Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “ACCADDE UN WEEKEND” – Serie Colleghi improbabili #1 – di A.J. Thomas – 1° Novembre 2016

accadde-un-weekend
TITOLO: Accadde un weekend
TITOLO ORIGINALE: A casual weekend thing
AUTORE: A.J. Thomas
TRADUZIONE: Victor Millais
CASA EDITRICE: Dreamspinner press
GENERE: Contemporaneo
COVER ARTIST: Brooke Albrecht
E-BOOK:
SERIE: Colleghi improbabili #1
PREZZO: $ 6,99  su Dreamspinner press
PAGINE: 285
USCITA: 1° Novembre 2016
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto
 

TRAMA: A causa della malattia della madre, Doug Heavy Runner ha lasciato la vita del poliziotto gay dichiarato a Miami per tornare a casa, nella Riserva Indiana Salish-Kootenai. Nei due anni da quando lei è venuta a mancare, si è costruito una grigia vita da vicesceriffo di una piccola comunità, accontentandosi delle avventure di una notte fuori città per mantenere la sanità mentale. Poi conosce Christopher Hayes, un detective di San Diego di passaggio nel Montana, e insieme trascorrono una notte di passione talmente incredibile che Doug infrange la sua stessa regola e permette a quell’incontro occasionale di diventare un weekend di sesso meraviglioso.

Quando Christopher arriva nella piccola città di Elkin per occuparsi del suicidio del fratello violento, non si aspetta di trovare l’uomo con cui ha trascorso il weekend a gestirne il caso. Di sicuro non gli dispiace passare più tempo con Doug, ma un piromane distrugge la casa che gli è stata lasciata in eredità, e lui e il vicesceriffo finiscono tra i principali sospettati.

Le indagini rivelano che il fratello di Christopher li ha messi sulle tracce di un pedofilo psicopatico che non si fermerà davanti a nulla pur di mettere a tacere la sua ultima vittima. La ricerca della vittima finisce però in maniera orribile, lasciando Doug ferito in ospedale e Christopher allamercé del killer…

 

MOKINAChristopher è un agente della polizia di San Diego, dichiaratamente gay e piuttosto infatuato del proprio partner etero. Quando una chiamata improvvisa lo avverte della morte di Peter – fratello che non frequenta da vent’anni –  Chris si ritrova catapultato nel passato e, a malincuore, si dirige verso il paesino sperduto dove suo fratello si è suicidato.

Prima di giungere a destinazione – complice una serata deprimente e qualche drink di troppo ­– decide di concedersi una notte di sesso con un affascinante nativo americano di nome Doug. Quella che doveva essere l’avventura di una notte si trasforma però in un travolgente week-end di passione, ed entrambi gli uomini non riusciranno a dimenticarlo tanto facilmente. Immaginate la sorpresa di Chris quando scopre che Doug Heavy Runner altri non è che il vicesceriffo che si occupa delle indagini relative alla morte del fratello.

Non vi dico di più, perché non voglio togliervi il piacere di scoprire a poco a poco i turpi segreti della piccola e sonnolenta cittadina di Elkin: segreti che affondano le proprie radici nel passato e che si riveleranno essere legati a filo doppio con quello traumatico di Chris.

Devo fare i complimenti all’autrice per aver saputo mescolare così bene le carte in tavola, presentandoci svariati personaggi e instillando il dubbio su ognuno di loro; non è stato facile capire chi ci fosse dietro l’odiosa vicenda, anche se devo ammettere che verso metà libro… ci sono arrivata.

Oltre alla – terribile – tematica della pedofilia, l’autrice ci prospetta anche un aspetto della cultura americana a noi piuttosto sconosciuto, e cioè lo strisciante razzismo che da sempre contraddistingue l’uomo bianco nei confronti dei nativi americani.

Non credevo che in alcune zone dell’America fosse ancora così radicata l’idea del pellerossa ubriacone e fannullone, ma pare sia ancora così e la cosa mi ha lasciata perplessa e amareggiata. Così come non avrei mai immaginato che esistesse un’apposita polizia tribale (naturalmente di serie B) per i problemi legati alla criminalità nelle riserve.

Ho apprezzato entrambi i protagonisti e proprio per questo non posso affermare di avere una preferenza particolare; sia Chris che Doug mi sono entrati nel cuore, così come sono: con il loro difetti e il loro struggente bisogno di essere amati.

Chris ha cominciato a correre dal momento in cui – a dodici anni – il fratello gli ha intimato di fuggire… e da allora non si è più fermato. Attraverso la corsa – dura, estenuante, ai limiti delle forze – cerca di liberarsi dei fantasmi del suo passato che, si intuisce da subito, sono molto più oscuri di quel che sembra.

Doug, dal canto suo, vive in un paesino omofobo e razzista, terrorizzato all’idea di mostrarsi diverso dalla figura di “buon pellerossa” che si è costruito in tutti quegli anni. Tra i due scatta immediata una scintilla di passione travolgente; la loro intesa sessuale è incredibile e attraverso loro, l’autrice ci regala pagine di sesso bollente, intenso e coinvolgente. Molto presto, però… entrambi vorranno qualcosa di più.

Una storia fosca e pesante, una trama piuttosto convincente e una moltitudine di comprimari che si rubano la scena tra di loro. Tra tutti meritano sicuramente un posto d’onore: Ray, il partner di Chris, giunto in aiuto del suo amico e l’agente del FBI Belkamp… protagonisti del prossimo romanzo della serie.

Che dire? Questo libro mi ha coinvolta immediatamente con il suo stile scorrevole e adrenalinico; non esistono momenti di stasi o di noia, e la trama  – forse leggermente prevedibile – si dipana rapida a un ritmo che ti lascia senza fiato e ti costringe a non posare il libro fino all’ultima pagina. Proprio per questo mi sento di poter perdonare qualche piccola falla logica (ci sono delle registrazioni: perché non si capisce chi sia il colpevole?) e il finale un po’ frettoloso. So però che esiste anche un terzo romanzo con protagonisti Chris e Doug e immagino che servirà a farci scoprire meglio come andranno le cose tra di loro.

Last but not least, vorrei complimentarmi con chi ha curato traduzione ed editing. È stato compiuto un lavoro davvero eccellente e sono certa che anche questo abbia contribuito alla bellezza del romanzo.

Salva

Salva

3 commenti su “RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “ACCADDE UN WEEKEND” – Serie Colleghi improbabili #1 – di A.J. Thomas – 1° Novembre 2016

  1. perrypotter
    29 ottobre 2016

    Non devo più seguire questo blog. Non devo più seguire questo blog. Non devo più seguire questo blog….
    Forse se continuo a ripetermelo smetterò di essere rapita da ogni vostra recensione e magari la mia lista arriverà a livelli accettabili.
    Ovviamente anche questo andrà nella famosa lista e molto probabilmente scalerà molti posti in classifica😀
    Vi adoro, sono totalmente dipendente dai vostri articoli e mi scuso di non riuscire a commentare più spesso.
    Grazie
    Patrizia

    Liked by 1 persona

    • selvaggia
      31 ottobre 2016

      ahahhahahahha Patrizia, mi fai morire… no no tu devi continuare a seguirci e a lasciarci questi bei pensierini tanto carini che ci spronano a non mollare mai. un abbraccio

      Mi piace

      • perrypotter
        2 novembre 2016

        Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: