Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “ORO” di S.M. May – 10 Novembre 2016

oro
TITOLO: Oro
AUTORE: S.M. May
CASA EDITRICE: Self Publiscing
GENERE: Sci-fi mm
EBOOK: Si
PAGINE: 270
PREZZO: € 2,99 nei migliori store
DATA USCITA: 10 Novembre 2016
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio

TRAMA: Il detective di classe A6 Sapphire Crissen non ha mai imparato la sottile arte della diplomazia e del rispetto delle gerarchie. Per questo il suo Distintivo è a rischio, e qualcuno tra i suoi superiori ha deciso di fargliela pagare. Crissen dovrà affiancare un ufficiale della Milizia imperiale per risolvere un caso spinoso sul pianeta di Arces.

Il capitano Jen Adur appartiene ai nerduriani, un popolo poco conosciuto e su cui circolano parecchie leggende. Di certo, è una creatura tanto affascinante quanto infida, cosa che il detective imparerà ben presto a proprie spese.

Dalla capitale dell’Impero ai mercati sotterranei di Arces, dalle foreste nere di Nerdur all’arena insanguinata di Pikaen, dalle trame dei contrabbandieri agli intrighi dell’aristocrazia, dalla sofferenza degli schiavi alle lame impietose dello skullball, Sapphire dovrà affrontare una missione delicata, un lungo viaggio per scoprire la verità, ma anche parecchie cose sulla sua stessa natura e su quella del suo capitano.

Perché non è ORO tutto ciò che luccica, e quasi sempre le apparenze ingannano…

 

sapphire-1

 

ORO è preceduto da “IL SANGUE NON E’ ACQUA” (Oro, #0.5), che sarà gratuito sino al 10 novembre.

 

Mrs DarcyChi ha letto il racconto Il sangue non è acqua ha già conosciuto l’affascinante e sfuggente Jen Ardur, ermafrodito (ma la parte femminile compare solo pochi giorni ogni mese), nobile, bellissimo e letale, erede segreto al trono del pianeta Nerdur e campione del crudele e spietato sport “Skullball”, con cui i nobili si affrontano in terrificanti gare-duelli e dove conta più il potere e il prestigio che la gara in sé.

Dopo la sua relazione finita male con l’erede e pretendente al trono lord Frances Picadanias, ora deve scoprire i turpi traffici della potente famiglia sul suo pianeta, sempre tenendo celata la sua vera identità e per di più indagando sulla morte del giovane, di cui è responsabile.

Per procedere liberamente e per non destare sospetti gli viene affiancato un agente straniero, Sapphire Crissen, caduto in disgrazia dopo un alterco con un nobile, visto il suo carattere rissoso e poco avvezzo ai compromessi. Ferito durante il servizio, coperto di cicatrici, con l’innesto di organi non umani si è trasformato in un essere molto forte e potenziato, ma anche in un “mostro”, temuto ma anche disprezzato dai suoi stessi colleghi.

Il suo fisico enorme e sgraziato, deturpato dalle ferite, lo ha reso ancora più solitario, con pochi amici, nessuna storia sentimentale e  sporadici incontri sessuali a pagamento. Sapphire infatti non pensa di poter aspirare a qualcosa di più e forse non lo desidera neppure, essendo tutta la sua vita votata al lavoro. Ma ecco che gli viene offerta una via di salvezza: un’indagine importante e delicata sotto il comando del nobile nerduriano Jen.

L’incontro tra i due non è tra i più facili, troppe cose li dividono, tra cui i segreti che il nobile non può rivelare al volenteroso sottoposto, neanche dopo diverse prove di coraggio che lo hanno rivalutato agli occhi di Jen. La posta in palio è troppo alta e neppure la forte attrazione che provano l’uno per l’altro può cambiare le cose.

Molto interessante è stato scoprire le similitudini tra questi due uomini così diversi, ma in fondo anche così simili nelle loro diversità, nel loro essere unici ma sempre considerati mostri dal prossimo, immersi nella solitudine, a volte cinica a volte solo triste e commovente.

Agguati, tradimenti, indagini e sanguinosi giochi mortali si susseguono mentre i due protagonisti imparano a conoscersi e a rispettarsi, mentre la posta in gioco diventa sempre più alta e i nemici sempre più pericolosi e senza pietà, pronti a tutto per di aggiudicarsi il trono di Nerdur, con il potere che questo comporta. Proprio quando Jen e Sapphire sembrano pronti a cedere ai sentimenti la situazione precipita e tutto sembra perduto.

Dopo tanta attesa, finalmente questo libro è arrivato e dichiaro di essere proprio soddisfatta del risultato, il racconto mi aveva incuriosita e sorpresa e non vedevo l’ora di scoprire gli sviluppi di una storia così particolare e originale. I romance di fantascienza, per di più di genere m/m, sono rarissimi e dunque onore a questa brava scrittrice che non si è scoraggiata e ha osato una strada quasi inesplorata.

La parte hot non è molto sviluppata, data l’importanza della parte avventurosa e investigativa, ma alcune pagine, tra cui quelle del loro primo bacio, sono tra le più sensuali che ho letto. Intrigante e inconsueta è la natura transgender-ermafrodita di Jen, un elemento insolito e di sicura diffidenza tra i due protagonisti, come giustamente afferma Jen, difendendo la sua diversità, la sua unicità, la sua natura:

«Non fare anche tu l’errore di chiamare problema ciò che è un dono.»

Giudizio generale quindi molto positivo, spero in un seguito data la potenzialità di questo universo molto ricco e variegato che potrebbe dare vita a interessanti storie future.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 novembre 2016 da in Fantascienza, Recensione in anteprima, Romance, sci-fi con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: