Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “72 ORE'” di Clare London

 72 ORE
TITOLO: 72 Ore
TITOLO ORIGINALE: 72 Hours
AUTORE: Clare London
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
TRADUTTORE: Emanuela Graziani
GENERE: Poliziesco
E-BOOK:
PREZZO: € 5,99 su Amazon e sito Editore
PAGINE: 311
USCITA: 22 Gennaio 2016
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Molto Alto
LINK PER L’ACQUISTO:
ATTENZIONE: SPOILER

 

TRAMA: Una volta, Tanner McKay e Niall Sutherland erano molto più che due semplici colleghi agenti dell’Intelligence. Ma poi, una missione è andata terribilmente storta e ha mandato tutto in pezzi, spingendo Tanner a sparire e a interrompere la loro relazione, abbandonando la squadra.

Ora, alcuni attentati misteriosi stanno minacciando il Team, e il loro capo è determinato a riunire tutti prima che sia troppo tardi. Rintraccia McKay in una malmessa area roulotte, portando con sé una persona molto sgradita in cerca di un rifugio temporaneo: Niall, l’uomo che Tanner pensava di non dover rivedere mai più. E che è sicuro condivida lo stesso sentimento.

Intrappolati in una situazione che è sia claustrofobica che altamente pericolosa, Tanner e Niall devono ripercorrere il loro passato e riconsiderare le loro percezioni, la loro lealtà – e i loro desideri – per poter sopravvivere e possibilmente per plasmare un futuro insieme.

 

MOKINATanner e Niall hanno dei trascorsi piuttosto burrascosi. Si sono amati molto, anche se non se lo sono mai confessato apertamente e dopo l’ennesimo furioso alterco, a causa del quale sono stati sospesi dal lavoro, non si vedono ormai da tre mesi. Ma il fato ha strane e tortuose vie per arrivare al risultato che si è prefisso e, complice una situazione di estremo pericolo, i due dovranno vivere 72 ore a stretto contatto. Difficile decidere cosa sarà più pericoloso: la talpa che ha deciso di colpire i membri del loro team o l’inevitabile confronto che li porterà a sezionare in tanti minuscoli pezzi la loro defunta relazione?

72 ore è un poliziesco sicuramente atipico nel suo genere in quanto, a momenti pieni di azione, si susseguono pagine e pagine di intime riflessioni e introspezioni che in alcuni momenti, a mio avviso, rallentano troppo il ritmo del libro. Il punto di vista che ci viene fornito è solo quello di Tanner e attraverso i suoi ricordi veniamo a conoscenza di come lui e Niall si siano conosciuti, di come il loro rapporto sia sbocciato e di come sia infine crollato, scontrandosi contro caratteri diametralmente opposti e un differente modo di vedere la vita. Naturalmente il tutto è piuttosto parziale, in quanto rispecchia le idee e i sentimenti di una sola delle due parti in causa. Proprio per questo, mi è sinceramente dispiaciuto non poter avere anche il punto di vista di Niall, il più freddo e controllato dei due, quello che però, sotto le braci, nasconde un vulcano di emozioni e sentimenti.

Tutto il romanzo è circoscritto nelle 72 ore del titolo e i nostri due protagonisti, all’inizio, vivranno con molta difficoltà la forzata e claustrofobica convivenza in una piccola e fatiscente roulotte, rifugio di Tanner negli ultimi tre mesi. Infine, saranno costretti a “parlare” e, considerato che è proprio la mancanza di dialogo uno dei loro più grossi problemi, questo non potrà che essere positivo. Il loro è stato un rapporto virile, mai sdolcinato, senza tante parole e tempo per i sentimentalismi. Ma ora è il momento di mettere a nudo il proprio cuore. Le scene di sesso (trascorse e non) sono descritte magnificamente, esattamente come ti aspetteresti del sesso tra due maschi. Veramente coinvolgenti e molto molto hot.

A poco a poco, veniamo a conoscenza della causa scatenante della loro rottura, che è comunque la punta di un iceberg molto più grande. E fortunatamente, perché se fosse solo per quello, risulterebbe veramente esagerata. Da lì una serie di assurdi fraintendimenti, immotivate gelosie senza prima capire se ce ne sia motivo o no e strani atteggiamenti, anche da parte dei membri del team, li tengono separati (e sto ancora cercando di capire perché).  Parlando del famigerato Team del quale fanno parte, sinceramente, non posso che esprimere qualche dubbio sulla loro valenza come agenti sul campo. A me sembra che vengano troppo spesso presi in contropiede e tenuti ostaggio dal terrore di un pericolo. Ci si immaginerebbe un gruppo di agenti freddi e controllati ma in effetti, già il credere che una roulotte circondata da civili ignari possa essere un nascondiglio sicuro, fino al dimenticarsi che un paio dei loro siano ancora in pericolo verso la fine del libro, mi ha fatto nascere qualche piccolo sospetto. Sicuramente, il migliore tra tutti è il grande Dylan… e poi mi saprete dire se ho ragione o no eheh!

L’impianto narrativo scelto dall’autrice, tra la circoscrizione temporale, i continui flashback e le vicissitudini al presente, è certamente piuttosto complicato. Nonostante ciò, il libro è scritto molto bene e, pur rallentando un po’ nella parte centrale, negli ultimi capitoli ci regala un crescendo di emozioni, fino all’happy end, bello e realistico. Concludendo, pur lasciandomi qualche piccola perplessità, questo libro mi è piaciuto e ne consiglio la lettura agli amanti dei polizieschi che non si mettano paura di fronte a una bella storia d’amore. O anche a chi predilige un buon romance con un pizzico di adrenalina!!

 

Un commento su “RECENSIONE: “72 ORE'” di Clare London

  1. Luisa Nespolo
    23 gennaio 2016

    Una sola parola. Bellissimo

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 gennaio 2016 da in Contemporaneo, Poliziesco, Romance con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: