Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

NOI LI SOGNAMO COSI’… WEBER e CYRUS de “RANOCCHIO” di Mary Calmes

 

ranocchio1

TRAMA: Weber Yates ha sempre sognato di diventare un professionista del rodeo, ma si ritrova a lavorare come garzone in un ranch in Texas. La sua unica relazione è con un uomo completamente diverso da lui, così al di fuori della sua portata che, fosse stato sulla luna, sarebbe stato più vicino. O a San Francisco, dove Weber si ferma per salutarlo un’ultima volta, prima di cercare di sistemarsi e di vivere una vita umile e solitaria, proprio come quella – pensa lui – di un ranocchio.

Cyrus Benning è un neurochirurgo di successo che non si fa sfuggire un solo dettaglio. Ha messo gli occhi sul principe, vestito da povero cowboy, sin dall’inizio. Ma ogni volta che Weber se ne va, si fa sempre più difficile per Cyrus, che non sa fino a che punto il suo cuore potrà resistere. Ora il dottore ha un’ultima possibilità per dimostrare a Weber che non è certo il suo lavoro a renderlo l’uomo perfetto per lui, bensì Weber stesso. Con l’aiuto di sua sorella e della sua famiglia in pezzi, Cyrus è pronto a dimostrare a Weber che la casa e la vita che ha sempre cercato sono lì con lui, davanti ai suoi occhi. Cyrus gli ha dato un ultimatum, una volta, è vero, ma ora questo si è trasformato in un voto solenne: non lascerà che Weber esca dalla sua vita, mai più.

 

Quando tornammo alle stalle, mostrai ai bambini cosa bisognava fare alla fine di una cavalcata e loro guardarono attentissimi. Mentre camminavamo nuovamente verso il giardino vidi Cyrus, sua madre, il presunto partner del fine settimana, Rachel e un altro uomo, che doveva essere suo marito Brett; erano tutti quanti in piedi, sotto l’albero su cui si
era arrampicato Micah. Brett si stava preparando per arrampicarsi a sua volta e raggiungere il nipote.
“Vieni giù?” gli chiesi, quando arrivai sotto la quercia.
Il bambino annuì.
“Quando?”
“Ha paura,” mi disse Carolyn.
“Abbiamo provato a convincerlo, a farlo staccare da lì,” disse Cy, mettendomi una mano sulla schiena, “ma non ne vuole sapere.”
Feci un respiro e vidi che Micah aveva iniziato a tremare.
“Fa freddo, vero?”
Annuì di nuovo.
“Beh, allora, se vuoi scendere, fai in fretta,” brontolai, aprendo le braccia verso di lui. “Molla l’osso. Lo sai che ti acchiappo.”
Si spostò da un lato e cadde dal grosso ramo, più o meno a tre metri di altezza, direttamente tra le mie braccia. Lo acchiappai con facilità e lo misi per terra. Mi inginocchiai e vidi il labbro inferiore che gli tremava.
“Adesso sei triste perché non sei andato a cavallo, vero?”
Annuì.
“La prossima volta dimmi la verità, quando sei in difficoltà. Non ci guadagni niente a dirmi bugie.”
Si scagliò verso di me e mi mise le braccia al collo. Lo tirai su e lo strinsi forte, camminando oltre la piccola folla, verso la casa.

2 commenti su “NOI LI SOGNAMO COSI’… WEBER e CYRUS de “RANOCCHIO” di Mary Calmes

  1. Alice
    8 marzo 2016

    Uno dei primi M/M che ho letto, tra l’altro uno dei più belli in assoluto..indimenticabile secondo me.

    Mi piace

    • Mon Reve
      8 marzo 2016

      Bellissimo, quando sono al pc ascolto l’ audiobook (anche se è un po piatto). praticamente lo so a memoria.

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 8 marzo 2016 da in NOI LI SOGNAMO COSI' con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: