Tre libri sopra il cielo

Blog dedicato alla letteratura M/M e Lgbt in tutte le sue sfaccettature

RECENSIONE IN ANTEPRIMA: “PRENDERE O LASCIARE” – Serie Storie di Toronto #3 – di KC Burns – 7 Febbraio 2017

prendere-o-lasciare
TITOLO: Prendere o lasciare
TITOLO ORIGINALE: Cast off
AUTORE: KC Burns
CASA EDITRICE: Dreamspinner Press
TRADUZIONE: Veronica Zana
COVER ARTIST: Reese Dante
GENERE: Contemporaneo
LIVELLO DI SENSUALITA’: Medio
SERIE: Storie di Toronto #3
E-BOOK:
PAGINE: 207
PREZZO: $ 6,99 su Dreamspinner 
USCITA: 7 Febbraio 2017
 

TRAMA: Il trentacinquenne Rick Haviland è un logopedista rispettato, ma mentre i suoi amici si stanno tutti accasando, lui rifiuta di rinunciare alla sua vita fatta di notti in discoteca e sesso senza impegno. Per lui le relazioni sono pericolose, perché ha un segreto da nascondere. Quando incontra Ian O’Donnell, responsabile commerciale di un sito sensazionalistico specializzato in scandali, Rick crede che le sue regole personali riguardo alle relazioni basteranno a proteggerlo da qualcosa di più dell’avventura di una notte. 

Quando Ian fa coming out, stanco del sesso anonimo e di nascondere segreti alla sua numerosa famiglia cattolica, Rick è proprio lì, ed è proprio il tipo d’uomo che a Ian piacerebbe conoscere meglio. La loro attrazione è immediata, irresistibile e reciproca. Ian convince Rick a infrangere sempre di più le sue regole, fino a far crollare le sue difese. Ma qualcuno osserva, qualcuno che desidera il fallimento di questa nuova relazione. Quando il lavoro di Ian diventa un mezzo per svelare il segreto di Rick, le loro carriere e i loro cuori rischiano di uscirne distrutti. 

Mrs DarcyPer chi come me ha adorato Dentro o fuori, ritrovare Ian e Rick è stata una gioia, una lettura questa tanto attesa e desiderata; per anni infatti ho aspettato la storia di Ian, al primo apparire antipatico, poi detestato e per ultimo quasi amato, chiuso nel suo doloroso passato e nella sua rabbia.

Questo romanzo inizia pochi giorni dopo la fine di Dentro o fuori, quando Ian ha appena ammesso con il fratello Kurt la sua omosessualità, aprendogli il suo cuore e chiedendogli perdono per come aveva reagito, allontanandosi da lui e dal resto della famiglia. Rick invece lo abbiamo conosciuto di sfuggita nel medesimo libro, un uomo all’apparenza frivolo e senza legami, amico di Davy e nella cui casa ha conosciuto l’affascinante Ian, rimanendone subito colpito e cogliendo l’occasione per avere con lui una notte di sesso.

Ian ha passato quasi vent’anni nascosto, con nessuna vera relazione ma solo frettolosi e anonimi incontri sessuali nei locali, e l’incontro con Rick sembra un miglioramento visto che quest’ultimo ha (quasi) passato la notte da lui. L’inusuale sintonia sessuale ed emotiva lo hanno colpito, spingendolo a desiderare di più.

Ora abbiamo l’occasione di conoscere meglio Rick, il vero Rick, non più un ragazzo ma ancora deciso a non avere nessuna relazione sentimentale, se non quella platonica intrattenuta con i suoi pochi amici. Per questo motivo segue alcune regole inderogabili tra le quali, la più importante, è non frequentare uomini accalappiatori, cioè tendenti o desiderosi di avere una relazione vera. Da anni quindi si circonda di uomini con cui fare solo sesso occasionale e sicuro, uomini che prima o poi si allontanano inevitabilmente da lui, alcuni per aver trovato una vera relazione, altri per aver superato la linea invalicabile che lui ha tracciato, cercando di avere una relazione con lui.

Oscar è uno di quelli, un uomo che si è innamorato di lui e che sembra non voler arrendersi alle sue regole, per questo allontanato da Rick senza indugio, svelandoci col suo comportamento intransigente il primo dei tanti tasselli che compongono il suo animo tormentato, tasselli che, capitolo dopo capitolo, si uniscono fino a fornirci un quadro doloroso e commovente del suo passato, nonché desolante per il suo presente solitario.

L’altalenante frequentazione tra Ian e Rick comincia con un’amicizia nascosta, ma che subito diventa molto importante per entrambi, anche se Ian spera in qualcosa di più mentre Rick, nonostante tema e desideri l’altro, è frenato da un’intera vita fatta di paura e solitudine, e questa ambivalenza crea non poche tensioni ed equivoci, come anche la segretezza del loro rapporto che sicuramente non aiuta.

Alcuni personaggi sono molto importanti nella trama tra cui Leon, giovane collega di Ian molto interessato a lui e poi Jon, il miglior amico di Rick. Ritrovare Kurt e Davy è stato un vero piacere, come anche tutta la fantastica famiglia di Ian e Kurt, con i loro splendidi genitori.

Bellissimo romanzo, forse non pari al primo (però questa è un’opinione personale) ma solo di un pelo inferiore: il lento avvicinarsi dei due protagonisti è molto ben costruito e non scontato, le scene sexy e sensuali non mancano ma sono al servizio della storia e non viceversa, la parte thriller è discreta e funzionale alla trama e dunque il mio giudizio finale è molto positivo e la lettura consigliata a tutti. Anzi, un messaggio a chi non ha letto i precedenti libri: leggeteli!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Seguiteci su Twitter

Follow Tre libri sopra il cielo on WordPress.com

Categorie

Archivi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: