Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “IL CASO DI TONY” – Serie Sex in Seattle #1 – di Eli Easton

cover500-5
TITOLO: Il caso di Tony
TITOLO ORIGINALE: The Trouble with Tony
AUTORE: Eli Easton
TRADUZIONE: Alessandra Callà
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
GENERE: Contemporaneo
SERIE: Sex in Seattle #1
E-BOOK:
PREZZO: € 3,49 su Amazon
PAGINE: 120
USCITA: 29 Maggio 2016
 LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Alta

TRAMA: Tutto inizia con Tony DeMarco, un investigatore privato, che per seguire un’indagine sull’omicidio di una giovane donna finge di essere un paziente del dottor Jack Halloran, il terapista che aveva avuto in cura la vittima in una clinica del sesso di Seattle. Non è la prima volta che Tony agisce sotto copertura, ma di certo è la prima volta che ha voglia di stare “sotto le coperte” con un uno dei suoi sospettati. Non ne può fare a meno, Jack Halloran è proprio il tipo di eroe dagli occhi di ghiaccio per cui ha sempre avuto un debole. Ma dovrà provare l’innocenza di Halloran e riuscire a non far scoprire il suo piano, prima di farsi avanti.
Anche il Dr. Halloran ha i suoi problemi da risolvere, primo fra tutti il braccio destro ferito in Iraq quando era un chirurgo al fronte e il disturbo post traumatico da stress che ne è conseguito. La sua attrazione per un nuovo paziente lo confonde, e Tony, il ragazzone italiano con gli occhi da cucciolo, con il suo senso dell’umorismo riesce ad aggirare le sue difese, facendo affiorare in lui cose che credeva ormai dimenticate.
Ma riusciranno il dottore e l’investigatore privato a far sbocciare la loro storia nonostante i segreti che li dividono?

 

MOKINAEntrambi i protagonisti di questo bel romanzo hanno vissuto vite completamente diverse solo fino a pochi anni prima. Poi, a causa di alcuni eventi traumatici loro occorsi, hanno deciso (nel caso di Jack direi costretto) di abbandonare le loro carriere e ricominciare da capo.

Tony DeMarco, simpatico e aitante italoamericano – con una mamma, a mio avviso, un po’ troppo stereotipata – non è più un poliziotto in prima linea, ma ha preferito aprire un’agenzia di investigazione. L’eroe di guerra ed eccellente chirurgo Jack Halloran, a causa di un grave stress post-traumatico, si ritrova a lavorare in un centro per la cura dei disturbi sessuali. Sicuramente un enorme passo indietro, ma il giovane dottore non regge più la pressione e ha dovuto cercare un rifugio dove leccarsi le ferite. Grazie al caso di omicidio sul quale sta investigando Tony, i due si incontrano e tra equivoci, bugie, etica professionale ed erotiche “manipolazioni manuali” imparano a conoscersi e ad apprezzarsi sempre di più, fino all’inevitabile lieto fieno.

Comincio subito con il dire che il libro mi è piaciuto, anche se certo non si può annoverare tra i capolavori della letteratura mm. La trama di per sé è piuttosto esigua e fin dall’inizio si comprendono movente e colpevole. D’altronde la parte poliziesca è semplicemente lo spunto per presentarci i simpatici protagonisti; infatti, bisogna dire che la gradevolezza del romanzo si basa molto sul loro originalissimo modo di interagire e sulle loro interessanti personalità, che avrei desiderato vedere più approfondite.

Ho ridacchiato spesso e volentieri e ho apprezzato immensamente la novità di un protagonista di un romanzo m/m con problemi di disfunzione erettile. Anzi, per dirla con parole sue: con un pene schizzinoso!!! Penso che sia la prima volta che mi capiti e devo ammettere che questo particolare mi ha fatto innamorare ancora di più del nostro Tony. Il linguaggio è piuttosto diretto e irriverente e le scene hot risultano davvero inusuali nella loro carica erotica. Non molte, ma sicuramente indimenticabili e ben scritte.

Purtroppo si arriva al finale in brevissimo tempo, visto che le pagine sono veramente pochine. Questo non mi ha permesso di godere in pieno della lettura e sono convinta che sia Tony che Jack avrebbero meritato qualche capitolo in più. La brevità, secondo me, è stata anche la causa anche di un finale troppo affrettato, che mi ha lasciata con la sensazione che mancasse qualcosa. Lo stile spigliato del libro rende la lettura divertente e piacevole e l’editing e la traduzione sono molto accurate. Per concludere, mi sento di poter affermare che “Il caso di Tony” sia un romanzo molto carino e godibile che consiglio per un paio d’ore di sano relax.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 giugno 2016 da in Contemporaneo, Recensione, Romance, Suspence con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: