Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “FIDANZATO DI SCORTA” di River Jaymes

fidanzato di scorta
TITOLO: Fidanzato di scorta
TITOLO ORIGINALE: The Backup Friends
AUTORE: River Jaymes
TRADUZIONE: Barbara Cinelli
CASA EDITRICE:Triskell Edizioni
GENERE: Romance
EBOOK:Si
PAGINE:224
DATA USCITA:29 Ottobre 2014
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto
TRAMA: Professionalmente parlando, il dottor Alec Johnson ha quasi raggiunto tutti i suoi obiettivi. Insieme al suo ex, il dottor Tyler Hall, è anche il vincitore di un premio a loro destinato per il lavoro che svolgono con i senzatetto. Purtroppo, però, la sua vita privata fa un po’ pena, soprattutto perché ci sono in previsione per lui diversi eventi ai quali dovrà partecipare insieme a Tyler e al suo nuovo fidanzato. Nel tentativo di sollevarsi l’umore, Alec acquista una moto, ma non ha nemmeno idea di come si usi.
Dylan Booth non ha tempo per il dottor “Incapace” e per la sua Harley del 1964, ma nonostante sia un meccanico un po’ arrogante, non riesce a dire di no alla sua richiesta di aiuto. Dopo aver trascorso la sua adolescenza per le strade e aver perso il suo migliore amico a causa dell’HIV, Dylan decide che dare una mano a quell’uomo impegnato a fare del bene sia il minimo che possa fare. Ma vedere Alec interagire con il suo ex rende Dylan stranamente protettivo nei suoi confronti, tanto che invece di presentarsi come meccanico dichiara di essere il suo nuovo fidanzato. L’ex sospetta che Dylan stia mentendo. Alec sostiene che Dylan sia pazzo. E Dylan non è sicuro di riuscire a fingere di essere gay.

ely“Fidanzato di scorta” è una storia davvero piacevole e devo ammettere che i due protagonisti mi hanno conquistato fin da subito! Alec e Dylan, almeno sulla carta, non hanno niente in comune: il lavoro, l’estrazione sociale, la personalità, gli hobby… ma, anche se per motivi diversi, si fanno amare dal lettore incastrandosi alla perfezione come due pezzi di un puzzle.

Alec Johnson è un medico brillante che ha consacrato la sua vita agli ultimi, agli indigenti che vivono nei quartieri poveri e per la strada. Sì, è un uomo che ha tanto, ma che dà anche tanto, aiutando concretamente le persone bisognose ed è dolce e buono d’animo, sa persino fare dell’autoironia ed è una compagnia piacevole. Purtroppo, il suo cuore si è spezzato quando il suo socio e amante lo ha lasciato dopo due anni di convivenza e, con un colpo di testa, Alec decide di acquistare una moto d’epoca di cui però non sa nulla.

Dylan Booth è un bel pezzo di meccanico con alle spalle una giovinezza difficile, visto che è cresciuto per la strada. Il suo rapporto con Alec dovrebbe limitarsi ad una consulenza, a un paio di riparazioni e a qualche lezione di guida. Ma accade qualcosa di imprevisto nel momento in cui Dylan, per colpa della sua lingua lunga, finisce per fingersi il nuovo ragazzo di Alec davanti al suo ex.

Vedere il bel dottore così in difficoltà scatenerebbe la protettività di tutti, non solo quella di Dylan, il fortunello!, che sa bene cosa sia una vita di stenti e vuole aiutarlo, per sdebitarsi in qualche modo del servizio sociale che l’altro svolge come medico.
La loro finta relazione si sviluppa in fretta, l’attrazione è evidente e le scene sensuali sono assolutamente ben gestite, molto hot, ma c’è anche dolcezza di fondo.
Tenendo conto che Dylan dovrebbe esser stato etero prima di questo ‘fidanzamento finzione’, avevo subodorato qualcosa, che secondo me traspare un po’ dalla trama, quindi non ho trovato affatto la sua bisessualità come improvvisa o inaspettata. Certo, anche lui ha dovuto venire a patti con ciò che sente, ma soprattutto con i dolorosi fantasmi del suo passato, e credo che dentro di sé Dylan l’avesse sempre saputo, per questo l’affetto di Alec non lo sconvolge più di tanto né prova rifiuto, ma anzi ne è intrigato.
Anche Alec ha il suo percorso di emancipazione in questa storia, prima di giungere al suo lieto fine.

Devo confessare altresì che, sebbene all’esordio Tyler mi stesse un po’ antipatico, con il proseguo mi sono affezionata anche a lui, perché in concreto si vede che non è una cattiva persona; benché all’inizio abbia reso infelice Alec, alla fine gli ha fatto un favore, spingendolo fra le braccia del suo vero amore!
Una menzione speciale va a Noah, l’amico di tutti, la spalla perfetta. Come non adorarlo? Oh, d’accordo… ci sarebbe la fila…

Lo stile dell’autrice è curato e piacevole, la trama ben gestita, la resa italiana è particolarmente azzeccata, tanto da farmi provare sulla pelle ogni emozione. Personalmente lo consiglio se si cerca una storia davvero buona. Ah, un’ultima cosa: in Italia è già uscito anche il secondo volume di questa saga ed è incentrato su Tyler. A me è piaciuto da matti e consiglio di gustarvelo dopo questo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29 aprile 2016 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: