Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “ADAM & HOLDEN” – Serie Amori a Smithfield #4 – di L.B. Gregg

 ADAM
TITOLO: Adam & Holden
TITOLO ORIGINALE:  Men of Smithfield: Adam & Holden
AUTORE: L.B. Gregg
CASA EDITRICE: HarperCollins Italia
SERIE: Amori a Smithfield #4
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 3,99 su Amazon
PAGINE: 188
USCITA: 29 Luglio 2016
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Alto
LINK DI AMAZON: Adam & Holden (eLit)
 
 

TRAMA: Guardare il mondo dalla finestra non è poi così male, se per il resto della vita hai viaggiato e puoi ancora vivere dei sogni passati. Questo è ciò che pensavo prima che assumessi Adam, il nuovo giardiniere, e lui trovasse un cadavere all’interno della mia proprietà. Da quel giorno la mia vita è sottosopra, e non solo perché la mia agorafobia non mi esclude come possibile omicida, almeno a sentire la polizia, ma soprattutto perché ora ho davvero voglia di uscire da queste quattro mura, mano nella mano con Adam, e ritornare ad amare. Ma ho come la sensazione che non sarà facile aprire questa nuova porta!

 

Mrs DarcyHolden è uno scrittore, un ex viaggiatore, star della tv e proprietario di una bellissima villa padronale, con tanto di grande giardino, nella quale purtroppo è confinato dalla sua agorafobia, dovuta a uno scandalo in diretta tv che lo ha sconvolto, spingendolo ad allontanarsi da tutto e tutti ormai da anni.

Uno scossone alla sua solitaria routine è provocato dall’arrivo dal giovane giardiniere Adam, ingenuo, un po’ impedito nei rapporti con gli altri, ma molto volenteroso e, soprattutto, bello e aitante, dunque una vera tentazione per il non più giovanissimo Holden. Un secondo e più grave scossone avviene il primo giorno di lavoro del giardiniere, quando quest’ultimo scopre un cadavere nel giardino, fino a quel momento abbandonato. Chi è il morto? Cosa ci fa sotterrato nel giardino del “pazzo pervertito” della città?

In poco tempo tutti gli occhi sono sul povero Holden e a nulla valgono le sue dichiarazioni d’innocenza e la sua patologia. La polizia dubita di lui e i concittadini mormorano, molti sono sicuri che il morto sia il suo ex John e lui il colpevole, spinto dalla gelosia o dalla sete di vendetta.

Anche i suoi famigliari non sono d’aiuto: il fratello Porter è tutto preso dai bagordi con il suo amico Kurt e dall’ennesimo divorzio, la signora Henderson, vecchia governante di famiglia, lo difende ma dubita di Adam, provenendo egli da una famigerata famiglia di sbandati e ubriaconi.

Holden intanto è molto colpito dal ragazzo, anche se è molto giovane e come lui problematico, visto che non riesce a interagire con gli altri facilmente e che per questo motivo è molto inesperto. Scoperto che anche lui è gay, il nostro buon scrittore non vede l’ora di provvedere alla sua “istruzione”, ma l’intrigo del cadavere misterioso è sempre più intricato e molti personaggi si intrecciano dentro e fuori dalla casa, in uno strano balletto di apparizioni e sparizioni.

Ma chi ha ucciso il povero sconosciuto: John, arrivato improvvisamente, malato e in cerca di rifugio? Porter sempre sfuggente e apparentemente in fuga dalla moglie Mitzie? La stessa Mitzie, ricca e innamoratissima del marito? Kurt perennemente ubriaco e pieno di guai? Il reverendo David, decrepito bacchettone sempre intento a spiare Holden, suo vicino depravato e peccatore?

Mentre il mistero si infittisce e i media assillano lo scrittore, Holden e Adam iniziano a conoscersi e frequentarsi, pur con tutti i problemi dovuti alle differenze d’età, di cultura e di ricchezza; il giovane cerca di far uscire dal suo guscio Holden e di proteggerlo, quest’ultimo vuole averlo tutto per sé, corpo e anima, anche se ha paura di non essere adatto a lui. Dopo apparizioni di fratelli fantasmi, cagnolini deliziosi, fratellini lazzaroni e prove compromettenti, finalmente il mistero è rivelato, ma i nostri due amanti avranno un futuro?

Romanzo molto carino, dalla trama forse un po’ frenetica ma simpatica, con ottime scene d’amore, molto hot e sensuali, i personaggi sono inconsueti e originali ma non definiti del tutto. Avrei preferito una descrizione più approfondita delle patologie dei due protagonisti, ma nel complesso una piacevole lettura, ideale in questo periodo estivo.

Salva

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 1 ottobre 2016 da in Contemporaneo, Recensione, Romance con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: