Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “LAME SPEZZATE” di Aleksandr Voinov e L.A. Witt

51taZrMtyVL._SX331_BO1,204,203,200_
TITOLO: Lame Spezzate
TITOLO ORIGINALE: Broken Blades
AUTORE: Aleksandr Voinov e L.A. Witt
TRADUZIONE: Barbara Cinelli
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Storico
E-BOOK:
PREZZO: € 6,13 su Amazon
USCITA: 12 Maggio 2016
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio
 

 TRAMA: Hanno avuto solo una notte da passare insieme, un interludio rubato alle Olimpiadi del 1936. Dopo che Mark Driscoll ha sfidato Armin Truchsess von Kardenberg a un incontro amichevole di scherma, i due non sono riusciti a resistersi. Anche se provenienti da mondi diversi – un ragazzo di campagna dell’Iowa e un tedesco aristocratico – si sono sentiti immediatamente attratti l’uno dall’altro, ed è stato un incontro che nessuno dei due ha dimenticato.
 Ora è il 1944, e un aereo che si schianta in territorio ostile li fa ritrovare, ma alle parti opposte in una Guerra che pare infinita. Affrontarsi come avversari è un conto. Come nemici, invece, è tutta un’altra cosa. E a peggiorare ulteriormente la situazione è il fatto che Mark è un prigioniero di guerra, tenuto in un freddo, lontano castello in Germania… in un campo gestito da Armin.

Non sono più i giovani atleti che erano in passato. La Guerra si è presa mogli, arti, amici, lasciando entrambi prematuramente ingrigiti, traumatizzati e malconci. Il legame che avevano ai tempi è ancora vivo, però, e dal momento in cui Mark arriva, riprendono la schermaglia: avanzare, ritirarsi, testare la difesa. È stata data loro una seconda opportunità? O il tempo e la brutalità della guerra li hanno irrimediabilmente spezzati?

 

MOKINAÈ indubbio che compito di un recensore sia anche quello di moderare i toni, sia in termini negativi che positivi. Questa volta, però, vogliate perdonarmi… non riuscirò a frenare il mio entusiasmo, perché questo libro è veramente magnifico! L’ho divorato in una serata e mi sono commossa, intristita, innamorata e anche spremuta la lacrimuccia di fronte a questa struggente storia d’amore e guerra.

Ammetto di essermi avvicinata con qualche titubanza alla lettura di “Lame spezzate”, principalmente perché le trame delle altre pubblicazioni in italiano di quest’autore non mi avevano particolarmente invogliata alla lettura, ma anche per la mia poca propensione al genere storico.

Non potevo essere più in errore! Sarà stato per l’influenza romance della Witt, o magari per le ricostruzioni storiche precise ma mai pedanti, ma questo libro è veramente un gioiello. Perfettamente equilibrato in tutte le sue parti, con una prosa scorrevole che ti incanta e dei personaggi magistralmente delineati e approfonditi.

Difficile non andare con il pensiero all’indimenticabile film “Fuga per la vittoria” quando ci vengono descritte le giornate oziose trascorse dai prigionieri di guerra americani e inglesi, contenuti in un Castello-prigione nel periodo finale della seconda guerra mondiale. I giochi olimpici, indetti dal Kommandant per allentare l’inevitabile tensione che si viene a creare, quando tanti uomini si trovano costretti a convivere tra quattro mura, sono l’ottima valvola di sfogo per mantenere gli animi quieti. In Lame spezzate non viviamo realmente la guerra che sta sconvolgendo l’Europa, ma ne vediamo le dirette conseguenze negli animi abbattuti, i corpi stanchi, gli sguardi vuoti e i capelli precocemente ingrigiti dei nostri formidabili protagonisti.

Armin e Mark si sono conosciuti in un’altra vita e in un altro tempo; hanno vissuto una fugace notte di passione che per entrambi si è rivelata indimenticabile. Ottimi atleti e abili schermidori hanno incrociato le loro lame in un duello fatto di slanci, stoccate e ritirate; un duello che otto anni dopo, li vede ancora una volta, uno di fronte all’altro, nella prigione diretta da Armin, divenuto un alto gerarca della Wehrmacht.

Dispiace ritrovarli così mutati sia nel fisico che nello spirito, ma la guerra non ha fatto sconti ed entrambi hanno subìto perdite e dolori. Mark non è più il baldo giovanotto alla ricerca di medaglie olimpiche e Armin – complice anche una terribile mutilazione – ha perso quella sicurezza e quella nonchalance che tanto avevano affascinato il ragazzo più giovane.

Ma il feroce sentimento che non si è mai affievolito in tutti quegli anni, divampa nel momento esatto in cui si rivedono, rendendoli incredibilmente incoscienti. Pronti a rischiare la vita, anche solo per pochi attimi di fuggevole incontro. Mi sono commossa nel vedere come – nonostante quello che entrambi hanno passato – non si tirino indietro e combattano per il loro amore. Nessun passo indietro, nessuna remora: rischiando il tutto per tutto pur di potersi incontrare… e la notte nell’attico è veramente superba. Intensa, intima e romanticissima.

Le scene hot sono poche ma talmente cariche di passione da riscaldare il cuore. Gli autori hanno deciso di negarci la prima volta dei due protagonisti, ma i sentimenti che entrambi hanno sperimentato, in quella lontana notte di otto prima, aleggiano per tutta la durata del libro e forse, alla fine, bisogna ammettere che la scelta sia stata ottima.

Non posso non menzionare l’ottima traduzione e l’editing perfetto, senza una sbavatura o il più microscopico refuso. Questo e l’ottimo stile degli autori fanno sì che la lettura risulti estremamente gradevole. In conclusione, il mix di romance, avventura e passione rendono questo libro appetibile a vari tipi di palato e proprio per questo ne consiglio la lettura a tutti gli amanti del genere m/m.

4 commenti su “RECENSIONE: “LAME SPEZZATE” di Aleksandr Voinov e L.A. Witt

  1. Silvia71
    31 maggio 2016

    L’ho finito ieri e non ho il coraggio di aprire un altro romanzo, questo mi è rimasto nel cuore e vedo che anche per voi è stata una bella lettura.

    Visto che non c’era ancora la vostra recensione, ho scaricato l’anteprima prima di acquistarlo perchè temevo che potesse essere un po’ troppo cruento, invece è uscita una storia indimenticabile.
    Qualcuno su Amazon si è lamentato perchè l’ha trovato poco sentimentale ma vista l’ambientazione secondo me era perfetto così.

    Di Voinov avevo già apprezzato “Liberato” e “Incursion”, mentre “Capitale investito” non è nelle mie corde, è un autore sempre originale e molto abile nel trasmettere emozioni e quest’ultimo lavoro con la Witt mi conferma solo la bravura di entrambi.

    Bella recensione, siete diventate/i molto professionali🙂

    Liked by 1 persona

  2. mokina
    31 maggio 2016

    Grazie per i complimenti, ma devo ammettere che di fronte a un libro così bello, scrivere una recensione ben fatta diventa molto più semplice.
    Non ho letto i commenti su amazon per non farmi influenzare, ma secondo me la storia d’amore tra Armin e Mark rimane una delle più romantiche che io abbia mai letto. Vera, intensa e senza tanti fronzoli.
    Anche per me è stato difficile immergermi in una nuova storia subito dopo, e questo libro rimarrà sicuramente tra i miei top ten🙂

    Mi piace

  3. Maria
    31 maggio 2016

    Bellissima recensione anche io ho trovato questo libro magnifico sotto tutti gli aspetti .
    X Silvia ti consiglio di leggere anche capitale investito e un libro bellissimo .

    Mi piace

  4. dory62
    31 maggio 2016

    ho letto questo libro, invogliata proprio dall’autore. Voinov, sia nei suoi brevi racconti che in Capitale investito, mi ha catturata. ha uno stile unico, indubbiamente diverso rispetto a molti altri autori di m/m. la collaborazione con la Witt secondo me ha esaltato le sue capacità, perchè ha regalato quel guizzo di passione estemporanea in più.
    da leggere e rileggere

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 31 maggio 2016 da in Romance, Storico con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: