Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “LA CONGIURA” – Serie Gli Assassini #3 – di Patricia Logan

LA CONGIURA
TITOLO: La Congiura
TITOLO ORIGINALE: Demonstated Kill
AUTORE: Patricia Logan
TRADUZIONE: Francesca Giraudo
CASA EDITRICE: Self Publishing
SERIE: Gli Assassini #3
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
USCITA: 28 Luglio  2016
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto
 

TRAMA: Kai Thundercloud è un assassino addestrato dall’esercito americano. Attualmente il suo
incarico è di lavorare sotto copertura per la polizia di Los Angeles e si trova a dover affrontare
una delle situazioni più difficili della sua vita: deve fari i conti con il terrore… deve uccidere
l’uomo di cui una volta era innamorato.
Bob Crowley è il capo della Gang Unit all’interno della polizia di Los Angeles. È specializzato nel
linguaggio di strada e nei comportamenti abituali delle gang più feroci e per questo motivo si è
guadagnato parecchi nemici. È un uomo tranquillo e dedito al lavoro. Ha molti amici, ma nessuno
di loro sa del suo amore perduto, in quanto il distretto non è proprio il posto migliore per
dichiarare la propria omosessualità.
Quando improvvisamente Bob viene accusato di tentato omicidio, il suo amico e detective Cassidy
Ryan si convince della sua innocenza. Ma il destino si mette di mezzo e Bob e il suo ex amante si
ritrovano faccia a faccia, in circostanze altamente pericolose, e Cassidy rimane scioccato di vedere
Thundercloud, un altro suo amico poliziotto, esporsi per ciò che è veramente.
Omicidi, intrighi, dipendenze e tradimenti abbondano nell’ultimo romanzo della serie “Gli
assassini”. Crowley riuscirà a sopravvivere all’ultimo incarico del suo ex amante o finirà vittima di
una congiura?

 

Mrs DarcyIl primo protagonista che incontriamo è decisamente inquietante: Kai Thundercloud, un tempo affascinante e integerrimo agente di polizia, nativo americano bello e affascinante, ora è un tossicodipendente quasi irrecuperabile, sgherro di una feroce gang messicana dedita allo spaccio e ai traffici più infami.

Ormai è allo stremo, la droga è l’unica cosa che lo sostiene ma allo stesso tempo lo distrugge, come il senso di colpa che prova per non aver potuto salvare la sua partner Kimber, morta di overdose poco tempo prima. Eh sì, lui non è solo il temibile killer La Arana, ma anche un agente sotto copertura ormai da tre lunghissimi e tremendi anni, spinto dal terribile e odiato capo Trent Ripton ad abbandonare tutto per questo incarico pericoloso che ormai lo sta distruggendo.

Il suo più grande rimpianto è aver abbandonato il suo amante Bob, suo collega, amico e unico amore, che ha lasciato senza una spiegazione, una parola, una giustificazione per la sua radiazione dalla polizia, mezzo indispensabile per poter entrare nella malavita.

Mentre Kai tocca il fondo, Bob indagando sulle gang, vede una sua foto e ne rimane sconvolto, non riuscendo a crederlo uno spietato criminale, come anche incredulo è il suo collega e amico Cassidy Ryan, nostra vecchia conoscenza insieme al suo compagno Zack. Sono stata entusiasta di ritrovare questa bellissima coppia e vederli ancora insieme e felici mi dà sempre quella ventata di simpatia e romanticismo che apprezzo sempre.

Molte scene dure e spietate rendono il racconto più verosimile e credibile, a volte commovente, tra spacciatori senza scrupoli e povere anime distrutte e senza speranza, dentro il mondo spietato della droga. I cattivi sono ben delineati come anche i comprimari vecchi e nuovi, tra cui spicca il sempre valido e simpatico Mike, collega di Cassidy, la coppia di agenti Luis e Katie, non privi di sorprese, la povera Kimber, ingenua novellina, schiacciata da un gioco più grande di lei.

Ho adorato questo romanzo come tutta la serie, forse la migliore di questa autrice. Il giusto connubio tra sesso, amore e azione rende la storia avvincente, tra scene di sesso molto hot ma con anche un tocco di romanticismo, miste a scene drammatiche e commoventi, che rendono la lettura emozionante tanto da leggerla tutta d’un fiato.

Mi dispiace che questo sia l’ultimo della serie, anche se sono sicura che la nostra Patricia presto ci delizierà con altre sue opere. Purtroppo il mio inglese è orrido e devo attendere che pazienti e brave traduttrici ci permettano di gustare bei romanzi come questo.

Salva

Salva

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 agosto 2016 da in Contemporaneo, Poliziesco, Recensione, Romance, Suspence con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: