Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

ARTE E MUSICA… QUEI DUE

ARTE E MUSICA

Buongiorno amici di Tre Libri Sopra il Cielo, oggi la mia attenzione torna al teatro e allo spettacolo di Massimo Dapporto e Tullio Solenghi, per la prima volta insieme nella rappresentazione che sta andando in scena in questi giorni, “Quei Due”.

dueScritta da Charles Dyer a metà degli anni ’60 e resa celebre da un adattamento cinematografico con Richard Burton e Rex Harrison, “Quei Due” è una commedia che parla di un momento critico per la società inglese di quel periodo, quando l’omosessualità era considerata un reato clandestino da perseguire. Massimo Dapporto e Tullio Solenghi sono per la prima volta insieme in un’inedita coppia gay.

“Noi facciamo riferimento a questa situazione, alla castrazione di Alan Turing e ai suicidi dei gay, ma il testo è tutt’altro che lugubre. Un tempo negli spettacoli comici il personaggio gay era un elemento che faceva sorridere e non risolveva niente: non sarebbe stato il protagonista. Ma soprattutto in questa stagione si è toccato il tema senza cliché, con personaggi pensati non solamente per ottenere una risata facile. A maggior ragione il testo risulta attuale e non solo per il messaggio di fondo sul riconoscimento culturale e sociale delle coppie omosessuali”. (Dapporto)

 

due1Massimo Dapporto e Tullio Solenghi sono rispettivamente Charlie e Harry, barbieri della periferia londinese che vivono assieme da una trentina d’anni, con tutte le dinamiche di due coniugi provati da una vita fatta ormai di continui litigi, di futili battibecchi, di sofferenze inferte volontariamente, ma entrambi sapendo di non poter più fare a meno l’uno dell’altro.

 

Scoperto in abiti femminili in un locale pubblico, Charlie aspetta con ansia crescente la convocazione in tribunale, proprio il giorno in cui sta per conoscere la figlia ventenne, frutto di un “errore di gioventù”. Harry tenta di distrarlo in tutti i modi, rischiando così di venire ferocemente canzonato per la sua calvizie, nascosta da molti strati di fasce: un grottesco turbante permanente.

 

due2Dopo una serie di piccoli/grandi colpi di scena, compreso un maldestro tentativo di suicidio da parte di Harry, sempre in bilico tra la farsa e la tragedia, arriva il fatidico giorno dell’udienza in tribunale. Lo sguardo fisso, il passo incerto, Charlie vi si avvia rifiutando la compagnia di Harry che potrebbe danneggiarlo. Ma, compreso che la sua vicinanza gli è indispensabile, lo chiama a gran voce accanto a sé. Così i due si ritrovano senza più nulla della loro presunzione, in quel connubio di solidarietà e compassione che ancora li tiene saldamente e amorevolmente uniti.

“Quei Due” è una commedia che invita a importanti riflessioni su temi sempre attuali.

due3due4

Esiste un precedente sui nostri palcoscenici in una splendida edizione interpretata da Paolo Stoppa e Renzo Ricci, mentre l’originale londinese fu tenuto a battesimo da Patrick Magee e Paul Scofield, mentre la versione cinematografica vide cimentarsi Richard Burton e Rex Harrison.

 

due5Quando si parla di umanità vere poste di fronte al pensiero incombente della morte, emergono sentimenti di affetto e unione. Questa profondità in cui ci siamo identificati ha cancellato ogni tipo di caratterizzazione becera dalle nostre interpretazioni”. (Solenghi)

Massimo Dapporto e Tullio Solenghi hanno lavorato sulle sfumature dei caratteri e degli scambi che creano empatia e divertimento: così, con tratti di crudele ironia, l’attore fallito e fanfarone Charlie e il civettuolo Harry, ossessionato dal trascorrere del tempo, sono ritratti nell’arco di una notte passata a confrontarsi nel sottoscala, dove i due lavorano come barbieri e dove per trent’anni si sono metaforicamente rinchiusi e nascosti.

 

 

 

FONTI: http://www.skylineclub.it/teatro-gay-e-normalita-con-solenghi-e-dapporto-dal-313-al-manzoni-di-milano/

http://www.teatrostabileveneto.it/events/event/quei-due-il-sottoscala/

 

Tonyella

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 7 aprile 2016 da in ARTE E MUSICA con tag , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: