Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “IL FANTASMA DAI CALZINI GIALLI” di Josh Lanyon

il fantasma dai calzini gialli
TITOLO: Il fantasma dai calzini gialli
TITOLO ORIGINALE: The Ghost Wore Yellow Socks
AUTORE: Josh Lanyon
TRADUTTORE: Chiara Messina
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
GENERE: Suspanse
E-BOOK:
PREZZO: € 4,99 nei maggiori store
PAGINE: 200
USCITA:  16 Dicembre 2014
LIVELLO DI SENSUALITA’: Basso
LINK AMAZON:   
Il fantasma dai calzini gialli

TRAMA: Dopo un disastroso weekend romantico, il timido pittore ventenne Perry Foster scopre che le cose possono sempre andar peggio quando, di ritorno da San Francisco, trova il cadavere di un uomo nella sua vasca da bagno.

Un cadavere con addosso un giubbotto sportivo alquanto brutto… e dei calzini abbinati.

Perry non ha idea di chi sia il defunto, ma la cosa non gli è di gran conforto.

Come ha fatto un uomo morto mai visto prima a finire nel suo appartamento chiuso a chiave presso l’isolato Alston Estate, nelle selvagge profondità del Vermont? Perry chiederà aiuto all’alto, ombroso e ostile ex Navy SEAL Nick Reno…

Ma Reno è davvero ciò che sembra?

 

MOKINACome sempre la Lanyon non sbaglia un colpo e ci regala un delizioso mistery-thriller dall’ambientazione leggermente gothic e con quel tocco di giallo che mi ha ricordato gli indimenticabili romanzi di Agatha Christie. L’ambientazione nella grande villa in stile gotico (rappresentata nella magnifica cover) è particolarmente azzeccata e devo ammettere che in alcuni momenti mi sembrava di giocare a Cluedo insieme alla Scooby Gang!

Il valzer di strambi personaggi, l’apparire e scomparire di cadaveri e il richiamo a lontani segreti rendono la trama intrigante e per certi versi sorprendente. I personaggi di contorno, poi, sono veramente ben caratterizzati e ci vengono descritti in maniera tale da rendere difficile poterli dimenticare. Anche il villain di turno non è proprio così facile da identificare e fino all’ultimo sono rimasta in sospeso tra almeno due persone. Per quanto riguarda i due protagonisti li ho adorati entrambi.

Perry è delizioso, ma non bisogna lasciarsi fuorviare dalla sua aria gracile e dal modo di fare dolce e accomodante, il ragazzo è molto sveglio e anche piuttosto coraggioso. Nick è un uomo confuso che sta sicuramente vivendo un momento di crisi e che, nonostante quello che dice e pensa, ha bene in mente quale sia il suo vero orientamento sessuale. Non ci si scopre gay all’improvviso a causa del turbamento provocato da due occhioni da Bambi, infatti il nostro rude marine sa benissimo di essere omosessuale, anche se non lo va strombazzando in giro. Il dolcissimo Perry, costruito di ferro e ricoperto di fragilità, riuscirà a fargli comprendere NON quelle che siano le sue preferenze sessuali, di cui il marine è ben conscio, ma che queste preferenze sono giuste e vale la pena viverle in pieno.

Per gli amanti del romance puro, mi duole informarvi che non vi dovete aspettare romanticherie e paroline dolci da parte di entrambi i protagonisti. Nonostante ciò, anche se potrebbe non sembrare, questo libro è molto tenero e l’evoluzione del rapporto d’amore tra i due è piena di piccoli gesti premurosi, languide occhiate e parole non dette. Avrei preferito forse un po’ di romanticismo in più, ma in effetti, considerato il carattere dell’ex Navy-seal, era praticamente impossibile pretendere sdolcinature varie e probabilmente è stato giusto così e certamente più coerente con il personaggio. A mio personalissimo avviso, la mancanza di romance è l’unica pecca di questo, altrimenti, godibilissimo libro, avrei preferito qualche pagina in più dedicata a Perry e Nick e in meno alla risoluzione del caso. Un po’ più di “ammmorrre” e magari un finale meno frettoloso.

Un’ultima cosa: ho notato una grandissima similitudine tra il personaggio di Perry e l’Adrien English dell’omonima serie, sempre della Lanyon. Spero che in futuro anche il giovane pittore e il suo marine possano avere altri libri a loro dedicati. Sono convinta che entrambi i personaggi meritino.

 

 

2 commenti su “RECENSIONE: “IL FANTASMA DAI CALZINI GIALLI” di Josh Lanyon

  1. Liz_801
    25 febbraio 2016

    Io odio la Lanyon. La odio perché è con buone probabilità la migliore autrice di M/M esistente, riesce a rendere qualsiasi libro incredibilmente appassionante anche con generi come il giallo che di solito mi provocano immensi sbadigli eppure pare avere una qualche avversione per gli happy ending tradizionali e il romanticismo.
    Insomma a contenuti potrebbe essere tranquillamente la mia autrice preferita ma ormai ci penso due volte prima di comprare i suoi libri, ho sempre il timore di non restare soddisfatta come vorrei, o quanto meno nell’ambito che vorrei..
    Questo fantasma dai calzini gialli io l’ho amato tantissimo e mi trovo d’accordo con ogni parola della recensione, non sono riuscita a staccare per un secondo gli occhi dal mio kobo ed ho trovato adorabili i piccoli gesti teneri tra i due che pur essendo molto meno di quanto avrei voluto sono davvero ben inseriti nella storia.
    Il finale l’ho trovato più che frettoloso un po’ dolceamaro, come se non volesse dare un lieto fine al 100 % ma lasciarlo alla fantasia del lettore cosa che mi è piaciuta pochino, io adoro i finali aperti se ben scritti normalmente ma nei gay romance io mi aspetto finali da favola e confetti non un incertezza simile.. anche io spero in un seguito e in un po’ più di romanticismo..

    Mi piace

  2. mokina
    25 febbraio 2016

    Sicuramente un filino di romanticismo in più ci sarebbe stato a pennello e per quanto riguarda il finale hai perfettamente ragione. L’autrice non ha voluto darci la sicurezza al 100% di un “e vissero felici e contenti”… Speriamo in un seguito, anche perché, pur amando molto Adrien della serie Adrien English, devo ammettere di preferire diecimila volte Nick a Jake Riordan.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 febbraio 2016 da in Recensione, Romance, Suspence con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: