Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

ARTE E MUSICA… BAGNATI

ARTE E MUSICA

Buongiorno amici e amiche, quest’oggi per la rubrica “Arte e Musica” torniamo a parlare di teatro. Quando ho iniziato a occuparmi di questa rubrica non pensavo, vi dico sinceramente, di trovare tanti spettacoli teatrali a tematica LGBT e invece mi sono dovuta ricredere. Oltre a spettacoli di qualche anno fa, ce ne sono anche di recenti e quello di cui vi parlerò oggi è andato in scena la scorsa estate al Teatro Libero di Milano.

 

BAGN“Bagnati” è la storia di un’estate e della solitudine dei membri di una famiglia che non si conoscono per davvero, intrappolati nella loro quieta disperazione, analfabeti sentimentali che non riescono a comunicare. La commedia si snoda con una delicata leggerezza fra temi profondi, gag e colpi di scena divertenti, indagando sulle perversioni dei figli della “Milano bene” nell’estate dell’EXPO.

“Può una perversione essere amore?”

Lo spettacolo si apre con questa domanda ed è quello che si chiedono Guido e Fiamma Dazeri, coppia “sancarlina” della Milano bene, quando sorprendono il loro figlio adolescente Ludo in bagno, intento in un atto di pissing con Daniel, il figlio della colf: una pratica sessuale apparentemente depravata e disgustosa, nel corso della quale Daniel orina addosso a Ludo.

 

bagn1La scoperta è fonte di imbarazzo e vergogna per i Dazeri, che lottano per tenere tutto segreto, non capendo il motivo, il senso di questa perversione nella quale oltretutto è il loro figlio a subire, a essere “dominato” dallo straniero, un “inferiore” che invece di restare al proprio posto scompagina la loro piramide sociale di casa. I coniugi decidono di allontanare immediatamente il ragazzo e la madre, ma la mossa si rivela nefasta. Inizia così un rapido processo di disgregazione della famiglia nella quale in realtà nessuno conosce l’altro, segreti e ipocrisie vengono man mano messi a nudo. Per capirne di più, Guido e Fiamma iniziano ad affacciarsi sulla vita privata del figlio, che forse non hanno mai guardato da vicino, arrivando a mettere in discussione anche la loro intimità e il loro rapporto col corpo e la sessualità.

Di Tobia Rossi, per la regia di Manuel Renga, con Alex Cendron, Tomas Leardini, Gulia Merelli, Claudia Negrin, Paola Giacometti e Andrea Tibaldi, “Bagnati” si svolge dentro e fuori la piscina di casa Dazeri. Tra bagnato e asciutto, sul terrazzo di una famiglia per metà ricca: luogo di sfogo, pianti, confessioni e incontri, laddove l’amore non è una cosa semplice.

 

bagn2Col riso e col pianto, tra un incontro e uno scontro, “Bagnati” è la storia estiva che racconta della solitudine di una famiglia che deve scoprirsi, dove ognuno è intrappolato nei propri tormenti e ha la difficoltà di aprirsi con l’altro. E’ il racconto del terrore di sfociare nella povertà, del fallimento economico-sociale e di essere derisi dagli altri.

“Bagnati” non è solo una semplice commedia, ma un vero e proprio percorso di riflessione sulla società odierna, vittima delle apparenze e degli schemi mentali. Lo spettacolo presenta una movida milanese che va oltre, che non è come appare agli occhi dei passanti, ma che trascina con sé problematiche che fanno sentire il loro peso.

“Cosa si nasconde dietro una Milano targata EXPO, elegante e colorata?” A volte si nasconde una grigia realtà, che ha bisogno di essere liberata, proprio come la storia d’amore di Ludo e Daniel, i due protagonisti del racconto.

 

 

Tonyella

FONTI: http://gayburg.blogspot.it/2015/07/bagnati-torna-milano-allinterno-del.html http://www.cinemagay.it/news-rs.asp?BeginFrom=3200&idrassegna=37781

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 23 giugno 2016 da in ARTE E MUSICA con tag , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: