Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “NEL BEL MEZZO DEL NULLA” – Serie In mezzo al nulla #1 – di Roan Parrish – 31 Gennaio 2017

nel-bel-mezzo-del-nulla
TITOLO: Nel bel mezzo del nulla
TITOLO ORIGINALE: In the middle of somewhere
AUTORE: Roan Parrish
TRADUZIONE: Olivia Marusi
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
COVER ARTIST: AngstyG
GENERE: Contemporaneo
SERIE: In mezzo al nulla #1
E-BOOK:
PREZZO: $ 6,99 sul sito dell’editore
PAGINE: 368
USCITA: 31 Gennaio 2017
LIVELLO DI SENSUALITA’: Alto

TRAMA: Daniel Mulligan è un duro, irriverente e tatuato, che nasconde la sua insicurezza dietro il sarcasmo. Non ha mai trovato il suo posto: non a casa a Philadelphia con il padre e i fratelli, che fanno tutti i meccanici, e non a scuola, dove i compagni di corso lo hanno sempre guardato dall’alto della loro istruzione prestigiosa. Daniel è sollevato quando trova un lavoro come professore in un piccolo college a Holiday, nel nord del Michigan, ma nel profondo è un ragazzo di città, ed è chiaro che neanche in questa cittadina riuscirà a trovare il suo posto. 

Rex Vale si affida alla routine per tenere a bada la solitudine: cura il suo corpo muscoloso, perfeziona le sue ricette e realizza mobili su commissione. Vive a Holiday da anni, ma la sua timidezza e la sua stazza imponente gli hanno impedito di creare dei legami con gli abitanti. 

Quando i due uomini si incontrano, la loro chimica è esplosiva, ma Rex teme che Daniel sia solo un’altra delle tante persone che l’hanno abbandonato, mentre Daniel ha imparato che avvicinarsi a qualcuno può essere una debolezza fatale. Proprio quando cominciano ad abbattere i muri che li separano, Daniel deve tornare a Philadelphia, dove scopre un segreto che cambierà il modo in cui ha sempre considerato la sua vita.

 

elyAccidenti a questo libro! Mi ero ripromessa di leggerlo un po’ giorno per giorno, visto che questa è una settimana alquanto indaffarata per me, ma tutti i miei buoni propositi sono saltati praticamente subito. Sono rimasta incollata al kindle ogni minuto possibile, avvinta dalla trama, incurante del cibo e del sonno. Non importa se dovrò faticare per tornare in pari con tutti i miei impegni, perché ne è valsa sicuramente la pena!

Daniel e Rex mi hanno conquistata con la loro storia e non perché ci sia chissà che evento soprannaturale o una trama adrenalinica, ma proprio per la quotidianità, per le piccole cose, per i sentimenti veri e reali, per il difficile cammino interiore da percorrere e la crescita che ne deriva. I nostri protagonisti non hanno niente in comune, tranne forse un bagaglio affettivo doloroso, ma è proprio per questo che sono due pezzi di un puzzle che si incastrano alla perfezione.

Il loro primo incontro avviene per colpa di un cucciolo e un incidente d’auto, in cui Daniel rimane coinvolto e Rex è il suo salvatore. Tra i due c’è la scintilla, ma muore subito, perché Dan è solo di passaggio in quella piccola città montana fuori dal mondo. Tuttavia, mesi dopo, l’uomo accetta di farci ritorno per insegnare e le sue speranze di rivedere Rex vengono esaudite. Eppure… non è una storia facile, la loro.

Daniel si sente cittadino nell’animo, ultimo di quattro fratelli in una famiglia di rozzi meccanici che non lo hanno mai capito né accettato. Anche nel corso degli studi è sempre stato un outsider, disprezzato per l’origine proletaria. Daniel può vantare incontri occasionali con musicisti famosi, ma non conosce l’amore, non ha mai avuto una relazione vera, né riesce a fidarsi della gente. Degli eventi drammatici lo hanno segnato profondamente, facendogli ergere delle barriere per proteggersi, in qualche modo, dal dolore. La sua unica amica è un’eclettica tatuatrice dal cuore grande e dall’ironia contagiosa. Ginger è il porto sicuro di Daniel, ma ci sono cose che neppure lei può insegnargli.

Rex è un gigante buono, timido e generoso. Fatica seriamente a relazionarsi con la gente, quindi è poco capito e accettato dalla comunità in cui si è stabilito, dopo una vita errabonda e dopo essere rimasto solo al mondo. C’è solo una persona che lo conosce bene e, al pari di Ginger per Daniel, Will è un amico prezioso per Rex, anche se all’inizio tende ad apparire odioso. Un altro personaggio interessante è Leo, un giovane del paesello che finisce sotto l’ala protettrice dei nostri protagonisti. Uno dei prossimi libri di questa serie sarà dedicato proprio a lui.

Stilisticamente, la storia è proprio gradevole. Ci si ritrova coinvolti nei pensieri, nei ragionamenti, nelle paure e nelle speranze di Daniel – la voce narrante –, si percepisce sulla pelle ciò che prova e, devo dire, mi sono trovata molto in sintonia con lui. Ciò che dice, pensa e teme è verosimile: è il tormento di un animo intelligente, ma maltrattato dalla vita. È commovente il suo percorso interiore verso la ricerca della fiducia e della felicità. È altrettanto toccante il modo in cui Rex gli tende la mano, anche se ha anch’egli il proprio peso sulle spalle da portare.

I loro momenti insieme sono sempre intensi, sia nei frangenti di vita quotidiana sia nei momenti di intimità, dolcissimi e decisamente bollenti. Anche se la trama tocca argomenti seri e importanti, i toni non sono mai angosciosi o eccessivamente pesanti. Il ritmo generale è ben calibrato, tra momenti d’ironia e comicità e altri più profondi.

Vorrei complimentarmi con l’autrice per questa storia e per la resa italiana così coinvolgente. Anche se è sfuggito qualche piccolo refuso, è una cosa davvero trascurabile e la storia, in sé, merita assolutamente di essere letta, se cercate un libro di qualità.

 

Salva

2 commenti su “RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “NEL BEL MEZZO DEL NULLA” – Serie In mezzo al nulla #1 – di Roan Parrish – 31 Gennaio 2017

  1. perrypotter
    31 gennaio 2017

    Elyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyy
    Potete per cortesia fare una recensione meno coinvolgente ogni tanto?
    Se li amate così tanto è impossibile non darvi retta 😀
    Grazie mille come sempre per questa bellissima recensione.
    Patrizia
    p.s. se gli autori leggessero le vostre recensioni si sentirebbero molto fieri e motivati a continuare a scrivere.
    Trattate sempre ogni testo con grande rispetto anche se non vi ha entusiasmato, vi stimo molto ❤

    Liked by 1 persona

  2. foxelyxyz
    31 gennaio 2017

    Grazie mille, Patrizia!
    Il tuo commento e l’apprezzamento che dimostri invogliano a fare sempre meglio! Ci mettiamo tutte molto impegno e scrupolosità nel commentare un libro ed è bello essere utili nello scegliere belle storie. Questa, in particolare, è bellissima!
    Grazie per il tuo sostegno. ♥

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: