Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

ARTE E MUSICA… Le vie de Carmén

ARTE E MUSICA

Buongiorno amici e amiche di Tre Libri Sopra il Cielo, quest’oggi l’attenzione del nostro blog è rivolta allo spettacolo teatrale “Le vie de Carmén”.

Il 17 Maggio 2014, nella giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia, il sipario dell’Auditorium di piazza della Libertà a Bergamo si è alzato sullo spettacolo teatrale in prima assoluta di e con Carmen Pellegrini, “Le vie de Carmén, fosse solo una questione d’amore”.

 

 carIl sipario si apre su un palco vuoto, quando all’improvviso arriva una presentatrice del Comune e dichiara di aspettare Carmen Pellegrini, attrice lombarda. Ma Carmen non si presenta sulla scena e nell’attesa che arrivi, vari personaggi che incarnano ipocrisie e paradossi della percezione e dell’autopercezione dell’omosessualità si susseguono a ritmo serrato sul palcoscenico e intrattengono il pubblico.

In scena si presentano la custode del teatro comunale che confonde LGBT con gli OGM, un Assessore che distribuisce alle lesbiche vestiti della Caritas un po’ femminili, una femminista che convive affettivamente con una donna da 40 anni, ma che ucciderebbe pur di non definirsi lesbica, una casalinga di Gardone Val Trompia che vuole portare la nipote lesbica a Medjiugorie “perchè là ci sono gli esorcisti che me la sistemano”, una lesbica misogina che si accoppia solo con donne eterosessuali perchè non vuole ghettizzarsi e una fata che dona consapevolezza gay distribuendo stellette-punti.

Ma in tutto ciò Carmen non si presenta ancora sul palcoscenico perchè ha paura di dichiararsi gay e affrontare il coming out.

 car1car2

“Le vie de Carmén” affronta con taglio ironico il fenomeno dell’omofobia sociale, ossia quell’insieme di rappresentazioni culturali di atteggiamenti e di pratiche sociali che invalidano o sviliscono le identità e i comportamenti non eterosessuali. L’assunzione pubblica dell’omosessualità nel mondo diventa elemento imprescindibile per il benessere delle persone e della comunità LGBT, perchè il silenzio culturale è come una coperta: non si impediscono i movimenti sottostanti, ma l’importante è che non se ne parli, che non divengano questioni pubbliche. In tal modo la comunità LGBT rimane invisibile e la maggior parte delle persone eterosessuali non acquista familiarità con loro, alimentando così stereotipi e pregiudizi in un circolo vizioso.

car3
“Lo spettacolo affronta con taglio ironico il fenomeno dell’omofobia sociale, ossia quell’insieme di rappresentazioni culturali che sviliscono le identità e i comportamenti non eterosessuali. Il mio intento è di dar voce al bisogno di un immaginario collettivo rispettoso delle caratteristiche e delle specificità individuali. In particolare, lo spettacolo dà risalto all’assunzione pubblica dell’omosessualità nel mondo come elemento imprescindibile per il benessere delle persone e della comunità LGBT: lesbiche, gay bisessuali e transgender”. (Carmen Pellegrini)

FONTI: http://www.cidiemme.org/sabato-13-set-festa-di-inaugurazione-cdm-con-la-vie-de-carmen/

http://www.bergamosera.com/cms/2014/05/15/la-vie-de-carmen-allauditorium-di-bergamo/

http://www.carmenpellegrinelli.it/spettacolo-teatrale-vie-de-carmen/

 

Tonyella

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 29 settembre 2016 da in ARTE E MUSICA con tag , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: