Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE: “OF GODS AND MONSTERS: MENOETIUS” – Of Gods and Monters #1 – di Wulf Francu Godgluck

cover-italiana

TITOLO: Of Gods and Monsters: Menoetius
TITOLO ORIGINALE: Of Gods and Monsters: Menoetius
AUTORE:
Wulf Francu Godgluck
TRADUZIONE:
Francesca Giraudo
GENERE: Dark

SERIE
: Of Gods and Monsters #1
LIVELLO DI SENSUALITA’: Molto Alto
COVER DESIGN
: Wulf Francu Godgluck
CASA EDITRICE: Self Publishing

FORMATO: Ebook
PAGINE: 230 circa 

PREZZO: 4,10 € nei migliori store
DATA USCITA: 19 Gennaio 2017 
LINK DI AMAZON: Of Gods and Monsters: Menoetius

TRAMA: Forza… odiatemi.

Sbattetemi contro il muro.

Non mi sono mai presentato come un eroe del cazzo.  Non mi sono mai nemmeno etichettato come cattivo ragazzo.

Sono un cattivo arrogante! Un tiranno nato dalla peggior specie di mostro.

Questa è la mia storia e non la cambierei per nessuno al mondo, ma…

Per lui? Colui che mi chiama Master? Questo non è un romanzo sul vissero per sempre felici e contenti. Questa è una storia dura. Ti farà il cuore a brandelli e te lo calpesterà finché non ne rimarrà più nulla se non un mucchio di sangue.

Lui ha visto oltre le mie crepe, ha sofferto il mio stesso dolore con sangue e lacrime, cercando di curare le ferite ancora sanguinanti della mia anima.

È rimasto, passando attraverso le mie sfuriate più violente, nascondendo la sua battaglia dentro di sé, quella che io sono stato troppo stupido per riuscire a vedere. Quella che stava per strapparmi l’unico uomo che avrei mai amato.

Ho dovuto rischiare di perderlo per riuscire a vederlo, per poter capire e comprendere chi lui fosse veramente per me.

Mio.

Il mio prezioso ragazzo.

Il mio bellissimo Beo.

 

Mon reveSpoiler

Colt è un grandissimo figlio di… E lo sa. E non gliene frega niente. Non ha mezze misure, se vuole qualcosa se lo prende e decide lui dove, come e quando, sia sul lavoro, sia come Master.

Per raggiungere uno scopo usa chiunque gli passi tra le mani, negli affari (non così troppo puliti) e nel mondo del BDSM dove i sub gli cadono letteralmente ai piedi. Non prova sentimenti per nessuno (a parte per l’amico Richard) e vive costantemente come se manco ce l’avesse un cuore.

Fino a Beo.

Beo è amore puro. Beo suscita amore in tutti quelli che incrociano la sua strada, dal bambino al peggior delinquente sulla faccia della terra. Tutti lo amano (tranne chi dovrebbe farlo a prescindere). Tutti vogliono aiutarlo, proteggerlo, ma non c’è molto che possano fare.

Beo ha incontrato molti uomini che si sono innamorati di lui e di cui avrebbe potuto innamorarsi, ma si è sempre tirato indietro, non si è mai concesso l’amore. Non se lo può permettere. Il suo dolore più grande è sapere che tutte le persone che lo amano molto presto saranno devastate dalla sua morte. Perché è questo che sta per succedere, ed è per questo che Beo non può permettersi di innamorarsi.

Fino a Colt.

Già, perché basta un solo sguardo per far capire a entrambi che sono fregati. Di brutto.

All’inizio ho scritto Spoiler ma in realtà non ho raccontato granché, tutto questo, infatti,  lo troviamo nelle primissime pagine del romanzo e secondo me, la vera storia inizia da qui.

Sinceramente, prima di leggere il libro me lo sono fatto raccontare (perché lo spoiler mi piace quando lo chiedo io) per cui sapevo come iniziava e come finiva, ma vi posso assicurare che lo spoiler non mi ha precluso l’impatto emotivo nei confronti di questa storia.

In realtà pensavo di crollare per la malattia, perché sapevo la strada che doveva percorrere Beo, sapevo esattamente cosa avrebbe trovato Colt entrando nella stanza dell’ospedale, sapevo esattamente cosa provava, e cosa doveva mostrare all’esterno. Lo sapevo perché ci sono passata, su questa strada, per ben due volte.

Ciononostante, quello che mi ha distrutto di più è stato Colt. La sofferenza che si porta dietro e che deve far esplodere per andare avanti, la consapevolezza che tutto ciò che possiede (ricchezza, potere, autorità) non vale niente, non serve a niente di fronte al dolore che gli causa il pensiero della perdita di Beo. Il pensiero di essere impotente di fronte al suo destino.

Beo, l’unica persona che è riuscita a far crollare i muri che circondavano il suo cuore come una fortezza.

Questo è un libro che vi farà pensare, vi farà odiare determinate persone, ve ne farà amare altre e vi farà tifare, non per Beo e non per Colt ma per entrambi, perché anche se fisicamente solo uno è ammalato sono in due a dover guarire per tornare a vivere.

Una stronzetta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 23 gennaio 2017 da in BDSM, Dark, Romance con tag , , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: