Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

TI RICORDI DI… JERRY e DAVID de “PARADISO IN ANTICIPO” – Serie Buono a sapersi #2 – di D.W. Marchwell

PARADISO IN ANTICIPO
TITOLO: Paradiso in anticipo
TITOLO ORIGINALE: An Earlier Heaven
AUTORE: D.W. Marchwell
SERIE: Buono a sapersi #2
TRADUZIONE: Rossella Fortuna
COVER ARTIST: Catt Ford
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
GENERE: Contemporaneo
EBOOK: Si
PAGINE: 234
PREZZO: $ 6,99 su Dreamspinner
DATA DI USCITA: 21 Maggio 2013
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto
 
 

TRAMA: È trascorso quasi un anno da quando William ha perso i genitori e abbandonato l’unico tipo di vita che conosceva per una nuova casa in Canada. Ma ora, non c’è niente che ami di più che stare con i suoi due nuovi papà. Suo zio Jerry McKenzie lo ha adottato e ha sposato David Loewenberger, e William sta imparando cosa significa fare parte di una famiglia.

Nonostante tutto l’amore e le attenzioni che i due uomini riversano su di lui, William è ancora solo. Solo quando incontra Cory, uno studente delle superiori, che è vice-allenatore della sua squadra di calcio, William comincia a pensare a come sarebbe avere un fratello. Non sa che potrebbe anche veder esaudito il desiderio, ma prima dovrà imparare alcune lezioni molto importanti sull’amore e la perdita.

 

ely“Una famiglia felice è soltanto un paradiso in anticipo”.

Ecco la frase incorniciata che dà il titolo al romanzo ed è ciò per cui Jerry e David devono lottare quotidianamente: ottenere un pezzetto di paradiso, di pace e serenità tutto per loro. Ritroviamo i nostri eroi quasi un anno dopo averli salutati in “Buono a sapersi” e ora Jerry e David sono sposati, Jerry ha ufficialmente adottato William e la loro nuova vita si sta assestando, anche se il ruolo di genitori è una sfida continua – soprattutto per Jerry, che si sente costantemente inadeguato – e William fatica a socializzare, anche se, pian piano, sta superando i traumi del suo passato.

L’unico con cui il bambino pare aver legato è Cory, un ragazzo delle superiori che lo aiuta negli allenamenti di calcio ed è sempre gentile e paziente con lui. Eppure Cory sembra portare con sé un bagaglio parecchio problematico, che preoccupa non poco Jerry e David, che temono che William resti nuovamente ferito, dato che i due ragazzi sono davvero molto uniti. Come riusciranno i nostri due protagonisti a perseguire l’agognata felicità per se stessi e la loro famiglia?

Devo dire che, avendo gradito il primo libro, è stato piacevole ritrovare Jerry e David, ora in un rapporto più stabile e consolidato. Questi due uomini sono davvero speciali: coraggiosi, generosi, d’animo buono e sensibile verso chiunque. Si completano vicendevolmente alla perfezione: l’irrequietezza di Jerry è stemperata dal buonsenso di David e nei momenti di cedimento sono l’uno il sostegno dell’altro. Come coppia fanno davvero scintille, regalandoci un sacco di momenti molto hot e dolci al contempo.

Come padri sono altrettanto fantastici: presenti, pazienti, propositivi, ma non permissivi. David, essendo un insegnante, parte avvantaggiato nel rapportarsi coi ragazzi, ma è ammirevole lo sforzo di Jerry, che vuole essere un degno padre per William. A volte, mi è sembrato persino troppo prudente ed eccessivo nei suoi patemi d’animo, ma è molto umano persino nelle sue debolezze. Sotto la scorza di uomo duro, batte un tenero cuore d’oro. Anche David ha qualche incertezza nel proprio ruolo, perché non vuole ‘scavalcare’ la funzione genitoriale di Jerry con William.

William, dal canto suo, è rinato in un ambiente dove è capito e amato. È ancora timido e riservato, ma la sua vita è indubbiamente più serena. Eppure, anche in questo libro, affrontiamo tematiche delicate come la discriminazione, i pregiudizi (non solo omofobi), il lutto, la perdita, le violenze in ambito domestico e molto altro. Cory è un personaggio fondamentale per le dinamiche della storia e vi verrà voglia di abbracciarlo come è successo a me. Anche lui merita un pezzetto di paradiso e forse Jerry, David e William glielo offriranno.

Lo stile dell’autore è piacevole, la storia è scorrevole e coinvolgente. Per pignoleria, segnalo qualche refuso sfuggito alla versione italiana, ma niente di troppo grave. L’unica cosa che, per mio gusto personale, mi ha fatto storcere il naso è l’uso continuo del nomignolo “Baby”, ripetuto all’infinito nei momenti di intimità e non solo. Non so se è una scelta dell’autore o della traduzione, ma dopo un po’ risulta pesante. Eccetto questo, la storia rimane gradevole e la consiglio a tutti, specialmente a chi aveva amato il primo libro, perché questo è un degno proseguimento.

Salva

Salva

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: