Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “THE ELF” di Samantha M. – 20 Ottobre 2016


the-elf_

TITOLO: The Elf
AUTORE: Samantha M.
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Fantasy
EBOOK: Si
PAGINE: 272
PREZZO: € 2,99 su Amazon
DATA USCITA: 20 Ottobre 2016
LIVELLO DI SENSUALITA‘: Alto
LINK DI AMAZON: The Elf
 

TRAMA: Due regni, opposti e apparentemente inconciliabili, ciascuno ricco di ciò che l’altro necessita per sopravvivere, cercheranno di superare le diversità per il bene della loro gente. E cosa può unire due regni meglio di un matrimonio?

Orion, erede degli elfi oscuri, sceglie il principe Drew degli elfi della luce quale suo sposo, ma la decisione presa con uno scopo ben preciso mette in moto una catena di eventi dall’esito imprevedibile.
Nonostante l’armonia della novella coppia, la pace tra i due popoli sembra una conquista difficile, specie se qualcuno non è per nulla felice di questa unione.

elyIn questo fantasy sovrannaturale, Samantha ci porta direttamente nel magico regno degli elfi: quelli della luce e quelli oscuri. I due popoli vivono separatamente, ognuno nel proprio territorio, ma necessitano di collaborare per poter sopravvivere, scambiandosi le rispettive materie prime.

Per consolidare questa cooperazione, il Re degli Elfi della Luce propone un matrimonio che unisca i due regni in un unico reame e offre in sposa al Principe Oscuro la bellissima figlia Leta, dotata di grandi poteri magici.

Per il bene del suo popolo, l’erede al trono oscuro accetta di buon grado l’unione combinata, ma all’ultimo sostiene di voler sposare unicamente il principe ereditario, Drew. Secondo i suoi calcoli, infatti, egli ritiene che il giovane fratello minore di Leta sia molto più mite e debole, per giunta privo di capacità magiche e quindi malleabile ai suoi scopi di espansione. Eppure Orion non ha preventivato di innamorarsene davvero e quel sentimento, nato da una bugia, diventa presto vivido e reale. Purtroppo, a minare la loro felicità, si presentano vari inconvenienti e qualcuno trama nell’ombra con propositi di vendetta.

Quando ho cominciato la lettura, mi ero fatta l’idea che Orion fosse un personaggio negativo, che gli elfi oscuri fossero i ‘cattivi’, ma sono stata piacevolmente smentita. Il popolo oscuro è così chiamato perché metà del regno è sotterraneo, dove grandi miniere offrono importanti materiali per la sopravvivenza della gente. Il principe di questo regno non è affatto cattivo e, dopo una prima apparenza fuorviante, lo si scopre generoso e giusto, sinceramente affezionato al suo popolo e desideroso di dare a tutti una vita decorosa. Le sue mire iniziali, benché opinabili, sono mosse da un intento virtuoso e Drew è il compagno perfetto per lui, perché non è assolutamente debole né fragile, la sua spontanea generosità è contagiosa, il suo carattere solare lo porta presto ad amare quelle terre oscure tanto quanto il suo paese natale.

Ad affiancare i nostri protagonisti, ci sono due personaggi molto importanti: il nobile Craig, che è il migliore amico di Drew ed è segretamente innamorato di lui, e il servitore personale di Orion, l’elfo Riù, anch’egli devotamente innamorato del suo padrone. Entrambi accolgono a malincuore il matrimonio reale, ma ognuno di loro reagisce a modo suo e, volenti o nolenti, le loro vite si intrecceranno indelebilmente. La storia ci regala parecchie scene d’affetto e d’amore, le parti sensuali sono molto accattivanti (anche se, per mio gusto personale, non ho gradito un particolare accenno BDSM, per delle implicazioni di dubbio consenso).

La trama del libro si dipana fra impegni reali e questioni private di famiglia, non mancano colpi di scena, tradimenti, lotte e un epilogo che ho adorato. La storia è targata come autoconclusiva, ma mi piacerebbe ritrovare ancora questi personaggi, perché si potrebbe dire ancora molto su di loro e su altre comparse.

Lo stile dell’autrice è piacevole, la narrazione alterna i punti di vista dei vari personaggi. L’unico appunto che mi sento di fare riguarda qualche virgola di troppo (per esempio tra soggetto e verbo o tra verbo e complemento diretto), ma consiglio ugualmente questa storia, perché è una lettura piacevole.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 13 dicembre 2016 da in Fantasy, Recensione, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: