Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “LEGAMI DI TERRA” di G.N. Chevalier

LEGAMI DI TERRA
TITOLO: Legami di terra
TITOLO ORIGINALE: Bonds of Earth
AUTORE: G.N. Chevalier
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
TRADUZIONE: Laura Di Berardino
GENERE: Storico
E-BOOK:
PREZZO: € 5,99 su Amazon
PAGINE: 241
USCITA: 25 Aprile 2016
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Alto
 

TRAMA: Nel 1918, Michael McCready torna dalla guerra con un unico obiettivo: perdersi nella ricerca del piacere. Un tempo giovane studente di medicina promettente, Michael ha sepolto i suoi sogni insieme ai corpi spezzati degli uomini che non è riuscito a salvare. Fuggito da New York per preservare l’unica relazione che per lui ha ancora valore, assume l’incarico di giardiniere in una tenuta di campagna, ma ben presto scopre che la casa nasconde segreti e dolori. Mentre Michael cura i giardini trascurati della tenuta, il suo solitario datore di lavoro riporta alla luce ricordi che Michael vorrebbe disperatamente dimenticare.

Il corpo di John Seward è stato menomato dalla guerra insieme alla sua volontà di guarire, fino a quando una crisi familiare lo convince a proseguire le cure. Così come la salute e le prospettive di John migliorano sotto la cura di Michael, l’animosità cede il passo alla comprensione. Lui e John scoprono che la loro battaglia per imporre la propria volontà si sta trasformando in qualcosa di più forte, ma la paura potrebbe impedire loro di trovare speranza e guarigione l’uno nell’altro.

 

Mrs DarcyLo ammetto: adoro i libri storici, purtroppo sono un genere con scarsa disponibilità di titoli ma quando ne esce uno, non me lo faccio di sicuro sfuggire. Questo l’ho amato dal primo istante, sono rimasta subito colpita dal protagonista, Michael, presentato in modo ambiguo, ma che in poche pagine si esprime in tutto il suo valore: massaggiatore in un locale equivoco gay, reduce di guerra (la 1° guerra mondiale), costretto a lavorare come giardiniere dallo zio sotto ricatto, fratello devoto.

Lasciare New York è dura per lui. Oltre alla sorella Margareth, di cui si occupa da anni, deve lasciare la sua più cara “amica” Millie, padrona del locale dove lavora ma anche l’unica che si preoccupa per lui; inoltre è gay e certo non spera di trovare compagnia in un paesino fuori dal mondo, dove suo zio Paddy lo ha spedito dopo la scoperta della sua diversità.

La villa signorile è molto bella, anche se trascurata come il suo giardino, i suoi occupanti sembrano scorbutici e prevenuti verso il forestiero, ma il giovane cerca in ogni modo di farsi accettare anche perché il lavoro gli serve, non solo per sé, ma per la sorella e i suoi nipoti. Prima della guerra aveva desideri e sogni, ma i lunghi anni passati sui campi di battaglia come portaferiti e soccorritore lo hanno segnato molto e ora l’unica cosa che esercita è il massaggio terapeutico, in cui è molto dotato.

L’incontro con l’eterogeneo gruppo che abita la villa cambia la sua vita: l’anziano giardiniere-custode Abbott, scontroso e diffidente, sua moglie Mary gentile e comprensiva, la loro giovane nipote Sarah silenziosa e triste e, soprattutto, il nipote della proprietaria, il solitario e menomato John, presenza inquietante e nascosta al mondo. L’antipatia tra i due è immediata sia per la differenza di classe, sia per le ferite che tutti e due si portano nella mente e nel fisico, ma una promessa alla ragazzina spinge Michael a occuparsi di lui impegnandosi, anche contro il suo volere, nella riabilitazione fisica e, in seguito, anche spirituale.

L’attrazione e gli scontri tra di loro sono molteplici, gli sguardi e il desiderio si moltiplicano ma siamo nel 1919, i gay sono chiamati “invertiti”(ed è la parola meno volgare), per loro vi sono molti pericoli e nessun diritto, come spiega il travestito Millie in un capitolo particolarmente commovente, in cui ci fa capire i tempi e le persone. Così forse possiamo comprendere e perdonare certi comportamenti, soprattutto della sorella di Michael, Margareth, patetica figura di donna, fragile e molto religiosa, anzi bigotta che non riesce a superare la diversità del fratello, non riesce ad amarlo nonostante l’abnegazione di lui e il suo profondo e incondizionato amore per lei.

La storia è inframezzata dai ricordi dolorosi di Michael e da accenni al ferimento di John, con momenti di commovente amore e altri di dolore e sbandamento, fino a quando tutto sembra perduto, tutto impossibile e il primo fugge via da tutto e tutti, senza speranza, ma fino a quando?

Molti personaggi interessanti e indimenticabili sono coprotagonisti di questo bellissimo romanzo, oltre a quelli già menzionati: il dottor Parrish, un uomo comprensivo e intuitivo oltre che un medico eccezionale, generoso ma non invadente, quasi un padre per Michael; l’infermiera Elisabeth e la madre superiora, donne all’apparenza inflessibili ma che sono l’asse portante dell’ospedale; il terapeuta-psicologo Collins, il gretto e violento zio Paddy.

L’intensa storia d’amore è molto commovente e passionale, anche se non nel modo hot di altri libri: gli incontri sessuali di Michael della sua giovinezza o nei posti equivoci che il suo essere gay gli impongono sono molto sessuali, mentre il tenore cambia dopo l’incontro tra i due protagonisti, il sesso nudo e crudo si trasforma in erotismo, incrementato dalle terapie e massaggi che li costringono a interagire, in un crescendo di passione e desiderio.

Consiglio il libro non solo agli amanti dei libri storici, perché la storia è uno spunto e uno sfondo, ma soprattutto per i protagonisti e la loro splendida storia d’amore.

2 commenti su “RECENSIONE: “LEGAMI DI TERRA” di G.N. Chevalier

  1. Annanelly
    29 aprile 2016

    Avevo comprato il libro su prenotazione perchè anch’io amo i libri storici ( anche se la Grande Guerra non è tra i mie preferiti): non l’ho ancora letto, ma wauh! la tua recensione così sentita mi spinge a cominciarlo stasera.
    Vediamo se farà provare anche a me le stesse emozioni.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 28 aprile 2016 da in Romance, Storico con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: