Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

ARTE E MUSICA… THE PRIDE

ARTE E MUSICA

Buongiorno amici! Questa settimana la rubrica “Arte e Musica” vi parlerà di teatro e di “The Pride”, testo del drammaturgo e attore americano di origine greche Alexi Kaye Campbell. L’opera esplora temi come il destino, la lealtà e il perdono, l’amore omosessuale ed eterosessuale, sollevando interrogativi sulla nostra vita contemporanea, sulle scelte che siamo chiamati ad abbracciare o giudicare. In Italia è interpretato e diretto da Luca Zingaretti.

pride“The Pride” è un testo enigmatico e troviamo due storie che si svolgono in periodI di tempo lontani tra loro, il 1958 e il 2008.

Londra 1958:

E’ una serata speciale e Sylvia, un ex attrice reduce da un esaurimento nervoso, sta lavorando alle illustrazioni del libro di Oliver, uno scrittore per ragazzi. Sylvia è eccitata all’idea di presentarlo al marito Philip e quella sera finalmente usciranno a cena insieme.

Londra 2008:

E’ una serata da incubo e Oliver, giornalista gay ha appena rotto con Philip, un photo-reporter con il quale ha avuto una storia di due anni. Sylvia, amica di entrambi, cerca di scoprire i motivi per cui Oliver sta cercando di sabotare una relazione importante come quella che ha con Philip.

pride1“The Pride” è più di un testo provocatorio, è un’opera che giustappone situazioni ambientate in anni repressivi ad altre che appartengono al più libero, ma ancora imperfetto presente. Le due storie, interpretate dagli stessi attori, procedono a scene alterne e si svolgono nella stessa città ma in epoche lontane e diverse.

In ognuno di esse, i tre personaggi principali condividono gli stessi nomi e sono interpretati dagli stessi attori, ma la loro sorte è condizionata dalle epoche in cui vivono: le azioni sono medesime, ma gli esiti sono molto diversi.

Nel 1958 Philip è sposato con Sylvia, che sta lavorando alle illustrazioni dell’ultimo libro per bambini di Oliver, e quando i due uomini si incontrano comincia tra loro un gioco che maschera un’attrazione impossibile da affrontare esplicitamente.

pride2Mezzo secolo dopo Philip, photo-reporter, lascia Oliver, giornalista di talento con cui ha una relazione, a causa dei suoi continui tradimenti. Oliver si avvicina a Sylvia, presentatagli proprio da Philip, per contrastare la solitudine e cercare di capire grazie alla sua amicizia le ragioni del proprio comportamento.

“The Pride” pone la questione della nostra identità e delle scelte che determinano il nostro “io” più profondo, perchè nella vita tutti si trovano ad affrontare lo stesso dilemma: scoprire chi siamo veramente, cosa vogliamo veramente dalla vita e rispondere all’interrogativo “se saremo capaci di raggiungerlo”.

pride3“The Pride” debutta al Royal Court Theatre di Londra e vince il Critic’s Circle Award e l’Oliver Award. Nel 2010 approda a Broadway e successivamente avrà una produzione australiana e una coreana. In Italia andrà in scena fino a Febbraio 2016 e, accanto a Luca Zingaretti, che cura anche la regia, ci sarà Valeria Milillo, Maurizio Lombradi e Alex Cendron.

 “E’ un testo splendido, ma difficile, con due storie parallele e un argomento caldo per modo di dire, perchè facciamo tutti i liberali, ma i pregiudizi sono ancora tanti. Gli amici mi sconsigliavano di farlo, ma è una scrittura potente, è un testo bellissimo che parla di identità, pregiudizi, omosessualità. Dal punto di vista etico e politico mi sembra il momento giusto: è importante che un personaggio con la mia visibilità metta al centro del dibattito una storia di questo tipo”. (Luca Zingaretti)

FONTI: https://www.teatrostabiletorino.it/portfolio-items/the-pride-zingaretti/

http://the-pride.it

http://www.teatrodellapergola.com/evento/the-pride/

http://www.iodonna.it/personaggi/interviste-gallery/2015/11/20/luca-zingaretti-metto-in-scena-storie-etero-gay-e-il-coraggio-delle-proprie-scelte/?refresh_ce-cp

 

 

Tonyella

2 commenti su “ARTE E MUSICA… THE PRIDE

  1. Annanelly
    25 novembre 2016

    Volevo solo dire che martedì nello show di Mika, ho visto la bella l’intervista a Zingaretti proprio riferita a questa opera teatrale.Se prima Zingaretti mi piaceva molto come attore adesso mi piace decisamente ancora di più come uomo. Ho conosciuto ( anche se solo guardandolo in TV ) e apprezzato moltissimo la sua umana sensibilità.
    un saluto a tutte

    Liked by 1 persona

    • tonyella
      27 novembre 2016

      Ciao Annanelly, mi scuso per il ritardo nel risponderti.. Io purtroppo non ho visto l’intervista di cui parli ma da quello che dici credo proprio di essermi persa qualcosa di bello. Grazie e continua a seguirci..😉

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 novembre 2016 da in ARTE E MUSICA con tag , .

Seguiteci su Twitter

Seguiteci su twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: