Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

ARTE E MUSICA: PRISCILLA

Buongiorno amici e amiche di Tre Libri Sopra Il Cielo, questa settima per la rubrica Arte e Musica torniamo a parlare di teatro e del musical “Priscilla, la regina del deserto”.

priscilla
“Priscilla, la regina del deserto”, è un film australiano del 1994 diretto da Stephan Elliott e vincitore del Premio Oscar 1995 per i migliori costumi e ha successivamente fornito le basi per l’omonimo musical che ha debuttato nel 2006 a Sydney e in seguito proposto in Nuova Zelanda con il medesimo cast. Successivamente sono state allestite produzioni a Londra, Toronto, New York (Broadway), San Paolo, Milano, Roma e Trieste.
Il musical narra la storia di due drag queen e di una transgender che decidono di realizzare uno spettacolo ad Alice Springs, una città nel deserto australiano. Mentre si dirigono ad ovest di Sydney a bordo del loro autobus, chiamato Priscilla, i tre amici vengono alla ribalta di una commedia degli errori, incontrando una serie di personaggi strani e incorrendo in episodi di omofobia, mentre cercano nuovi orizzonti.

priscilla2
Nel musical “Priscilla, la regina del deserto”, diviso in due atti, vengono utilizzate note canzoni come: It’s Raining Men, Material Girl, Go west, Like a Virgin, I Will Survive, Like a Prayer.
Nel primo atto troviamo la drag queen Mitzi Mitosis, il cui vero nome è Anthony “Tick” Belrose, che durante un’esibizione in un club (“It’s Raining Men”) viene contattato dalla sua ex moglie Marion, da cui si è separato a causa della sua omosessualità. Marion chiama Anthony per chiedergli un favore, e mentre i due solo al telefono la drag queen Miss Understanding si esibisce nel suo numero (“What’s Love Got to Do Whit It?”).
Marion ha bisogno di uno spettacolo per alcune settimane da realizzare nel suo albergo di Alice Spring, nel cuore del deserto australiano. Inizialmente Tick è riluttante, ma la sua ex moglie gli annuncia che uno dei motivi per il quale gli chiede di andare dipende dal fatto che il loro figlio di otto anni, Benji, le ha espresso il desiderio di incontrare suo padre (“I Say Little Prayer”). Dopo aver deciso di accettare il lavoro, Tick chiama il suo amico transessuale Bernadette, il cui nome di battesimo è Ralph, chiedendogli di unirsi a lui ma sfortunatamente Bernadette ha appena perso il marito, e dopo essersi incontrati al funerale (“Don’t Leave Me This Way”) Bernadette accetta e Trick chiede anche ad un’altra amica, Felicia, il cui nome reale è Adam Whitely, di unirsi a loro (“Venus” / “Material Girl”).

priscilla3

Nonostante Bernadette disprezzi lo stile di Felicia, il trio acquista un vecchio pulman che decidono di chiamare “Priscilla, la regina del deserto” (“Go West”) e partono alla volta di Alice Springs. Durante il viaggio il trio si reca in un bar vestite da drag e iniziano a danzare (“I Love the Nightlife”), ma quando fanno ritorno al loro bus scoprono che gli abitanti del luogo lo hanno vandalizzato con scritte ingiuriose e omofobe. Un Tick sconvolto viene rincuorato da Felicia e Bernadette (“Both Sides, Now / “True Colors”) e riprendono il loro viaggio, ma il mattino seguente Priscilla va in panne e Adam acquista degli attrezzi per cancellare i vandalismi (“Colour My Word”).  Riescono così a farsi accettare dagli abitanti di un’altra città e qui incontrano Bob, un meccanico di un paese vicino che accetta di aiutarli a riparare Priscilla. Il gruppo festeggia sulle note di “I Will Survive”.

priscilla4
Il secondo atto si apre con un gruppo di popolani che canta “Thank God I’m A Country Boy”.
Mentre Bernadette parla con Bob, si scopre che quando egli era a Parigi la vide mentre si esibiva come “Les Girl” (“A Fine Romance”) e i due iniziano a sviluppare sentimenti reciproci. Successivamente in un bar (“Thank God I’m A Country Boy Reprise”) il trio esegue “Shake Your Groove Thing” mentre Cynthia, la moglie di Bob li interrompe giocando con delle palline da ping-pong (“Pop Muzik”). Il trio riparte e giunti a destinazione Adam si veste da donna per cercare di attrarre degli uomini (“Hot Stuff”), ma viene inseguito e diventa vittima di odio fino a quando Bernadette lo salva dai calci di uno dei suoi aggressori. In seguito al loro arrivo a Alice Spring, Tick riflette sul viaggio (“MacArthur Park”) e il trio si prepara a esibirsi.
Finalmente Tick incontra suo figlio che accetta la sessualità del padre e il suo stile di vita (“Always on My Mind” / “I Say a Little Prayer”) e Adam esegue il suo assolo di Madonna, la sua cantante preferita (“Like a Prayer”). Il trio si ritrova a discutere il loro futuro dopo Alice Spring e si rendono conto che non possono lasciarsi (“We Belong”) e scendendo dal palco insieme eseguono un medley di canzoni per chiudere lo show (“Finally”).

priscilla5

Dopo il debutto al Teatro Lirico di Sydney nell’Ottobre 2006, il musical riscontra un ottimo successo e la produzione venne trasferita a Melbourne nel 2007 e in Nuova Zelanda nel 2008, prima di ritornare a Sydney per un breve periodo nel suo secondo anniversario dalla prima. Il successo australiano di “Priscilla, la regina del deserto” generò due anni di rappresentazioni nel West End oltre alla produzione di Bette Midler a Broadway dove debuttò nel 2011. Mentre la produzione originale di aggiudicò una delle sette nomination all’Helpmann Award, “Prscilla, la regina del deserto” ottenne anche la nomination al Laurence Olivier Award per il miglior musical e a due Tony Awards aggiudicandosi quello per i migliori costumi.

priscilla6

Vi lascio con il video promo del musical…buona visone.

 

FONTI: https://it.wikipedia.org/wiki/Priscilla,_la_regina_del_deserto_(musical)
http://www.priscillailmusical.it/
https://it.wikipedia.org/wiki/Priscilla_-_La_regina_del_deserto

 

Tonyella

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 ottobre 2016 da in ARTE E MUSICA con tag , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: