Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

DUE CHIACCHIERE CON MARTINA: CRISTIANO PEDRINI

cover-due-chiacchere-con-martina

 

Buongiorno, oggi sono in compagnia di Cristiano Pedrini e del suo “Madras.”

madras

 

Ciao Cristiano e benvenuto nella mia rubrica! Posso offrirti un caffè o un tè? Ho trovato questo tè al gusto di Cupcake alla fragola che è una vera delizia…!

Oddio, io adoro le fragole!

  1. Dove hai preso l’ispirazione per questo libro storico?

Beh, in realtà é stata una piccola sfida. Dopo aver pubblicato romanzi ambientati nel periodo contemporaneo un amico mi stuzzicò proponendomi di scrivere, stavolta, una storia collocata nel passato. Dopo qualche riflessione, naque Madras: il calendario segna l’anno 1888 e si svolge in India, sotto dominio britannico.

  1. Jasper è un ragazzo molto orgoglioso e Lawrence molto dolce, in quale dei due personaggi ti ritrovi di più?

Ad essere onesto in entrambi c’è un poco di me… Sono orgoglioso ma anche estremamente sensibile.

  1. Sono una persona molto curiosa e amo saperne sempre di più sui personaggi che mi hanno affascinata. Per cui ti chiedo… non hai intenzione di scrivere ancora qualcosa su Jasper e Lawrence? Anche solo un piccolo raccontino?

In realtà posso preannunciare che ci sarà un seguito, ambientato a Parigi pochi mesi dopo la storia narrata nel romanzo.

  1. Amo molto gli storici, anche se purtroppo, e sottolineo purtroppo, non sono amati da tutti. Dimmi che hai un altro storico in programma!?

Il prossimo storico ci porterà più vicino ai nostri tempi, a Bratislava nel 1944 e vedrà due protagonisti talmente diversi e all’opposto che sarà una vera sfida vederli interagire: il figlio dell’ambasciatore di Svezia ed un tenente tedesco.

  1. Quanto c’è di te nei tuoi libri?

Molto… sono la mia visione del mondo, dove si può raccontare una storia d’amore senza far pesare l’omosessualità dei protagonisti… raccontare una storia come tante altre, fatta delle stesse mille sfumature di qualsiasi altra.

  1. Hai già pronta un’altra storia?

In realtà ce ne sono due: la short “The Hibiki Christmas”con i protagonisti de “Le regole di Hibiki” e a gennaio la terza ed ultima parte della mia prima trilogia “Infinity” (dopo Opportunity e Rhapsody).

  1. Qual è l’ultimo libro che hai letto e amato?

Per la verità leggo prevalentemte dei saggi, soprattuto storici. L’ultimo letto è “I ragazzi di Barrow”, dedicato all’esplorazione del Polo Nord.

  1. Riesci a ritagliarti tempo per leggere mentre stai scrivendo una storia o ti concentri solo sulla scrittura?

Sì! Sebbene molto tempo ed energie finiscano proprio nello scrivere cerco di concedermi del tempo anche per la lettura, che spesso è importante per mettere insieme i tasselli di prossime avventure.

  1. Leggendo le trame degli altri tuoi libri, sono rimasta incuriosita molto da Opportunity e da La teoria del pettirosso, quale mi consigli di iniziare prima? Ne ami uno particolarmente?

Beh, qui è una bella lotta. “La teoria del pettirosso” è il mio primo libro e ci sono molto affezionato. Con esso si interruppe il mio “Blocco dello scrittore” che durava da oltre vent’anni.

Su “Opportunity” posso solo dirti che il suo personaggio principale, Julian Noah, è forse quello che ad oggi è cresciuto di più insieme a me mantenendo le sue pecurialità caratteriali!

  1. Tra le regole di Hibiki e Madras, romanzi che mi sono piaciuti molto e che consiglio a tutti, quale ti ha emozionato di più durante la scrittura?

“Madras” era una vera incognita, per via del suo periodo temporale e per tutto quello che esso comportava nel rapporto tra i personaggi e il loro mondo. Confesso che all’inizio c’èra un certo timore, scomparso dopo i primi capitoli.  “Hibiki” potrebbe sembrare una vella favola ma sullo sfondo c’è il desiderio di un ragazzo di sopravvivere ad una società indifferente… e questo, purtroppo è lo specchio perfetto del mondo odierno.

Ti ringrazio per il tempo che mi hai dedicato e per la tua disponibilità, è stato un piacere!

Grazie a te!

E adesso vi dico cosa ne penso io di questa storia…
TITOLO: Madras
AUTRICE: Cristiano Pedrini
CASA EDITRICE: Self publishing
GENERE: Storico
EBOOK: Si
PAGINE: 162
PREZZO: € 2,99 su Amazon
DATA USCITA: 15 Novembre 2016
LIVELLO DI SENSUALITA’:  Medio
LINK DI AMAZON: Madras

TRAMA: Jasper Lytton è il nipote del governatore della regione di Madras, una delle perle più preziose e redditizie dell’Impero britannico, una terra lontana, meta finale del lungo viaggio che egli ha intrapreso.

Lawrence è uno schiavo che grazie al volere del giovane inglese sarà di nuovo libero dopo essere stato la merce in un’asta molto particolare. Ma a che prezzo il giovane indiano baratterà la sua libertà?

Da quel momento tutto cambierà per entrambi: l’amore li condurrà verso quello che oltre a essere un viaggio tra la maestosità del mare e l’esotica e incredibile natura di quelle terre, lo è anche tra l’incredibile grandezza del cuore umano, trascinandoli in balia di infinite emozioni e pericoli.

 

martina

Leggo la trama e scopro che è uno storico… me lo lascio scappare? Certo che no! E sono rimasta davvero soddisfatta di questa lettura. Un romanzo dolce e appassionante, che mi ha lasciato con la voglia di saperne di più su questi due protagonisti.

Jasper Lytton è un nobile inglese di diciotto anni, ma che non li dimostra, che parte per Madras per andare a trovare lo zio, Governatore della città. Quando la nave su cui sta viaggiando getta le ancore nel porto di Nagercoil, il ragazzo decide di scendere per dare un’occhiata al paese e finisce nel bel mezzo di un’asta in cui si vendono degli schiavi. Contrariato da questa pratica, decide a fare qualcosa, e nota uno degli schiavi in vendita che, nonostante la sua posizione, dimostra un comportamento fiero. L’inglese non ci pensa due volte a fare un’offerta per comprare, e poi lasciare libero, Lawrence, lo schiavo indiano. Questa azione attira tanti sguardi contrariati, soprattutto data la provenienza di Jasper, visto che l’impero inglese non era ben visto in India. Ma Lawrence non ha intenzione di essere liberato e vuole servire il suo padrone per ringraziarlo di averlo comprato. Inizierà un rapporto di amicizia tra i due, con in sottofondo un’attrazione che, pur spingendoli l’uno verso l’altro, ha anche il potere di allontanarli. Senza dimenticare che l’omosessualità era punibile anche con la morte…

Come andrà a finire tra i nostri due protagonisti?

Come vi dicevo all’inizio, è stata una bella lettura, dolce e sorprendente. Quando tutto sembrava andare per il meglio, qualcosa si metteva nel mezzo e scombinava le carte. Primo fra tutti l’orgoglio del nostro Jasper. Giovane e orgoglioso, l’inglese viene spesso tratto in salvo da Lawrence, ma saprà dimostrare di poter attraversare il fiume che divide la sua posizione da quella dello schiavo, perché per amore si fa questo e altro. Tra scoperte e ostacoli, scomparse e novità, sono rimasta incollata a questo libro per saperne sempre di più. Una storia che mi ha lasciato con la voglia di sapere cosa succederà dopo la parola fine. Due giovani protagonisti che si completano nelle loro diversità: Lawrence, un ragazzo così dolce che mi ha fatto innamorare di lui, che salva Jasper più volte e che verrà ricompensato con la resa dell’inglese, che finalmente si arrenderà ai suoi sentimenti, e Jasper, forte e arrogante, che con il suo carattere schietto e diretto non si fa di certo mettere i piedi in testa da nessuno.

È il secondo romanzo che leggo di Cristiano Pedrini, ma di certo ne leggerò altri, perché mi piace il suo modo di raccontare le storie e di dare vita ai suoi personaggi. Scorrevole e coinvolgente, un romanzo dolce che consiglio anche a chi non legge gli storici. Una bella storia d’amore da non perdere!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22 novembre 2016 da in Contemporaneo, Recensione con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: