Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “BREATHE” di Grazia di Salvo – 25 Gennaio 2017

breathe

TITOLO: Breathe
AUTORE: Grazia Di Salvo
CASA EDITRICE: Triskell Edizioni
GENERE: Contemporaneo
PAGINE: 489
FORMATO: E-book
PREZZO: € 6,99 nei migliori store
DATA USCITA: 25 Gennaio 2017
 LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio
LINK DI AMAZON: Breathe

TRAMA: Nathan Doyle e Nate Abraham sono due uomini completamente diversi. Il primo è un modello affermato e ha tutto ciò che la vita può offrirgli: la macchina dei suoi sogni, una casa gigantesca, compagnia diversa ogni notte e tanti soldi. Il secondo, dopo un passato di abusi e solitudine, conduce una vita tranquilla lavorando in un bar in centro città e mira soltanto a racimolare soldi per poter coronare il sogno di possedere una libreria tutta sua.

Grazie all’annuncio della madre di Nathan, che cerca un badante notturno per il figlio, e al bisogno di soldi di Nate, i due finiscono per incontrarsi, e sarà Nate ad aiutare Nathan a combattere un disturbo da stress post-traumatico che l’uomo non ha alcuna intenzione di curare tramite terapia o medicinali.
Durante questa strana convivenza forzata, Nate imparerà presto che, dietro la facciata da uomo sexy e strafottente di Nathan, si nasconde tanta fragilità e un trauma che nessuno mai vorrebbe provare sulla propria pelle.

Mrs DarcyNate è un ragazzo di quasi trent’anni con un passato difficile. La famiglia è quasi assente dopo il suo coming out, ha un lavoro in un bar e il sogno di aprire una libreria e, per raggiungere questo obbiettivo, da anni risparmia, ma non sembra mai sufficiente. Accetta così un lavoro notturno, insolito ma molto remunerativo: assistere durante la notte un giovane affetto da crisi di panico.

Peccato che questo semplice incarico venga subito messo alla prova al primo incontro: Nathan è un bellissimo modello, affascinante e simpatico, forse anche troppo, e fin dalle prime notti Nate ne rimane molto colpito, anche se il suo triste passato lo ha reso diffidente e avverso a ogni genere di relazione.

Anche Nathan è subito attratto da Nate, ma visto l’aiuto concreto che il giovane gli dà, non vuole rovinare tutto per una notte di sesso, così cerca di frenare i suoi desideri, anche per non svelare la sua omosessualità alla madre e al mondo. Con il passare dei giorni, Nate incomincia a capire l’origine del disturbo di Nathan: la morte del fratello Cass, anche se lui non ne parla e non vuole né farmaci né cure psichiatriche.

Mentre il rapporto tra i due si intensifica, ma rimane sul piano platonico-fraterno, diversi personaggi entrano in scena e arricchiscono la trama e, tra tutti, ho amato molto Cody e Jake, così diversi ma così importanti e basilari per la storia, insieme al cameo finale di Sam e Travis, tra le pagine migliori del libro.

Non manca anche il “cattivo”, qui incarnato da Nicolas, primo ragazzo di Nate e fonte di grande delusione e dolore, avendo approfittato di lui e pronto a ritornare sul più bello per intaccare la sua ritrovata serenità, mentre altri personaggi negativi sono rappresentati dalle famiglie dei due giovani: i genitori qui non vengono certo rappresentati al meglio, anzi sono un chiaro esempio di bigottismo e omofobia, mentre i fratelli variano da amore incondizionato a indifferenza o avversione.

Quando tutto sembra procedere verso un lieto fine, un evento inaspettato fa precipitare la situazione, minando il fragile rapporto fra i due giovani, forse irrimediabilmente.

Buon romanzo tra il drammatico e il romantico, i protagonisti sono ben delineati come anche i non protagonisti, poche scene hot ma funzionali al romanzo e i temi trattati, come l’omofobia, i conflitti familiari, lo stress post-traumatico sono ben sviluppati e rendono la lettura molto interessante e coinvolgente. Ottima cover come sempre, la Triskell non sbaglia mai, e in questo caso rappresenta molto bene sia la trama che i personaggi.

Vorrei ora fare una domanda all’autrice, visto che leggendo il romanzo, soprattutto all’inizio, ho fatto un po’ di confusione: perché usare due nomi così simili come Nate e Nathan?

Un commento su “RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “BREATHE” di Grazia di Salvo – 25 Gennaio 2017

  1. graceds
    24 gennaio 2017

    Grazie di cuore, davvero tanto ♥
    Ahah mi aspettavo una domanda del genere, del tutto lecita! Scusa(te) per la confusione! ;3; Sinceramente non ricordo come ho scelto i nomi, sono andata d’istinto… Poi dopo un po’ che scrivevo ho pensato che era un casino tenerli così, ma mi ero affezionata e hanno vinto loro ^^” ♥
    Grazie, grazie, grazie per tutto ;^;

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 24 gennaio 2017 da in Contemporaneo, Recensione in anteprima, Romance con tag , , , .

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: