Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “UN ATTIMO ANCORA” di Gaby Crumb

51scHYQCrbL._SX331_BO1,204,203,200_
TITOLO: Un attimo ancora
AUTORE: Gaby Crumb
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 2,99 su Amazon
PAGINE: 167
USCITA: 8 Maggio 2016
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Alto
 

TRAMAQualche volta basta un attimo, uno sguardo a far sì che la tua vita cambi per sempre.
Qualche volta basta un attimo, a far sì che l’amore si mescoli con il rancore.
Le anime di Jamie e Evan si sono legate in quell’attimo. Dolore e rabbia li hanno tenuti lontani per tanto tempo senza che uno sapesse nulla dell’altro. Quando si rincontrano basta, ancora una volta, un attimo per far tremare il loro cuore. Il passato però, nessuno dei due l’ha dimenticato.

elyCi sono libri che ci attirano verso di loro con una sinossi intrigante e questo riassunto di presentazione, effettivamente, incuriosisce alquanto. Altre volte è merito di una buona copertina se ci sentiamo attratti da una storia e devo dire che il bel figliolo della cover è parecchio ammiccante. Così tanto ammiccante che ho perso di vista il perché fosse stato messo lì e me lo sono goduto e basta. Oh, i cartelli di New York, invece, il senso ce l’hanno eccome. Infine, può essere il titolo a darci il colpo di fulmine istantaneo, come nel mio caso. “Un attimo ancora” mi ha fatto partire in testa il ritornello dell’omonima canzone (“Dammi sono un minuto”, dei Pooh; oppure il remix dei Gemelli Diversi, fate voi) e credo sia a dir poco perfetto per questa storia.

Tutta ‘sta lunga premessa è per farvi capire le mie alte aspettative verso questo libro. La storia mi è piaciuta, sì, ma ci sono delle cose che, secondo me, si sarebbero potute gestire diversamente. Parto quindi dai lati deboli, per poi chiudere in bellezza.

Anzitutto, i salti temporali nella trama, presenti fin dall’inizio, mi hanno destabilizzato. Ci ho messo un po’ ad inquadrare determinate scene e credo che un’indicazione chiara avrebbe aiutato la comprensione. Sarebbe bastato un ‘Nel presente, nel passato, sedici anni prima, tre mesi dopo’ per facilitare il lettore. Alcuni concetti sono ripetuti varie volte e appesantiscono la trama, secondo il mio modesto parere. Per esempio, se il protagonista spiega al lettore un concetto, è controproducente che lo stesso protagonista usi le medesime parole qualche capoverso sotto, per ripetere la stessa idea a un altro personaggio. Il lettore, che lo sa già, si annoia nel frattempo.

Capisco che, ai fini di trama, tutti debbano sapere tutto per il Grande Chiarimento. Ma ci sono vari espedienti per disvelare i fatti senza appesantire la storia e sta nella bravura dell’autore scovarli. Infine, vorrei ripetere lo stesso consiglio dato recensendo il suo precedente libro: suggerisco una revisione completa del testo, perché sono presenti diversi refusi ortografici e di punteggiatura, anche se – va detto – non pregiudicano la comprensione del libro.

Veniamo ora ai lati positivi di questo racconto. Anzitutto, i due protagonisti: Jamie ed Evan. Impossibile non affezionarsi a questi due sfortunati ragazzi che hanno sofferto tanto a causa di malintesi, di silenzi, di sensi di colpa laceranti. Anni e anni passati a macerarsi nel dolore, nel rimpianto e nel bisogno di vendetta. Ti fanno venire voglia di abbracciarli e consolarli, anche se – ad un bel mentre – avrei rifilato un paio di ceffoni ad entrambi.

Un punto stima ai personaggi secondari: David, che è il fratello di Jamie, e Tyler, il migliore amico di Evan. Benché siano poco presenti, si percepisce quanto tengano ai nostri eroi e sono aiuti preziosi. Per mio gusto personale, ho trovato più coinvolgente la seconda parte della storia: dopo aver toccato il fondo, nella lenta risalita.

“Un attimo ancora” ci parla di tanti istanti. Un attimo in cui tutto può cambiare. Un attimo di pace, mentre tutto va a rotoli. Un attimo di felicità, da assaporare all’infinito. Un attimo per nascere, morire, rinascere, innamorarsi. Ci sono attimi che durano anche anni, come ci insegnano i nostri protagonisti. Il libro ci regala delle scene sensuali molto dolci e molto hot, perché – a discapito di ogni dubbio – Jamie ed Evan sono perfetti insieme.

La trama non è forse originalissima, ma può regalare qualche ora di gradevole intrattenimento, soprattutto se amate le storie che parlano di seconde possibilità.

 

2 commenti su “RECENSIONE: “UN ATTIMO ANCORA” di Gaby Crumb

  1. Mariwaka
    17 maggio 2016

    Sono perfettamente d’accordo con la recensione, io stessa non avrei detto di meglio…Bel libro, mi e’ piaciuto molto, pensavo la storia risultasse scontata invece nonostante tutto avvincente fino in fondo…anzi nel finale piu’ che mai

    Liked by 1 persona

    • foxelyxyz
      17 maggio 2016

      Grazie mille, Mariwaka!
      Mi fa davvero piacere aver trovato un parere concorde col mio!

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 maggio 2016 da in Fantasy, Recensione, Romance.

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: