Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “INFINE CADONO LE STELLE” di Brandon Witt

infine-cadono-le-stelle
TITOLO: Infine cadono le stelle
TITOLO ORIGINALE: Then the stars fall
AUTORE: Brandon Witt
TRADUZIONE: Ida Giannini
CASA EDITRICE: Dreamspinner press
GENERE: Contemporaneo
COVER ARTIST: Anne Cain
E-BOOK:
PREZZO: $ 6,99  su Dreamspinner press
PAGINE: 356
USCITA: 27 Settembre 2016
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Medio
LINK DI AMAZON: Infine cadono le stelle
 

TRAMA: Dopo la  morte della moglie, avvenuta quattro anni prima, di Travis Bennett è rimasto il guscio dell’uomo che era. Con il suo cane al fianco, cresce tre figli, gestisce il suo magazzino di mangimi e lavora come sovrintendente di una fattoria. Ma ogni giorno, ogni minuto, è un vuoto doloroso.

Wesley Ryan ha ricordi affettuosi della piccola città di El Dorado, sull’altopiano dell’Ozark. Vedendola come un posto sicuro dove potersi lasciare alle spalle le relazioni fallite, Wesley si trasferisce nella vecchia casa dei nonni e prende in gestione la locale clinica veterinaria. Quando una mattina riceve la visita di Travis con il suo cane, in lui nascono sentimenti che cerca di allontanare. L’ultima cosa di cui ha bisogno è innamorarsi di un uomo con un bagaglio emotivo e tre ragazzi come parte del pacchetto.

La vita, tuttavia, sembra avere altri piani.

 

elyQuando ho letto la sinossi, non immaginavo che avrei trovato una storia così bella – una piccola perla. Ci sono trame che consideriamo gradevoli, ma poi le dimentichiamo. Altre, invece, ci scavano dentro e si ricavano una nicchia in un angolino del cuore e, per me, è successo con questo lungo, appassionante racconto. Non so se riuscirò a farvene innamorare com’è successo a me, ma “Infine cadono le stelle” è un romanzo completo, dove ti ritrovi a ridere, a piangere, a commuoverti e a indignarti, a soffrire coi personaggi e a sentire sulla pelle le stesse emozioni che provano loro, descritte con realismo e delicatezza, senza falsi pietismi o esagerazioni.

È il primo libro che leggo di questo autore, eppure è riuscito a conquistarmi e, indubbiamente, traspare nella narrazione la sua esperienza di vita vissuta, come egli stesso spiega nelle note finali. Vorrei anche complimentarmi per l’eccellente resa italiana, per l’ottimo editing, ma soprattutto per la sensibilità e la maestria con cui si è riusciti a trasportare sentimenti e sensazioni nella nostra lingua. Credo che, se la trasposizione non fosse stata così perfetta, non sarei riuscita a commuovermi tanto.

Travis e Wesley sono i nostri protagonisti. Il primo è un padre di famiglia, vedono inconsolabile, con tre figli da crescere e un’eclettica sorella, dal cuore d’oro, che lo aiuta e lo sostiene. Wendy merita un applauso tutto suo perché, pur con un passato non semplice, è l’emblema del coraggio ed è una simpatica ‘Grilla Parlante’ un po’ hippy, un personaggio davvero bellissimo.

Wesley è un giovane veterinario che ritorna nel piccolo paesino di campagna dove i nonni gli hanno lasciato in eredità la casa in cui trascorreva le vacanze estive da ragazzino. La sua è, allo stesso tempo, una fuga da due anni sconclusionati dopo un amore finito male e il bisogno di tornare in un luogo che gli riaccenda ricordi positivi con cui rigenerarsi e ritrovare se stesso, senza complicazioni amorose.

Quando, però, Wesley arriva a El Dorado Springs con tutta la sua sgargiante gaytudine, la gente non appende propriamente gli striscioni di bentornato e la popolazione si divide tra gli omofobi esaltati, gli indifferenti, i pettegoli impiccioni e uno sparuto gruppo di avanguardisti, che lo accettano e gli offrono sostegno.

Il primo incontro fra Travis e Wesley è tutt’altro che felice, perché il corgi di Travis, Dunkyn, sta male e l’uomo lo porta d’urgenza dal suo veterinario, scoprendo che Wesley ne è il sostituto. Fin dall’inizio si capisce che Travis è un uomo con un grosso peso addosso, un carico emotivo di dolore e lutto che, anche dopo quattro anni dalla morte della moglie, non è mai diminuito. Sì, per amore dei figli ha ripreso in mano la sua vita, ma è soprattutto un’anima in pena. In questa storia, compaiono diversi animali, ma Dunkyn ha un ruolo importantissimo, perché è il migliore amico di Travis, l’ultimo legame che sente con la moglie che gliel’ha donato. Dunkyn è il pretesto per cui Travis e Wes sono costretti a vedersi, all’inizio davvero a malincuore, fino a che non sboccia timidamente un’amicizia e poi affetto che diventa amore, ma tra mille dubbi e difficoltà.

Travis è sempre stato bisessuale, ma non è semplice per lui far collimare ciò che ancora sente per Shannon – la moglie defunta – e per Wes. Wesley, dal canto suo, è arrivato a El Do per stare in pace e non per innamorarsi di un vedovo con figli annessi. Ci sarebbe molto più di un cuore spezzato se qualcosa andasse storto e combattere col fantasma di una donna praticamente perfetta non è facile.

Nella storia, che ha davvero parecchie pagine, compaiono diversi personaggi secondari (gli adorabili figli di Trav, il socio-amico, suoceri, genitori, clienti, pazienti…) alcuni buoni, altri cattivi, ma tutti interessanti e, a loro modo, danno un contributo o offrono uno spunto di riflessione.

Nella trama, si affrontano vari temi importanti, dal lutto al coming out, passando per l’omofobia, il bullismo, la violenza domestica, la difficile vita nei piccoli paesi rurali, in cui notoriamente la mentalità è ristretta, ma in cui c’è anche del buono, se lo si cerca bene. Questa è soprattutto una storia di amore, di coraggio, di rinascita e di perseveranza verso la felicità. Una storia che ho amato molto e che consiglio caldamente.

Salva

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 21 settembre 2016 da in Contemporaneo, Recensione in anteprima, Romance con tag , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: