Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “IL LEONE E IL CORVO ” – di Eli Easton

lionandthecrowitlg
TITOLO: Il Leone e il corvo
TITOLO ORIGINALE: The Lion and the crow
AUTORE: Eli Easton
TRADUZIONE: Victor Millais
CASA EDITRICE: Dreamspinner press
GENERE: Storico
COVER ARTIST: Maria Fanning
E-BOOK:
PREZZO: $ 4,99  su Dreamspinner press
PAGINE: 144
USCITA: 2 Agosto  2016
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto

TRAMA: Nell’Inghilterra  medievale il dovere è tutto, l’onore personale vale più della vita stessa e l’omosessualità non è tollerata né da Dio né dalla società.

Sir Christian Brandon è cresciuto in una famiglia che lo ha sempre odiato per la sua insolita bellezza e per le sue origini. Essendo il più piccolo di sei rozzi fratellastri, ha imparato a sopravvivere usando l’astuzia e le sue doti da stratega, guadagnandosi il soprannome di Corvo.

Sir William Corbett, un imponente e feroce guerriero conosciuto come il Leone, sopprime i suoi desideri contro natura da tutta la vita. È determinato a incarnare il proprio ideale di cavaliere valoroso. Quando decide di mettersi in viaggio per salvare la sorella dal marito violento, è costretto ad affidarsi all’aiuto di Sir Christian. Il loro accordo metterà alla prova ogni briciola della sua fibra morale e, alla fine, la sua concezione di cosa significhino dovere, onore e amore.

 

elyI romanzi m/m storici sono ancora pochini qui da noi, ma tutti quelli che ho letto finora si sono rivelati bellissimi e questo non fa eccezione: mi riconferma l’indiscussa bravura di Eli Easton, aggiungendo una piccola perla a questo particolare settore, che spero si ingrandirà presto con altri titoli.

Il romanzo che ci viene offerto non è molto lungo, ma è completo sotto ogni punto di vista: azione, colpi di scena, amore e tormenti vi rapiranno in una lettura dal ritmo incalzante, accompagnata con uno stile fluido e un’ottima introspezione dei personaggi. Mi complimento anche per l’eccellente resa italiana, in cui si denota un editing particolarmente curato.

I nostri due protagonisti, William e Christian, sono due cavalieri medievali, due anime affini che si sono riconosciute sin dal primo sguardo. Due anime che, se seguissero la voce dei loro cuori, finirebbero subitamente al rogo, perché è un amore proibito, il loro. Sir William, in particolar modo, teme l’onta del disonore più della morte, nel caso in cui la sua segreta attrazione per gli uomini venisse scoperta.

Quando Sir Christian si offre di accompagnarlo in quella che è – a tutti gli effetti – una missione quasi suicida, William faticherà non poco a trattenere la propria indole scalpitante per quel giovane dall’aspetto delicato e quasi femmineo. Quello che William non sa è che la fragilità di Christian è tutta apparenza. Il giovane non ha un corpo massiccio e rozzo di guerriero, ma è agile, forte e muscoloso quanto serve. Le sue fattezze ingannano, nascondendo la sua letale pericolosità al nemico. La mente di Christian è brillante, scaltra e allenata alla sopravvivenza fin dalla più tenera età, perché il giovane è stato da sempre maltrattato dai fratellastri e dagli altri cavalieri. Benché il suo soprannome, ‘il Corvo’, gli sia stato affibbiato per disprezzo, egli lo porta con orgoglio, poiché si paragona all’agile uccello nero, che è veloce e abile e sa come ottenere ciò che gli preme.

Christian ha sempre dovuto fare i conti con le insidie del mondo – falsità, trabocchetti, invidie, cattiverie – e il suo temperamento si è forgiato di conseguenza, rendendolo pratico e disilluso. Il suo atteggiamento pragmatico si scontra con la visione cavalleresca di William, che ancora crede nei sacri dogmi, nei giuramenti di servitù, nelle lezioni di vita che gli sono state insegnate fin da bambino. William è convinto che sia giusto sacrificare la propria felicità in nome dell’onore, ma il Corvo è persino più testardo di lui e, anche se non in modo indolore, cercherà di insegnargli che, a volte, l’unico modo per essere felici è quello di scendere a compromessi.

I loro momenti d’amore sono davvero dolci e coinvolgenti, l’esplicita sensualità non è mai volgare e si contrappone ad alcune scene accennate – che segnalo per dovere di cronaca, ma non credo possano urtare la sensibilità dei lettori – in cui si fa breve menzione di rapporti non consensuali, violenza domestica e insidie incestuose. La ricostruzione storica è accurata, l’autrice ci offre uno scorcio realistico dell’Inghilterra medievale e dei suoi nobili cavalieri – non sempre così nobili. Ci sono diversi personaggi secondari, ma l’unica che mi sento di citare è Lady Elaine, la sorella di Sir William, la destinataria della loro missione, che si rivelerà un personaggio importante in tutta la storia.

Non mi resta che consigliare caldamente questo libro a tutti: agli amanti degli storici, ai fans della Easton e a tutti quelli che cercano una lettura coinvolgente, commovente, irriverente (le fantasiose ‘imprecazioni’ dei nostri eroi meriterebbero un applauso tutto loro!).

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 agosto 2016 da in Racconto, Recensione, Romance, Storico con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: