acqua fresca, ventaglio, letto, scaldino ai piedi, mici e cani se li avete e immergetevi nei soffusi colori texani, per conoscere e amare questi due uomini meravigliosi.

4 commenti su “RECENSIONE: “THE COWBOY QUEEN” – serie Westburg #3 – di Patricia Logan

  1. perrypotter
    4 gennaio 2016

    Io ADORO le tue recensioni. Traspare tutta la tua passione, tutto l’amore o l’indifferenza in rari casi che hai provato leggendo un libro, tutto l’entusiasmo che ti trasmettono i personaggi, riesci a trasportare chi ti legge all’interno del libro stesso e questo è possibile solo grazie all’amore profondo che provi per la lettura. Mi fai sempre pensare a una bambina che prova a raccontare una gita al parco divertimenti che sognava da anni con la differenza che una piccina incespica mentre tu vai diretta come un razzo. Forse l’immagine non è lusinghiera e se è così me ne scuso, ma è così che ti immagino: con le guance rosse e gli occhi brillanti… sono strana lo so.
    Dette le mie cagate, passiamo oltre. Non ho ancora cominciato la serie anche se ne ho tutta l’intenzione e dopo questa recensione penso che non lascerò passare più un momento per iniziare.
    Grazie come sempre e alla prossima.
    Patrizia
    p.s. già detesto Michael😀

    Mi piace

    • Francesca
      5 gennaio 2016

      Ti rispondo per prima io, che Anna la conosco bene. Ed è proprio così. E’ una forza della natura e una persona speciale. Sono molto fortunata ad averla nello staff, ma soprattutto come amica.❤

      Mi piace

      • selvaggia
        5 gennaio 2016

        Idem per me, mia cara bossa. Idem per me. Sono io quella fortunata ad avere trovato una donna straordinaria come te, che mi sta insegnando tanto di tutto (anche come stare al mondo) e che mi è sempre accanto. ailoviuforever…. come cacchio si fanno i cuoricini, porca miseria??

        Mi piace

    • selvaggia
      5 gennaio 2016

      Ohhhhh ma Patrizia, vuoi proprio farmi piangereeeee… Grazie per le tue bellissime parole e per la bellissima immagine che mi hai trasmesso. E direi che ci hai pure preso, ehehehehhe!!. Grazie veramente e mi raccomando, continua a seguirci con lo stesso affetto. Io cercherò sempre di dare il massimo. Un bacione grande

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 4 gennaio 2016 da in Recensione, Romance con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: