Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “L’ACROBATA” – Serie Legami di Sangue #1 – di Agnes Moon

Cover Acrobata
TITOLO: L’acrobata
AUTORE: Agnes Moon
CASA EDITRICE: Self Publishing
SERIE: Legami di sangue #1
GENERE: Romance
E-BOOK:
PREZZO: € 2,99 su Amazon
PAGINE: 200
USCITA: 5 Maggio 2016
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Alto
 

TRAMA: L’Acrobata è un ladro professionista con all’attivo decine di furti in appartamento, ma quando si ritrova intrappolato nell’enorme magione di un uomo misterioso, tanto seducente quanto letale, si rende conto che la polizia potrebbe non essere il peggiore dei mali.

Vincent de Saint-Bonnet è enormemente ricco, nasconde molti segreti e ha poca voglia di vivere. Ci vorranno due splendidi occhi azzurri e un ladruncolo particolarmente sboccato, per illuminare nuovamente la sua grigia e lunghissima esistenza.

Un ladro alla ricerca di un pugnale prezioso, un antiquario con alle spalle centinaia di anni, per il quale l’arma rappresenta un oggetto di valore… inestimabile.

Entrambi hanno uno scopo ben preciso e non si fermeranno di fronte a nulla nel cercare di perseguirlo. Neanche di fronte all’incredibile attrazione che li attanaglia e che li trascinerà in un duello, combattuto a colpi di bugie e seduzione.

 

SelvaggiaAllora. Comincio subito col dire che Agnes Moon a volte mi fa arrabbiare. Perché? Perché a un certo punto della narrazione scrive questo: “Ma avevo fatto un grande errore… e voi che siete stati attenti, ve ne sarete certamente accorti”

Cosaaaaaaa??? Ma io non mi sono accorta di niente, porca miseria… Ma non vale Agnes, tu non puoi fare così. Non puoi fare queste domande e far sentire il povero lettore uno stolto, non puoi!! Ovviamente sto scherzando, certo che può; io però non ho capito sul serio quale era questo errore, quindi ero abbastanza arrabbiata con lei.

Ma veniamo al libro. Chi è l’Acrobata? Un ladro spiritoso e bellissimo. Quanto è bello questo ragazzo lo sa solo Agnes, ma pure io ci ho messo del mio nell’immaginarlo, aiutata anche dalla splendida cover. L’autrice, che ci ha già allietato con la sua saga sui lupacchiotti (tranquille, non è finita, ci saranno altri capitoli), questa volta si cimenta con un altro tipo di creatura mitica, il vampiro (facilmente intuibile dalla sinossi). Forse i dettagli non sono proprio originalissimi, ma ho trovato comunque questa lettura estremamente godibile.

Guardate, io mi sono sbellicata dal ridere perché il nostro Acrobata, che risponde al nome di Liam, è un personaggio assolutamente esilarante. Oltre a essere bellissimo, è anche più che sboccato ed è decisamente figlio del suo tempo, precisamente della saga di Twilight. Quindi tutto quello che sa sui vampiri lui lo trasferisce sull’altro personaggio principale, Vincent, questo vampiro centenario affascinante e scorbutico che viene ammaliato immediatamente dagli occhioni a cartone animato del piccolo ladro e che pazientemente gli spiega in più di un’occasione che lui non “sbrilluccica”.

Giovane sì, Liam, ma scaltro e astuto, in cerca di un antico manufatto da consegnare al mandante del furto, atto a ottenere la liberazione sua e del suo migliore amico Mal, senza però conoscerne i reali poteri. Questo oggetto è la cosa più preziosa che esista per Vincent e lui non è disposto a cederlo per nessuna ragione al mondo, tanto meno a questo ladruncolo splendido, ma che nasconde una profonda solitudine e del quale non riesce a fidarsi. La storia di evolve abbastanza velocemente (e per fortuna, perché l’ho divorata) e quindi assistiamo ai tentativi di Vincent di avvicinarsi a Liam e ai tentativi di quest’ultimo di trovare il manufatto, oltre a intense scene di passione, in una narrazione piuttosto serrata. Un terribile equivoco però genera molto dolore a entrambi ed entrambi arriveranno molto vicino a perdere tutto, ma per fortuna come ogni buon romance che si rispetti anche questo libro si concluderà con un bel finale, che ci lancia già l’incipit della prossima coppia protagonista (e ci spero proprio).

In definitiva, ho trovato questo romanzo divertente, appassionato e con la giusta dose di suspense, di cui non vi dico assolutamente nulla. Lo stile è scorrevole e fluido, del tutto pulito e la narrazione in prima persona, che so non piacere a tutti, ha però aiutato me a immedesimarmi in entrambi i protagonisti. Forse è per questo che ho riso così tanto, mentre mi immaginavo Vincent scuotere in modo rassegnato la testa mentre diceva a Liam per l’ennesima volta che lui non sbrilluccicava.

9 commenti su “RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “L’ACROBATA” – Serie Legami di Sangue #1 – di Agnes Moon

  1. Agnes Moon
    3 maggio 2016

    Ti ringrazio Selvaggia, la tua recensione è talmente bella, spiritosa e invogliante che se non l’avessi scritto io, correrei a leggerlo!! ahahahah

    Mi piace

    • selvaggia
      3 maggio 2016

      Grazie a te per aver scritto questo bel romanzo… non vedo l’ora di leggere il prossimo. Guarda che ci conto, eh??

      Mi piace

  2. Liz_801
    3 maggio 2016

    Non voglio leggere approfonditamente perché temo di farmi spoiler anche minuscoli e voglio godermi il libro come si deve.. dal tono mi sembra assai positiva comunque anche se avevo pochi dubbi visto quant’è brava quest’autrice (ce ne sono parecchie di autrici italiane di m/m scarsette che dovrebbero proprio prendere esempio…)
    Questi due giorni di attesa saranno lunghissimi!!

    Mi piace

    • selvaggia
      3 maggio 2016

      Ho cercato di non fare spoiler proprio per non rovinare l’aspettativa. Mi raccomando, vieni a dirci cosa ne pensi. Alla prossima

      Mi piace

      • Liz_801
        3 maggio 2016

        Certo lo farò ^^

        Mi piace

  3. Antonella Tonon
    4 maggio 2016

    Come ho già detto le tue recensioni mi fanno decisamente da guida e visto che i nostri gusti coincidono non potrò certamente perdermi questo titolo, considerando anche ho avuto modo di leggerne altri di questa autrice …. decisamente brava!

    Mi piace

    • selvaggia
      4 maggio 2016

      Ehehehehheh… sono proprio contenta che i nostri gusti coincidano allora. Ricordati di dirci cosa ne pensi, all’autrice farà sicuramente piacere. Un bacione Antonella

      Mi piace

  4. M. B. Sullivan
    14 maggio 2016

    Ho letto questo libro tutto d’un fiato.
    Molto molto godibile, non si riesce a chiudere prima di averlo finito.
    L’Acrobata è esilarante, davvero. Mentre Vincent me lo aspettavo un po’ più cattivo, ma tutto sommato nel romanzo sta bene così com’è.
    Complimenti all’autrice!

    Mi piace

  5. Agnes Moon
    17 maggio 2016

    Grazie mille per i complimenti. Sono veramente felice che il mio Acrobata ti sia piaciuto🙂

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 maggio 2016 da in Contemporaneo, Fantasy, Recensione in anteprima, Romance con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: