Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “NOTHING BUT US” di Cinzia Intermite

nothing
TITOLO: Nothing but us
AUTORE: Cinzia Intermite
CASA EDITRICE: Self Publishing
GENERE: Contemporaneo
E-BOOK:
PREZZO: € 2,99 su Amazon
PAGINE: 199
USCITA: 17 Ottobre 2016
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio Alto
 
 

TRAMA: Il destino a volte ci mette tra le mani brutte carte, regalandoci una vita che non ci piace e allontanando la speranza di poter essere mai felici. Questo è quello che ha sempre pensato Stanley Carter prima di incontrare Brian Hart. Un colpo di fulmine e la favola sognata da sempre diventa magicamente la realtà di tutti i giorni.

Due adolescenti che si amano, contro i pregiudizi e l’intolleranza di chi non accetta tali sentimenti. La conquista di una meritata serenità dopo tanto dolore che apre la strada a un meraviglioso futuro da vivere insieme, fino a quando tutto precipita nel modo peggiore, mettendoli davanti a una decisione che potrebbe distruggere la felicità appena trovata.

Stanley ama Brian e Brian ama Stanley ma questo potrebbe non bastare.  

MOKINACompletamente nuova nel panorama del MM italiano – ma già autrice di un fantasy YA piuttosto apprezzato – Cinzia Intermite dimostra da subito di aver fatto i compiti a casa (o di essere un’accanita lettrice del genere), proprio per la maturità e la delicatezza con le quali tratta argomenti certamente cari alla comunità LGBT.

L’età adolescenziale dei protagonisti assume un particolare significato proprio in virtù della scoperta del loro orientamento sessuale e ci permette di essere testimoni della nascita di una tenera storia d’amore tra due teen-agers, con le classiche e imbarazzanti goffaggini nelle questioni di sesso, così come ci si aspetterebbe da qualsiasi coppia etero.

Ci sono poi tutti quei piccoli e grandi ostacoli ai quali un ragazzo omosessuale può andare incontro durante il suo arduo cammino, verso la ricerca della propria identità sessuale, a partire dai compagni bi-curiosi e traditori fino a questioni molto molto più gravi che costringeranno i nostri protagonisti a combattere con le unghie e con i denti.

Stanley e Brian sono due personaggi adorabili ai quali è praticamente impossibile non affezionarsi; sono molto ben tratteggiati, anche se – forse – leggermente stereotipati nell’ambito dei loro ruoli nella coppia.

La gioia di vivere e l’innata positività di Stanley – incredibilmente – non vengono scalfite dalla sua triste situazione familiare, mentre è innegabile che per Brian la vita sia molto più semplice, considerato il clima amorevole nel quale è cresciuto. Proprio per questo Brian è molto più diretto e propositivo e non ha alcuna paura di mostrare al mondo intero chi è, cosa vuole dalla vita e soprattutto chi ama.

Per Stanley è tutto più difficile, ma con l’aiuto di Brian e dei tanti affettuosi amici che faranno di tutto per stargli vicino, riuscirà a superare gli ostacoli insormontabili che il destino crudele continua a porgli davanti.

Voglio soffermarmi proprio sul cerchio di amicizie (sia giovani che più adulte) che circondano i nostri due piccioncini e complimentarmi con l’autrice per aver donato a ognuno di loro un tratto particolare o una peculiarità che li renda indimenticabili.

Nothing but us è essenzialmente un romanzo d’amore – e vi posso assicurare che ce n’è davvero tanto tra i due splendidi protagonisti –  ma è anche un manifesto solidale e affettuoso verso il mondo LGBT; le idee che l’autrice trasmette, seminandole qua e là tra le pagine del libro, sono piene di sentimento e si vede che sono state scritte con il cuore.

Solitamente non apprezzo molto i romanzi troppo young, ma in questo caso devo ammettere che essere testimone della crescita dei due protagonisti mi ha davvero emozionata, aiutata certamente dallo stile di scrittura fresco e accattivante che permette di entrare in sintonia con i personaggi con molta facilità.

Vorrei aggiungere che – nonostante qualche virgola di troppo – un italiano forbito e corretto, un’ottima impaginazione e la totale mancanza di refusi rendono la lettura estremamente gradevole.

Tutto perfetto, quindi? Beh, in effetti mi sento di fare un piccolo appunto: ho trovato alcuni personaggi e alcune situazioni un po’ troppo “estremizzati” (sia in positivo che in negativo) e ciò, a mio giudizio, ha minato leggermente la credibilità della trama.

Questo non ha inficiato assolutamente la bellezza del romanzo che mi ha veramente sorpresa ed emozionata e di cui consiglio la lettura a tutte le persone romantiche come me, ma anche a quelle che non lo sono: sono certa che la love-story tra Brian e Stanley toccherà anche il vostro cuore!

Salva

2 commenti su “RECENSIONE: “NOTHING BUT US” di Cinzia Intermite

  1. Cinzia
    17 dicembre 2016

    Grazie di cuore per la bellissima recensione. Sono contentissima che il mio libro vi sia piaciuto e che Stan e Brian vi siano entrati nel cuore. Cinzia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 dicembre 2016 da in Contemporaneo, Recensione, Romance, Young adult con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: