Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

ARTE E MUSICA… SONO DIVENTATO ETERO

ARTE E MUSICA

Buongiorno a tutti, oggi l’attenzione della rubrica è rivolta al teatro e quindi vi parlerò dello spettacolo “Sono diventato etero!”, andato in scena al Teatro Millelire di Roma nel Marzo del 2013.

 

eteroDichiarato dalla stampa e dal pubblico uno straordinario fenomeno teatrale, scritto da Lorenzo De Feo, “Sono diventato Etero!” affronta in maniera brillante, ma non leggera, il rapporto tra madre e figlio. E’ il racconto, ironico e sensibile, dello stupore di una madre verso il figlio omosessuale, accettato dalla famiglia e dalla società, che all’improvviso dichiara la sua eterosessualità. La donna, con l’aiuto del migliore amico del figlio, segretamente innamorato di lui, cerca di farlo tornare sui suoi passi. Sul palco si confrontano, ma soprattutto si scontrano, le grandi passioni della vita: l’egoistico amore della madre, la ribellione del figlio e l’amico che ama l’amore.

 

etero1In scena troviamo tre personaggi che si animano in un unico ambiente, la casa di Marco, tratteggiata in maniera molto essenziale: una scrivania con un computer, due poltrone accanto al telefono e la porta di una cucina. La scena si apre sul protagonista che risponde, con tono concitato e incerto, alla telefonata della sua nuova fiamma, ma subito irrompe sul palco la madre Isabella, che insieme all’amico del figlio Dado, dichiara di trasferirsi dal figlio, invadendo i suoi spazi, per fare tutto ciò che è in suo potere al fine di riportarlo sulla retta via dell’omosessualità.

 

etero2Isabella e Dado iscrivono Marco a una chat gay dove conosce il misterioso “Occhi a mandorla” e da qui si susseguono a ritmo serratissimo intrighi, bugie, inganni, sotterfugi, stratagemmi, litigi, rivelazioni ed equivoci che culmineranno in un finale a sorpresa.

Nella commedia vengono evidenziati il rapporto tra madre e figlio, quasi sempre conflittuale ma profondo. Si evince la volontà di Isabella di plasmare Marco nell’immagine che si era prefigurata di lui, tradendo la smania di affermazione e realizzazione che va ben oltre la felicità del figlio. La donna rappresenta una caricatura di sé stessa, da cui emerge una madre estremamente premurosa, autoritaria, oppressiva, assillante, sicura di sé, ma che nasconde delle fragilità.

E’ una storia di aspettative create e deluse, quelle della madre sul figlio felicemente gay, quelle di Marco sull’eterna e disinteressata amicizia di Dado, quella di quest’ultimo sulla realizzazione del suo idillio amoroso col protagonista. Come a voler dire che la costruzione e distruzione dell’immagine di sé, e dell’altro, mettono in moto l’azione, con conseguenze del tutto imprevedibili.

etero3“Sono diventato Etero!” mette in scena le forti personalità dei personaggi e le loro subdole trovate per prevaricarsi a vicenda. Una commedia esilarante interpretata da Cristiano Leopardi (Marco), Sonia De Meo (Isabella) e Antonio Lupi (Dado), brillanti attori e cantanti che scandiscono lo scorrere della narrazione con armonia e brio.

 

 

 

FONTI: http://www.lineadiretta24.it/comunicati-stampa/sono-diventato-etero-al-teatro-millelire.html?print=pdf

http://www.thefreak.it/sono-diventato-etero-in-scena-al-teatro-millelire/

 

 

 

Tonyella

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 aprile 2016 da in ARTE E MUSICA con tag , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: