Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “CROSSROADS” di Lily Carpenetti

CROSSROADS
TITOLO: Crossroads
AUTORE: Lily Carpenetti
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 3,99 su Amazon
PAGINE: 162
USCITA: 13 Maggio 2016
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Alto
 

TRAMA: Entrando in quell’ufficio conferenze, l’avvocato Arthur McKinney non avrebbe mai immaginato di dover fronteggiare la parte più dolorosa e intensa del proprio passato.

Simon Cross si presenta a lui, più bello che mai, come un uomo vincente, affermato, ben diverso dallo scavezzacollo che da ragazzini gli aveva sconvolto la vita.

Quell’incontro riempie di dubbi Arthur; dubbi che non può permettersi, se vuole ottenere l’incarico a cui ambisce.
Potrà essere il preludio a un ritorno di fiamma? E, cosa più importante, la loro esperienza da adolescenti ha contato veramente qualcosa per Simon o è stato solo un incidente di percorso, ormai dimenticato?

 

Mrs DarcyArthur è un giovane avvocato in procinto di ottenere un ottimo impiego in una grande azienda. Il colloquio con il boss sembra andare bene e il suo primo incarico appare promettente ma… si apre una porta ed entra il suo passato, sotto forma dell’affascinante vice-presidente, una vecchia conoscenza che ormai non sperava più di incontrare.

Simon Cross è sempre bellissimo, affascinante e arguto come si ricordava, anzi dopo tanti anni sembra ancora più magnetico e irraggiungibile e rivederlo provoca un grande turbamento ad Arthur e lo riporta al passato, a quando si erano conosciuti circa vent’anni prima.

Il romanzo quindi si inoltra per diversi capitoli in frequenti flashback: il loro primo incontro quando le loro madri si erano riviste dopo molti anni, la loro quasi automatica simpatia durante una stupenda e indimenticabile estate, la scuola in comune, l’attrazione e la relativa negazione, l’allontanamento e il dolore dell’abbandono. Una parte rilevante del libro è composta dalla storia della grande amicizia queste due madri, due ragazze italo-americane di famiglia modesta, amiche del cuore con grandi ambizioni, ma con risultati mediocri o inaspettati. La posata e studiosa Renata ha sposato il ricco e potente Stephen Cross e ha avuto Simon, la più sognatrice Annie ha sposato un povero irlandese, affascinante ma sempre ai limiti della legalità e dell’indigenza, da cui ha avuto tre figli e molti dispiaceri.

La voglia di rivedersi dopo molti anni spinge le due amiche a incontrarsi di nuovo e la rinnovata intesa dà una grande felicità a entrambe, oltre che un aiuto concreto per Annie, e causa involontariamente la nascita di una grande amicizia tra il giovane e timido Arthur e il più grande Simon, estroverso e pieno di vita ma ribelle e solitario. Sullo sfondo si muove uno dei coprotagonisti più importanti, nel bene e nel male: Stephen Cross, padre intransigente e distante verso quel figlio brillante ma indisponente.

I conflitti tra padre e figlio diventano ben presto insanabili fino all’allontanamento di Simon, con gran dolore di Arthur, diviso tra la riconoscenza per Stephen e l’amicizia e l’amore per il suo amico. Anche il rapporto con il suo mentore è fallito e ora Arthur è a una svolta della sua vita. Ritrovarsi a tu per tu con Simon è una dolorosa ferita che si riapre (ma si è veramente mai chiusa?) e la fin troppa noncuranza e facilità con cui Simon ha accettato la sua presenza certo non lo aiuta.

Ma Simon si è veramente dimenticato di Arthur? Veramente non ha mai tenuto a lui né come amico né come possibile amore? Il desiderio e la passione tra loro sembra incontenibili, ma solo se riusciranno a confidarsi e ad aprire i loro cuori potranno avere una possibilità, sempre che il destino non intervenga a dividerli di nuovo.

Buon romanzo scorrevole e pulito, con una trama forse non originalissima, ma ben sviluppata in un intreccio non scontato. I lunghi flashback forse prevalgono troppo sulla storia principale, sono forse troppo approfonditi, ma probabilmente l’autrice li ha ritenuti necessari per lo svolgimento della storia. Arthur è ben strutturato, mentre Simon secondo me meritava qualche pagina in più. Ben articolati anche i coprotagonisti Stephen, Annie e Renata. L’unica cosa che non ho apprezzato fino in fondo, ma questa è solo la mia opinione personale, è il finale che ho trovato un po’ frettoloso. Consiglio la lettura agli amanti del romanticismo ma anche della passione, dove intrighi amorosi e avversità fanno di questo libro una lettura piacevole e a tratti commovente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12 maggio 2016 da in Contemporaneo, Recensione in anteprima, Romance con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: