Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “MAX & FINN” – Serie Amori a Smithfield – di L.B. Gregg

 51vBDQy+LrL._SX297_BO1,204,203,200_

TITOLO: Max & Finn
TITOLO ORIGINALE:  Men of Smithfield: Max and Finn
AUTORE: L.B. Gregg
CASA EDITRICE: HarperCollins Italia
GENERE: Contemporaneo
SERIE: Amori a Smithfield
E-BOOK:
PREZZO: € 3,99 su Amazon
PAGINE: 110
USCITA: 29 Aprile 2016
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio
 

TRAMA: Quando sono uscito dall’ufficio di Max Douglas, dopo il sesso migliore di tutta la mia vita, ma con il rispetto per me stesso sotto la suola delle scarpe, ho giurato che quello era un capitolo definitivamente chiuso. Solo che poi Max me lo sono ritrovato nel dormitorio della scuola dove insegno. Lui era lì a fare da guardia del corpo a uno studente, e io ho subito pensato che avrei voluto che facesse la guardia al mio di corpo. E da quel momento nessuna delle mie notti ha più avuto pace…

All’interno del volume, un regalo per i lettori: il primo capitolo di Sulle note del tempo di Josh Lanyon, che sarà in libreria e in tutti gli store on line a maggio.

 

Mrs DarcyMichael (Finn è un soprannome) è un professore di una scuola superiore e un insegnante di recupero molto apprezzato, almeno dai suoi allievi e dai loro genitori. Peccato che il fratello maggiore di un suo allievo non sia dello stesso parere: l’affascinante ex marine Max non lo ritiene adeguato ai suoi standard di serietà, intransigenza e severità quindi lo licenzia, ma solo dopo un incandescente “incontro ravvicinato” tra i due, cosa che ha lasciato l’amaro in bocca al professore, un po’ per la vergogna e un po’ per la delusione dovuta all’allontanamento secondo lui ingiustificato dall’incarico.

L’indifferenza con cui Max lo ha liquidato gli ha fatto male e dunque quando se lo ritrova davanti dopo qualche tempo non ne è certo felice, anche perché si rende conto di essere ancora decisamente attratto da lui e che l’attrazione è reciproca, anche se Max sembra sempre distaccato e inflessibile come ricordava. L’incontro è solo il preludio di una più lunga e forzata frequentazione, dato che Max è un addetto alla sicurezza e deve proteggere uno degli allievi di Michael, Hemmi.

I battibecchi e gli scontri tra il professore e il bodyguard si alternano a momenti più collaborativi e, inevitabilmente, l’attrazione li spinge a incontri più appassionati, che però deludono Michael per il distacco e la distanza che Max sembra sempre lasciare tra loro, rendendolo insicuro e triste, essendo ormai passato da vittima di una cotta a innamorato senza speranza.

Mentre i nostri due amanti si studiano e non riescono a rimanere lontani, nella scuola fervono i preparativi per il musical diretto da Michael e di cui Hemmi è protagonista, ma diversi fatti inquietanti impensieriscono e poi terrorizzano l’intera scuola. Chi si aggira furtivamente nella scuola? Un pericoloso stalker, un ex geloso, uno studente burlone? La situazione sembra precipitare e il pericolo toccherà diversi personaggi, fino al sorprendente finale in cui anche gli animi dei nostri eroi saranno a nudo.

Una trama sia romantica che passionale, con alcuni tocchi divertenti e altri di suspanse e con protagonisti ben strutturati, fanno di questo breve romanzo una lettura davvero molto piacevole.

 

3 commenti su “RECENSIONE: “MAX & FINN” – Serie Amori a Smithfield – di L.B. Gregg

  1. foxelyxyz
    6 maggio 2016

    Io l’ho finito proprio ieri.

    Premettendo che non ho letto il primo volume di questa saga, posso dire che questo secondo capitolo è perfettamente godibile lo stesso. Tra l’altro, Tony – il precedente protagonista – fa giusto una comparsata veloce, niente di troppo importante.
    Che ne penso?
    Comincio col fatto che è arduo amare un libro quando passi metà del tempo desiderando di prendere a ceffoni il coprotagonista, perché il comportamento di Max mi ha fatto proprio desiderare uno sfogo per buona parte della storia. L’altra metà del tempo l’ho passata a condividere lo stesso pensiero del protagonista sull’oggetto dei suoi desideri: “Dovrei stare lontano da quell’idiota, ma non ci riesco!”
    La trama offre un sacco di momenti interessanti, ricchi di tensione, sensualità, cedimenti e ripensamenti, battibecchi e dolcezza.

    A mio parere non è una storia eccelsa, ma tutto sommato è gradevole e mi è rimasto un buon sapore post-lettura, quindi la consiglio.

    Mi piace

    • selvaggia
      6 maggio 2016

      Ehehehhehe, analisi precisa e su cui concordo. A me questo è piaciuto più del precedente e mi ha fatto venire voglia di leggere gli altri. Baci

      Mi piace

  2. foxelyxyz
    6 maggio 2016

    Beh, qui sopra non mi sono dilungata, ma l’evoluzione di Max poi mi è piaciuta, così come il disvelamento del suo passato. E poi il rapporto di Finn coi ragazzi è proprio bello: amichevole, ma autorevole!

    Una cosa mi lascia perplessa: una mia amica l’ha letto in inglese e mi ha fatto notare come sia carino che l’inizio e la fine della storia siano speculari con una mail.
    E io ho detto: quale mail??
    Giusto per scoprire che nella versione italiana hanno tolto la mail iniziale dove Max arruolava Finn per le ripetizioni.😄

    ps. felice di sapere che concordi col mio parere, mi butterò anche sul resto della saga!

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 6 maggio 2016 da in Contemporaneo, Recensione, Romance, Romanzo breve con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: