Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “ANGELI ALL’INFERNO” di Josh Lanyon – 30 Novembre 2016

 angeli-allinferno
TITOLO: Angeli all’inferno
TITOLO ORIGINALE: Snowball in hell
AUTORE: Josh Lanyon
CASA EDITRICE: Harper Collins Italia
GENERE: Poliziesco/Storico
E-BOOK:
PAGINE: 141
PREZZO: € 3,99 su Amazon
USCITA: 30 Novembre 2016
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio
 

TRAMA: Los Angeles, Natale 1943 

Quando la polizia scopre un cadavere in un sobborgo di Los Angeles, si ritrova facilmente tra le mani anche il sospettato numero uno: Nathan Doyle, un giornalista che la sera del delitto era in compagnia della vittima e che sembra non raccontare tutto ciò che sa. In più sta svolgendo delle indagini in maniera privata e questo ingigantisce i sospetti che già pendono sulla sua testa.
Il tenente Matthew Spain ha però un motivo in più per tenere sotto stretto controllo Nathan, un motivo che, se scoperto, potrebbe distruggere la sua carriera… Perché l’amore tra due uomini potrebbe rivelarsi un peccato maggiore di un omicidio!

elyQuando mi capita tra le mani un giallo ambientato negli anni ’40/’50, mi viene sempre spontaneo paragonarlo all’indimenticabile “L.A. Confidential”. In questo caso ancor di più, viste alcune similitudini nella trama e, devo dire, Lanyon ha saputo reggere il confronto e regalarmi una lettura coinvolgente.

I protagonisti della storia sono il giornalista Nathan Doyle e il detective Matt Spain. Il primo è uno dei principali sospettati della morte di un ricco figlio di papà e Matthew è il tenente incaricato delle indagini. Fin da subito, Matt capisce che Nathan nasconde qualcosa e cerca di capire cosa sia, man mano che i due collaborano ufficiosamente per la risoluzione del caso.

L’unica pecca di questo libro, a volercene trovare una, è la sua brevità. Ma l’autrice ha saputo ugualmente ricreare, con estremo realismo, l’ambiente di un’America nel bel mezzo della Seconda Guerra Mondiale, con piccoli accenni ai pericoli, all’ansia di un futuro incerto, alle derrate alimentari centellinate, ai raid aerei e molto altro. Sia Nathan che Matt sono stati al fronte e hanno vissuto sulla loro pelle l’orrore della guerra. Nathan, soprattutto, ne è rimasto ferito sia a livello fisico che emotivo e soffre sicuramente di una Sindrome da Stress Post Traumatico, unita alla sua lotta interiore contro un’omosessualità che non vuol vivere, ma a cui soccombe, perché è un istinto troppo radicato in lui e deve dargli sollievo. Il dolore e la disperazione di Nathan sono verosimili e non esiste una bacchetta magica che possa cambiare la loro realtà, in cui bastava anche solo il sospetto dell’essere gay a rovinare pubblicamente una persona e, se scoperti, si finiva in carcere o rinchiusi in qualche manicomio.

Anche Matt ha i propri demoni contro cui combattere e un lavoro che lo mette ancor più in vista, costringendolo a un’apparenza irreprensibile. Matthew ha un matrimonio alle spalle ed è vedovo, ma riconosce che, persino con l’amata moglie, non ha mai provato ciò che sente per Nathan.

Benché ci siano scene esplicite, la storia non presenta un alto tasso erotico, ma ci offre alcuni momenti molto belli e dolci, piccoli attimi di felicità rubata. Apprezzo le scelte fatte dall’autrice e la conseguente coerenza col periodo storico: leggendo capirete il perché. L’omosessualità è un tema onnipresente nella trama, ma ricordiamo che, nelle storie di Lanyon, la parte investigativa è quasi sempre predominante e qui non fa eccezione. Tutte le varie indagini mi hanno tenuta incollata e ne risulta un giallo ben architettato.

La resa italiana è davvero piacevole e molto curata, quindi lo consiglio a tutti: agli amanti di questa autrice e a chi cerca un buon poliziesco.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 20 dicembre 2016 da in Poliziesco, Recensione, Romance, Storico con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: