Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “L’AMORE SOPRA OGNI COSA” – di Sandy Sullivan –

lamore-sopra-ogni-cosa-cover-ita
TITOLO: L’amore sopra ogni cosa
TITOLO ORIGINALE: Loving Hard
AUTORE: Sandy Sullivan
TRADUZIONE: Nela Banti
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Contemporaneo
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto
E-BOOK:
SERIE: Eight Second Ride #2
PREZZO: € 4,10 su Amazon
PAGINE: 193
USCITA: 27 Ottobre 2016

TRAMA: Rusty Arnold era uno dei migliori bull rider del circuito in lizza per il campionato del mondo. Una gara finita male gli fa terminare la stagione in anticipo, lasciandolo con una gamba rotta e un’anima a pezzi. Non sapendo se la sua carriera sia arrivata alla fine o meno, si rivolgerà al suo collega e buon amico, Lucas Jacks, in cerca di supporto. Lucas è una stella nascente del circuito e il vedere Rusty fare una rovinosa caduta in arena, gli farà capire che, forse, otto secondi di gloria non valgono delle ossa rotte. Quando i due amici diventeranno amanti travolti dalla passione del momento, saranno in grado di vedere oltre il testosterone tipico delle gare di bull riding verso un futuro insieme?

e-pazzRitrovarci nelle nostre strampalate chiamate, a parlare de L’amore sopra ogni cosa, di Sandy Sullivan, è stato un qualcosa di pazzesco.

Siamo partite in maniera normale…

Martina: Ciao Rita, amore, tutto bene?

Rita: Sì, sì, tesoro.

Martina: Allora sei pronta? Che ne pensi di questo libro?

Rita: Aspetta… ahiiii

Martina: Che succede? (In sottofondo di tutto e di più in napoletano, non si è capito na cippa…)

Rita: Mi sono tagliata!

Martina: Ma che stai facendo?

Rita: Mi sto depilando…

Martina: Cioè mi stai dicendo che dobbiamo parlare di un libro e tu ti depili?

Rita: Sì, faccio l’utile e il dilettevole… hai visto che sexy i due protagonisti?

Martina: Oh sì. Aspetta che mi risciacquo…

Rita: Eh? Che fai? (10 minuti buoni dopo, sempre al cellulare)

Martina: Mi sono lavata i capelli!

Rita: Oddio siamo un caso clinico entrambe!

Ritornando al libro, parlando e straparlando, abbiamo concordato con il dire che è un libro eccezionale, molto più corposo nella trama e ricco di nozioni sul circuito dei bull riders, ma anche di sentimenti, che in questo libro risultano più complessi.

Ci troviamo di nuovo nel mondo del bull riding e questa volta i protagonisti sono Lucas e Rusty, due grandi amici, uniti dalla passione per questo sport così adrenalinico e pericoloso. La storia inizia quando Rusty è costretto a tornare a casa dei suoi genitori, dopo aver subito un infortunio che lo terrà lontano dal suo lavoro. La convalescenza non sarà piacevole per lui, perché essere lontano da ciò che ama di più non sarà una passeggiata. Ed è qui che entra in gioco Lucas, che aiuterà il suo amico a riprendersi. Tra i due esploderà la passione e il desiderio che provavano da tempo l’uno per l’altro, ma che avevano nascosto, e dovranno fare i conti con un mondo chiuso e bigotto che li metterà alla prova. Dovranno essere più forti per vincere, sia nel circuito che fuori, o potrebbero essere costretti a rinunciare ai propri sentimenti.

Rita: Ma hai visto come fanno sesso la prima volta?

Martina: Sì, romantici…

Rita: Due tori pazzi!

Martina: Ma secondo te quanto saranno dotati?

Rita: Oddio, davvero me lo chiedi?

Martina: Perché?

Rita: Perché di norma ste cose sconce le chiedo io…

Martina: Ogni tanto è bello variare…

Rita: Ah, la mia amorina perversa…

Noi non possiamo che consigliarvi questo secondo capitolo, perché l’abbiamo amato e ci è rimasto nel cuore. La scrittrice racconta questo sport nei dettagli e riesce ad affascinare e conquistare anche quelli di noi che sono impauriti da certe pratiche (vedi Martina), e lo fa con una scrittura fluida e scorrevole che ti fa immergere nel libro dall’inizio alla fine. Come abbiamo già detto, abbiamo preferito questo libro al precedente e ci sentiamo di consigliarlo a tutti gli amanti delle storie d’amore e dei cowboy. Abbiamo ritrovato Levi e Curt, protagonisti di Più forte di tutto, e ci ha fatto molto piacere rivederli insieme e più innamorati che mai, dando così a Rusty e Lucas la speranza che l’amore possa vincere su tutto. I due vivono la loro omosessualità in modi opposti: se da un lato non possiamo che apprezzare la forza di Rusty nel non volersi nascondere e il fatto che vuole vivere la sua storia alla luce del sole, dall’altro troviamo Lucas che ha paura delle conseguenze, nel caso qualcuno scoprisse che lui è gay, complice anche l’ambiente in cui vive e le delusioni che ha subito in passato, oltre alla paura di perdere la sua famiglia.

Apprezziamo molto l’idea della scrittrice di ambientare un libro M/M in un contesto così carico di testosterone e che, purtroppo, è ancora molto chiuso e pieno di omofobia, come vediamo anche dal poco sostegno che viene dato ai nostri protagonisti. Possiamo solo sperare in un futuro in cui anche questi ambienti possano aprirsi e accettare tutti senza discriminazioni.

Non vediamo l’ora di leggere un altro capitolo di questa serie e qualsiasi altro libro di questa scrittrice, che apprezziamo sempre di più!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 8 novembre 2016 da in Contemporaneo, Cowboy, Recensione con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: